Peace Pieces

16/lug/2012 14.14.25 Verena A. Merli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

PEACE PIECES

 ideazione e direzione artistica: Francesca Parvizyar
con il patrocinio e in collaborazione con Provincia di Milano e Milano Metropoli
con il patrocinio di Expo 2015

con il patrocinio di
Keren Kayemeth LeIsrael, Fondazione Ente Spettacolo, Comunità Religiosa Islamica Italiana

:::

Milano, Palazzo Isimbardi
martedì 24 luglio 2012, ore 20

:::

Credo con tutto il cuore che la musica sia uno degli strumenti d’espressione migliori che abbiamo.

 

Il progetto “Peace Pieces” di Francesca Parvizyar parte da questa affermazione di Claude-Achille Debussy, del quale ricoronno i 150 anni dalla nascita, per abbracciare un tema di grande importanza e sensibilità quale quello del dialogo interculturale.

 

A rappresentare la conciliazione che la musica produce, il prossimo 24 luglio si terrà presso il cortile di Palazzo Isimbardi il concerto per due pianoforti Peace Pieces - Pezzi di Pace.

 L’iniziativa, in collaborazione e con il patrocinio di Provincia di Milano e Milano Metropoli, gode anche del patrocinio di Expo 2015, Keren Kaymeth LeIsrael, Fondazione Ente Spettacolo, CO.RE.IS. Comunità Islamica Religiosa Italiana.

 Protagonisti della scena musicale saranno Bishara Haroni (Nazareth, 1983) e Yaron Kohlberg (Gerusalemme, 1983).

Bishara e Yaron si sono conosciuti a Gerusalemme e dal 2008 suonano insieme (il 24 luglio per la prima volta insieme in Italia) con l'obiettivo di dimostrare che la musica interpreta espressioni della multiculturalità grazie alla sua universalità e alla capacità di sondare nel profondo dell’animo e della mente.

Il concerto sarà aperto gratuitamente al pubblico con un numero limitato di posti disponibili (obbligo di prenotazione al 348.9319301 o waiting@waiting-for.it).


Nel segno delle linee guida Expo 2015 verrà posta attenzione sul cibo e il convivio come “luogo dell’interculturalità”, con realizzato con il patrocinio di Fondazione Ente Spettacolo, presieduta da mons. Dario E. Viganò, che raccoglierà un originale montaggio di scene di film nei quali compaiono convivi delle tradizioni ebrea, cristiana e musulmana.

 

Programma musicale:

Franz Schubert: Fantasia per 4 mani in Fa minore

Franz Liszt, La Campanella (solo Bishara Haroni)

Sergei Prokofiev, Sinfonia nr. 1 "Classica", trascrizione per 2 pianoforti di Rikuya Terashima

Claude Debussy, L'Isle joyeuse (solo Yaron Kohlberg)

Sergei Rachmaninov: Suite nr. 1, op. 5

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl