Il suono europeo all’epoca di Liszt - Convegno internazionale di Studi Villa Medici Giulini, BRIOSCO 30 settembre – 2 ottobre 2011

22/set/2011 12.24.29 Boccherini Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

The European Sound in the Era of Liszt - International Conference


IL SUONO EUROPEO ALL'EPOCA DI LISZT: Il Tour Musicale nel xix secolo

 

Convegno internazionale di Studi

Villa Medici Giulini, 30 settembre – 2 ottobre 2011

 

Quest’anno si celebra il bicentenario della nascita di Franz Liszt (1811-1886), uno dei maggiori compositori dell’epoca romantica, conosciuto ai più per la sua figura di moderno virtuoso della tastiera. Fondatore di una tecnica pianistica trascendentale, Liszt inventò il “recital” pubblico eseguito interamente a memoria. In occasione del suo anniversario, si stanno organizzando in tutta Europa più di 200 manifestazioni, fra le quali una serie di conferenze internazionali a Parigi, Weimar, Stoccarda, Budapest, Rennes, Dijon e Strasburgo.

In Italia questa importante ricorrenza viene celebrata dal Convegno internazionale di studi «Il suono europeo all’epoca di Liszt», organizzato dal 30 settembre al 2 ottobre prossimi presso Villa Medici a Briosco (MB) dal Centro Studi Opera Omnia Luigi Boccherini. Il convegno si propone di investigare i molteplici aspetti del tour musicale in Europa nel xix secolo. 

Prendendo come spunto di partenza la carriera di Franz Liszt quale pianista virtuoso itinerante, compositore, direttore d’orchestra e insegnante, il convegno si aprirà a tematiche correlate, quali i viaggi europei di compositori ed esecutori del periodo; le interrelazioni di tali viaggi con i maggiori centri musicali del periodo; l’influenza dei vari approcci strumentali sullo sviluppo del gusto musicale; lo stile esecutivo di Liszt e il suo ruolo di insegnante e direttore.

Numerosi gli interventi in programma di circa trenta musicologi provenienti da tutto il mondo, fra i quali si segnalano Florence Gétreau, direttrice dell’Istituto di Ricerca sul Patrimonio Musicale in Francia, Leon Plantinga, professore emerito presso la Yale University e autore di una delle più famose monografie esistenti sulla musica romantica, Pierre Goy, concertista internazionale e docente presso la Scuola di Alti Studi musicali di Vaud Valais, Fribourg, Jean-Jacques Eigeldinger, professore emerito all’Università di Ginevra e autore di importanti monografie su Chopin, e Nicolas Dufetel, membro del Comitato parigino per le celebrazioni lisztiane del 2011.

In seno alla manifestazione è previsto un concerto di musiche lisztiane che si terrà venerdì 30 settembre alle ore 21.00 presso il Duomo di Monza, nel quale saranno utilizzati due pianoforti e due arpe Érard della collezione di Villa Medici.

Il convegno ha il patrocinio della Fondazione Istituto Liszt, la più importante istituzione italiana dedicata al compositore, e il partenariato del Palazzetto Bru Zane, Centro internazionale di ricerca sulla musica romantica francese con sede a Venezia. La direzione scientifica del simposio è affidata a un comitato di studiosi composto da Alexandre Dratwicki, Nicolas Dufetel, Lorenzo Frassà, Roberto Illiano, Fulvia Morabito e Massimiliano Sala. Le relazioni presentate saranno pubblicate all’interno di un volume miscellaneo per la prestigiosa serie Quaderni clementiani, edita dalle Ut Orpheus Edizioni di Bologna.

Sul seguente sito web è possibile visionare il programma:

http://www.luigiboccherini.org/europeansound.html

Per informazioni: operaomnia@luigiboccherini.org

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl