Rassegna "contrAZIONI": spettacolo "Storie di Scorie" (19/01/06)

memoria e poi agitando il tutto per un perfetto cocktail da scena; teatro con

04/gen/2006 06.47.22 Teatro Comunale di Monfalcone Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Teatro Comunale di Monfalcone

www.teatromonfalcone.it

 

 

Comunicato stampa - Con viva e cortese preghiera di pubblicazione

 

 

Stagione di prosa 2005-2006 / contrAZIONI. Nuovi percorsi scenici
Storie di Scorie (19 gennaio 2006)

 

La stagione di prosa del Teatro Comunale di Monfalcone prosegue, giovedì 19 gennaio, con inizio alle ore 20.45, con uno spettacolo della rassegna contrAZIONI. Nuovi percorsi scenici, la rassegna interna al cartellone di prosa che esplora le forme espressive che contraddistinguono la scena teatrale italiana degli ultimi anni.

 

Lo spettacolo in scena il 19 gennaio, che appartiene alla grande “scuola” del teatro di narrazione e rappresenta un importante esempio di teatro d’impegno civile, è Storie di Scorie. Il pericolo nucleare italiano: Scanzano, Saluggia, Casaccia di Roma, Latina, Rotondella, scritto, diretto ed interpretato da Ulderico Pesce, esponente di spicco della nuova generazione dei narratori teatrali italiani.

Ulderico Pesce, infatti, è stato definito da Rossella Battisti, sulle pagine de “l’Unità”, “un narratore di un’Italia dimenticata; del fare teatro passando per l’archivio, la memoria e poi agitando il tutto per un perfetto cocktail da scena; teatro con senso e con anima che non finisce con la sigla “the end”, ma continua a lavorarti dentro e, magari, si aspetta che possa agire nella realtà”.

 

InStorie di Scorie Ulderico Pesce, partendo dalla lotta del popolo lucano contro il decreto 314 con il quale il governo voleva costruire a Scanzano Jonico il deposito unico di scorie nucleari italiane, ricostruisce l’avvento e la storia dell’industria nucleare italiana e racconta la situazione di pericolosità in cui versano oggi alcuni depositi nucleari del nostro paese.

Il tutto attraverso la storia del quarantenne Nicola: è attraverso le sue peripezie, infatti, che scopriremo gravi incidenti avvenuti nel settore nucleare italiano, indagini della magistratura e illeciti di cui non si è mai parlato.

 

Nicola per “campare” ha fatto di tutto: ha lavorato come addetto alle pulizie nel deposito nucleare della Trisaia di Rotondella (Matera), dove negli anni Sessanta arrivarono 84 barre di uranio radioattivo provenienti dagli USA; una volta licenziato, per aver denunciato degli illeciti da parte dell’Enea, parte volontario per la Bosnia dove, senza saperlo, respira polvere di proiettile all’uranio e si ammala. Tornato in Italia, viene assunto come postino a Saluggia (Vercelli) ma la piccola casa che ha preso in affitto sulla Dora Baltea si affaccia proprio sul deposito nucleare del luogo. Decide quindi di tornare in Lucania per partecipare alla protesta contro il decreto 314 emanato dal Governo, secondo il quale a Scanzano Jonico, paese dove è nato e dove suo padre ha un’azienda agricola, dovrà nascere il deposito unico di scorie nucleari italiane. Si troverà così al fianco della famiglia ad organizzare la protesta contro il decreto 314 e comincerà ad informare la popolazione sul pericolo costituito dal deposito nucleare della Trisaia di Rotondella dove ha lavorato anni prima, denunciando al contempo le situazioni di alto rischio in cui versano oggi i depositi nucleari di Latina, della Casaccia di Roma, di Caorso, ecc.

 

Storie di Scorie è quindi uno spettacolo che coglie nel segno, attuale (si pensi ai segnali di apertura al nucleare del governo italiano o all’acquisto da parte dell’Enel di sei centrali nucleari in Slovacchia) e per questo prezioso.

I biglietti sono in vendita presso la Biglietteria del Teatro (tel. 0481 790 470), dal lunedì al sabato, dalle 17 alle 19, e durante le proiezioni cinematografiche del fine settimana. E’ possibile, per chi risiede fuori Monfalcone, effettuare prenotazioni telefoniche.

 

 

Ufficio Stampa: Roberta Sodomaco – Clara Giangaspero

Tel. 0481 494 369 / Fax 494 352 / teatro@comune.monfalcone.go.it

www.teatromonfalcone.it

 

 

 

AVVERTENZA | Decreto Legislativo 196/2003 art. 13. Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento di dati personali. Gli indirizzi E-Mail presenti nel nostro archivio provengono da richieste di iscrizioni pervenute al nostro recapito o da elenchi e servizi di pubblico dominio pubblicati in Internet, da dove sono stati prelevati. I Vs. dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto del Decreto Legislativo 196/2003 art. 13. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momento la conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione come previsto dall'articolo 13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta ma può succedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in tal caso vi preghiamo di segnalarcelo scrivendo come indicato l'indirizzo di posta elettronica che desiderate rimuovere dalla lista. Abbiamo cura di evitare fastidiosi invii multipli; laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'ora invitandovi a segnalarcelo immediatamente.

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl