ALBERTO TESSAROTTO: il SOGNO D'AMORE di Liszt sdogana la musica classica

ALBERTO TESSAROTTO: il SOGNO D'AMORE di Liszt sdogana la musica classica.

Persone Peter Ghirardini, Julian Schwenkner, Alberto Tessarotto, Frederic Francois Chopin, Franz Liszt
Luoghi Berlino, Oderzo, Dobbiaco, provincia di Treviso
Organizzazioni Santa Cecilia, Fondazione Q
Argomenti musica, composizione

26/apr/2012 19.04.39 Protosound Polyproject s.n.c. - ufficio stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il diciasettenne pianista classico, scoperto dalla Fondazione Q di Red Canzian, attraverso questo classico tratto da „Scherzi, sonate e notturni“ in cui interpreta vari autori, porta la musica classica ad una dimensione più fruibile e orecchiabile come un brano pop


Se andiamo a pescare nel mare magnum della musica classica emergono dei brani universali, capaci di legarsi in maniera indelebile alle emozioni. Se poi questa emozione è la più forte e la più coinvolgente, se si tratta di Amore, il brano che più viene in mente come un manifesto del romanticismo è "Sogno d'amore" di Franz Liszt. Si tratta di un notturno in la bemolle maggiore, che inizia in “poco allegro” con un dolce tema cantabile, per poi crescere sempre più in un animato molto appassionato. La medesima melodia è sviluppata nell’intero pezzo, ogni volta variata, sopratutto nella parte centrale. Come è tipico nello stile di Liszt non mancano virtuosismi, cadenze, scale e invenzioni melodiche. E il brano del compositore ungherese è al vertice dei classici di tutti i tempi, saccheggiato dai santoni della pubblicità per sedurre milioni di consumatori. Merito di una melodia struggente e orecchiabile, perfetta per essere canticchiata. Una specie di "tormentone". Liebesträume o “Sogno d’Amore” è un gruppo di tre composizioni per pianoforte, pubblicato nel 1850, delle quali la terza è divenuta celeberrima. In occasione del bicentenario della nascita di Liszt (1811-1886), Alberto si è cimentato proprio nella N.3, rendendo omaggio a Liszt con altri 2 brani. Nel disco, gli altri autori interpretati sono Chopin, Shubert e Schumann. Giovanissimo, 17 anni, Alberto e’ un pianista classico di assoluto talento. E’ nato,vive e studia ad Oderzo, in provincia di Treviso. Dopo aver vinto tutti i concorsi a cui ha partecipato (una ventina negli ultimi dieci anni con innumerevoli borse di studio), e aver tenuto centinaia di concerti anche in ambito di prestigiosi festival internazionali, il problema di Alberto ora è quello di trovare insegnanti in grado di seguirlo, di farlo crescere. Per lui, Fondazione Q ha realizzato un cd: “Scherzi, Sonate e Notturni“. Brani scritti da grandi autori come Chopin, Liszt, Schumann e Schubert. Brani di grande difficolta’ e fascino che lui ha ben saputo interpretare , seguito dal Maestro Julian Schwenkner, un importante direttore musicale arrivato apposta da Berlino. Il disco e’ stato registrato nella sala “Gustav Mahler“ di Dobbiaco da Peter Ghirardini. Fondazione Q per Alberto Tessarotto ha un’idea ambiziosa e impegnativa, portarlo a suonare tra i suoi coetanei, nelle scuole e nelle universita’ per far raccontare ad un ragazzo assolutamente “normale“... del tutto uguale quelli della sua età, la grande musica concertistica. Alberto attualmente segue il Corso di alto perfezionamento di Pianoforte presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di e studia Composizione.

ALBERTO TESSAROTTO – Official Site

ufficio stampa
PROTOSOUND POLYPROJECTwww.protosound.net
L'ALTOPARLANTEwww.laltoparlante.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl