Comunicato stampa 25 aprile

Amici della Musica di Modena Fondazione ex Campo Fossoli In collaborazione con Assessorato Politiche culturali e Progetto Memoria Comitato per la Memoria del Comune di Carpi CONCERTO PER LA LIBERAZIONE-CAMPO FOSSOLI 25 aprile 2012- ore 16 "67° Anniversario Festa della Liberazione" - "Mese della Memoria 2012" Mercoledì 25 Aprile, nel giorno dell'anniversario della Liberazione d'Italia, gli Amici della Musica di Modena presentano il Concerto per la Liberazione.

Persone Giorgio Battistini, Claudio Lugo, Enzo Salomomelavora, Enzo Salomone, Murat Coskun, Avi Avital, Assessorato Politiche, Bertold Brecht, Quasimodo, Pier Paolo Pasolini, Eugenio Montale, San Matteo
Luoghi Italia, Palestina, Modena, Emilia Romagna, Israele, Londra, Nasso, Berlino, New York, Pechino, Penisola Balcanica, Martone, Carpi
Organizzazioni FisFüz, Freiburg Barock Orchestra, Modena Fondazione
Argomenti musica, composizione

23/apr/2012 23.35.52 AMICIdellaMUSICA MODENA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA DEL 25 aprile 2012.

 

Amici della Musica di Modena

Fondazione ex Campo Fossoli

                                                                                                                                                                                            In collaborazione con

Assessorato Politiche culturali e Progetto Memoria

Comitato per la Memoria del Comune di Carpi

 

CONCERTO PER LA LIBERAZIONE-CAMPO FOSSOLI

25 aprile 2012- ore 16

"67° Anniversario Festa della Liberazione" - "Mese della Memoria 2012"

 

Mercoledì 25 Aprile, nel giorno dell’anniversario della Liberazione d’Italia, gli Amici della Musica di Modena presentano il Concerto per la Liberazione. A partire dalle ore 16 al Campo Fossoli di Carpi con la forza di musica e parole si darà vita ad un viaggio nella Memoria per riaffermare il senso di quell’impresa straordinaria che fu la liberazione dal nazifascismo. Guide eccezionali, il mandolinista Avi Avital, il percussionista Murat Coskun e l'attore Enzo Salomone, che hanno elaborato una vera e propria drammaturgia in quattro "stazioni" (Italia; Gulag; Balcani e Israele/Palestina), in luoghi dove c'è stata, o c'è ancora, Resistenza. Tanta musica popolare, d’autore e improvvisata, di ogni epoca e luogo, e una trentina di testi poetici (Levi, Celan, Quasimodo, Fortini, Gatto, Pasolini, Montale, Brecht, Trilussa, Tvardovskij, Mandel’stam, Szymborska, Sarajlić, Zemljar,   Darwish, Shabtai, Müller, Beniamin) presentati da artisti di assoluto rilievo.

 

Avi Avital, il primo mandolinista a ricevere una nomination al Grammy nella categoria “miglior solista strumentale”, ha suonato in tutto il mondo, dalla Carnegie Hall al Lincoln Center di New York, dalla Sala Filarmonica di Berlino alla Sala Concerti della Città Proibita di Beijing e alla Wigmore Hall di Londra. Le sue esibizioni dal vivo sono state trasmesse da stazioni radio di tutto il mondo. Le sue pubblicazioni per le etichette Deutsche Grammophon, Sony Classical BMG e Naxos spaziano dal Klezmer al Barocco fino alla nuova musica classica.

 

Murat Coskun ha ottenuto nel 1998 il premio Südwestrundfunk World Music e nel 2004 il premio Zelt Musik Festival Freiburg. Tiene concerti e partecipa a festival in tutto il mondo sia come solista sia con musicisti internazionali come Giora Feidmann, la Freiburg Barock Orchestra, l’ensemble FisFüz. La sua formazione in etnomusicologia e i suoi studi orientali gli permettono di essere un intermediario tra il mondo musicale orientale e quello occidentale, spaziando dal jazz alla world music, dalla musica antica alla musica classica fino alle percussioni sperimentali.

 

Enzo Salomomelavora tra Teatro (Vitello, Martone, Servillo, Carpentieri, Cecchi, De Rosa), Cinema (Verdone, Martone, Capuano), Televisione (Un posto al Sole, Week-End, Amazing History), Radio e Pubblicità. Negli ultimi anni ha approfondito il rapporto fra musica e oralità, interpretando prime esecuzioni di importanti compositori italiani (Tempest di Claudio Lugo, Parthenope di Giorgio Battistini) e collaborando con prestigiosi musicisti come Uri Caine e Ensemble Dissonanzen.

 

 

L’iniziativa, realizzata col sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, della Regione Emilia Romagna e del Comune di Carpi è a ingresso libero e gratuito. Tutte le informazioni su contenuti artistici, aspetti organizzativi, modalità di sostegno e di adesione alle attività degli Amici della Musica di Modena sono disponibili all’ingresso delle sedi dei concerti.

Segreteria: tel 3296336877- mail@amicidellamusica.info www.amicidellamusica.info

 

 

BREVE (RADIO)

 

Mercoledì 25 Aprile, nel giorno dell’anniversario della Liberazione d’Italia, gli Amici della Musica di Modena, nella rassegna Note di Passaggio, presentano il Concerto per la Liberazione. A partire dalle ore 16 al Campo Fossoli di Carpi con la forza di musica e parole si darà vita ad un viaggio nella Memoria per riaffermare il senso di quell’impresa straordinaria che fu la liberazione dal nazifascismo. Guide eccezionali, il mandolinista Avi Avital, il percussionista Murat Coskun e l'attore Enzo Salomone, che hanno elaborato una vera e propria drammaturgia in quattro "stazioni" (Italia; Gulag; Balcani e Israele/Palestina), in luoghi dove c'è stata, o c'è ancora, Resistenza. Tanta musica popolare, d’autore e improvvisata, di ogni epoca e luogo, e una trentina di testi poetici (Levi, Celan, Quasimodo, Fortini, Gatto, Pasolini, Montale, Brecht, Trilussa, Tvardovskij, Mandel’stam, Szymborska, Sarajlić, Zemljar, Darwish, Shabtai, Müller, Beniamin) presentati da artisti di assoluto rilievo.

Segreteria: tel 3296336877- mail@amicidellamusica.info www.amicidellamusica.info

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl