Amici di Paganini, concerti del 28 e 29 ottobre

Seconda Rassegna "Hommage à Paganini" Genova, 23 settembre - 11 novembre 2011 Comunicato stampa Quinto concerto per la rassegna "Hommage à Paganini", promossa dagli Amici di Paganini, venerdì 28 ottobre ore 20:30, sempre nell'Auditorium Musei di Strada Nuova.

Persone Andrea Oliva, Rainer Schmidt, Emmanuel Pahud, Franco Maggio-Ormezovsky, Benoit Fromager, Michinori Bunja, Vincenzo Bolognese, Wolfgang Boettcher, Felix Ayo, Riccardo Brengola, Eduardo Hubert, Fausto Zadra, Nazario Bellandi, Assemblea, Ruggiero Ricci, Raphael Druian, Andre Gertler, Stefan Gheorghiu, David Oistrach, Franco Repetto, Luigi Molinari, George Enescu, Marco Grisanti, Lenuta Ciulei, Ludwig van Beethoven, Mosè, San Paolo, Frank
Luoghi Val Polcevera, Europa, Africa, Asia, Giappone, America del Sud, Canada, Genova, Liguria, Grecia, Svizzera, Germania, Lussemburgo, Sondrio, Francia, Spagna, Austria, Campobasso, Irlanda, Budapest, Madrid, Ginevra, Mosca, Bucarest, Würzburg, Stati Uniti d'America, Massa Carrara, Sion, Orvieto, Bolzaneto, Rio Grande, Santander, comune di Genova, provincia di Genova
Organizzazioni S. Cecilia, Chigiana, Cajkovskij, Associazione Amici, ONU
Argomenti musica, composizione

25/ott/2011 15.23.18 Amici di Paganini Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

Seconda Rassegna

“Hommage à Paganini”

Genova,  23 settembre - 11 novembre 2011

 

Comunicato stampa

 

Quinto concerto per la rassegna “Hommage à Paganini”, promossa dagli Amici di Paganini, venerdì 28 ottobre ore 20:30,

sempre nell’Auditorium Musei di Strada Nuova.

Quest’anno l’appuntamento obbligato con i vincitori del Concorso Paganini vede protagonista la violinista rumena Lenuta Ciulei,

vincitrice del primo premio nell’edizione 1976, accompagnata al pianoforte da Marco Grisanti.

Scontata la presenza di un brano del Nostro: la celeberrima Campanella nella riduzione per violino e pianoforte,

più eseguita rispetto al Secondo Concerto di Paganini, di cui questo sfavillante Rondò fa parte.

Il duo si cimenta in apertura con la Sonatan°2 op. 30 in do minore di Beethoven e

chiude il concerto con la Sonata per violino e pianoforte n. 3 in la minore di George Enescu, maggiore personalità musicale espressa dalla cultura rumena.

 

Lenuta Ciulei e Marco Grisanti, per venire incontro al desiderio di Mons. Luigi Molinari di porre una stele a ricordo di Paganini nella località della Val Polcevera,

dove si trova la casa di campagna del Grande Violinista, offrono inoltre un concerto con musiche di Bach, Frank e Paganini, di cui eseguono il Mosé,

presso il Teatro Govi di Bolzaneto, il cui incasso andrà a favore del finanziamento della stele, opera dello scultore Franco Repetto.

L’appuntamento è per sabato 29 ottobre alle ore 16.

 

LENUTA CIULEI, violino

Acclamata in 34 paesi in 5 continenti, l’artista rumena Lenuta Ciulei ha iniziato la sua brillante carriera all’età di 9 anni con apparizioni live sulla Televisione di Stato Rumena.

Il suo stile immaginativo unico unisce le scuole dei rinomati artisti e pedagoghi George Enescu, David Oistrach e EugèneYsaÿe.

Vanta inoltre un insolito versatile repertorio di musica contemporanea; è una “recitalist” e musicista da camera ideale.

Lenuta ha iniziato a suonare il violino a cinque anni, ha studiato con Stefan Gheorghiu, Andre Gertler, Raphael Druian, Ruggiero Ricci e

fino a vincere il celebre concorso internazionale di violino “Premio Paganini” nel 1976, il “T. Varga” di Sion (Svizzera) e il concorso “M. Abbado” di Sondrio.

Ha  suonato in numerosi festival internazionali di prestigio tra cui Bayreuth Festival (Germania), Marlboro Music Festival, Carmel Bach Festival, il Festival George Enescu (Bucarest),

il Festival di Santander (Spagna) e il Festival di Massa-Carrara. Lenuta si è esibita dinanzi alla Grande Assemblea delle Nazioni Uniteall Palazzo delle Nazioni Unite di Ginevra,

al Bartok Memorial House di Budapest, al Carnegie Hall, nella Grande Sala del Conservatorio Čajkovskij di Mosca, nella “Alice Tully Hall” del Lincoln Center e

al Teatro Reale di Madrid al cospetto della Famiglia Reale in un’ esibizione per la quale El Pais l’ha definita: “una delle più grandi violiniste europee della nuova generazione”. 

Si è esibita come solista insieme alle orchestre più rinomate, ha partecipato ad apparizioni televisive e radiofoniche nelle più importanti città d’Europa, Asia, Nord e Sud America e Africa.

Lenuta è stata apprezzata per il sottilissimo equilibrio fra la sua impeccabile tecnica, suprema accuratezza, emozione ed immaginazione. I critici l’hanno definita “un angelo che canta”

“che si abbandona con passione alla musica”. Nel 1994 ha ricevuto il premio del Pennsylvania Council of the Arts Fellowship e nel 1996 il Cultural Order “Rio Grande” dal Presidente della Repubblica Brasiliana.

E’ direttore artistico del Festival of  Strings di Orvieto.

 

MARCO GRISANTI, pianoforte
Romano ha studiato pianoforte con Maja Samargieva, si è diplomato al Conservatorio di S. Cecilia e ha frequentato i corsi di composizione di Nazario Bellandi.

Si è perfezionato in seguito in pianoforte con Fausto Zadra e Eduardo Hubert, ha seguito corsi di musica da camera con Riccardo Brengola e Felix Ayo, violinisti con i quali ha a lungo collaborato.

Il repertorio cameristico è stato da allora, per Marco, il territorio d’elezione della sua attività di musicista, svolta a fianco di artisti come Wolfgang Boettcher, Vincenzo Bolognese, Michinori Bunja,

Benoit Fromager, Franco Maggio-Ormezovsky, Emmanuel Pahud, Rainer Schmidt, oltre che i gruppi come il Residenz-Quartet di Würzburg, l’American Brass Quintet e molti altri.

Tra i sodalizi artistici di più lunga durata, oltre a quelli con Felix Ayo e con il flautista Andrea Oliva, vanno ricordate quelli con Lenuta Ciulei, Premio Paganini, e con Uto Ughi, di cui era stato allievo all’Accademia Chigiana.

Il suo repertorio spazia dai grandi classici alla musica contemporanea, e formazioni come il duo strumentale o vocale all’ensemble e alle composizioni per coro e pianoforte.

La sua attività concertistica lo ha portato a esibirsi nei più importanti cartelloni delle istituzioni italiane e in Svizzera, Francia, Spagna, Germania, Austria, Lussemburgo, Grecia, Irlanda, Canada, Stati Uniti, Sud America e Giappone.

E’ docente di Musica da Camera al Conservatorio di Campobasso e tiene corsi di perfezionamento in varie città italiane.

 

La rassegna ha ottenuto il sostegno finanziario della Compagnia di San Paolo, che l’ha inserita nel edizione 2011 di “Arti Sceniche in Compagnia”, e

del Comune di Genova; è resa possibile grazie all’ospitalità del Polo Museale di Strada Nuova, di SINM e Dynamic.

Gode dei patrocini di Comune e Provincia di Genova, Regione Liguria e del Fai, delegazione di Genova.

 

Il biglietto d’ingresso è di euro 12, euro 10 per gli iscritti ad associazioni convenzionate, euro 8 per i soci e euro 3 per gli studenti.

Abbonamenti: euro 75 per il pubblico, euro 60 i ridotti, euro 45 per i soci e euro 15 per gli studenti.

 

All foto

Con preghiera di pubblicazione

Marvi  Rachero 338 4802945

Associazione Amici di Paganini

Via dei Franzone 2/2 sc.S 16145 GENOVA     tel. 010 318503

e-mail: amici@niccolopaganini.it    web-site: www.niccolopaganini.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl