TAKÁCS-NAGY: UN DIRETTORE-ALLENATORE PER L’OPV

La ricca stagione dell'OPV continua con l'eccezionale presenza del direttore ungherese Gábor Takács-Nagy che, al suo debutto sul podio di un'orchestra italiana, proporrà un programma incentrato sulla Sinfonia n. 40 in sol minore K 550 di W.A. Mozart, capolavoro tra i più amati di ogni tempo, eseguita insieme alla Suite per orchestra d'archi di L. Janacek, all'Ouverture de Il signor Bruschino di G. Rossini e alla Sinfonia n. 1 di G. Bizet.

Persone G. Bizet, G. Rossini, Bruschino, L. Janacek, Gábor Takács-Nagy
Luoghi Budapest, Manchester, Ginevra, Regno Unito
Organizzazioni Budapest Festival Orchestra, Verbier Festival Chamber Orchestra, Irish Chamber Orchestra
Argomenti musica

22/mar/2012 12.57.30 Orchestra di Padova e del Veneto Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La ricca stagione dell’ OPV continua con l’eccezionale presenza del direttore ungherese Gábor Takács-Nagy che, al suo debutto sul podio di un’orchestra italiana, proporrà un programma incentrato sulla Sinfonia n. 40 in sol minore K 550 di W.A. Mozart, capolavoro tra i più amati di ogni tempo, eseguita insieme alla Suite per orchestra d’archi di L. Janacek, all’ Ouverture de Il signor Bruschino di G. Rossini e alla Sinfonia n. 1 di G. Bizet. L'appuntamento è all'Auditorium Pollini il 22 e 23 marzo 2012 alle 20.15.

 

Un' esecuzione che potrà interessare non solo gli amanti della musica classica, ma anche, e curiosamente, i tifosi di calcio. «La musica e il calcio sono molto simili» ha dichiarato il maestro, neo-direttore della Camerata Manchester e tifoso del Manchester United, in una recente intervista alla rivista Gramophone, illustrando la convinzione che la musica e il calcio siano parti di uno stesso, magnifico gioco. Dobbiamo aspettarci da questo concerto uno scontro tra squadre opposte? Certamente no: del paragone con lo sport Takács coglie infatti il senso più alto, ossia il gioco di squadra: «Con le migliori squadre di calcio, come con i migliori musicisti da camera, gli individui nel gruppo rendono gli altri attorno a loro dei giocatori migliori collettivamente».

 Takács-Nagy, violinista oltre che direttore, è fondatore e primo violino del celebre Quartetto Takács, tra le formazioni cameristiche europee di maggior rilievo. Dal 2001 dedica energie e spazio crescenti alla direzione d’orchestra ed è ospite di importanti orchestre, tra le quali Irish Chamber Orchestra, Verbier Festival Chamber Orchestra, Budapest Festival Orchestra, Camerata Freiburg, Tapiola Sinfonietta. Nel 2005 costituisce a Ginevra la propria orchestra d’archi, la Camerata Bellerive, mentre dal 2007 è direttore musicale della Verbier Festival Chamber Orchestra. Più recenti sono gli incarichi di direttore dell’Orchestra Sinfonica MAV di Budapest e della Camerata Manchester, una delle principali orchestre da camera della Gran Bretagna. Dirige regolarmente la Budapest Festival Orchestra, di cui sarà Primo Direttore dal settembre 2012.

I due concerti saranno anticipati dalla prova generale aperta al pubblico di giovedì 22, sempre all’Auditorium Pollini alle 10.30.

Biglietti: 8-20€ (concerto), 3-5€ (prova). Info: www.opvorchestra.it, tel. 049 656848.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl