Sonar e cantar tedesco

06/ago/2012 09.46.15 Harmonia Musicae Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Nei saloni del grandioso Castello Caetani a Trevi nel Lazio si terrà il quinto concerto della rassegna di musica antica TREBANTIQUA che vedrà un programma di musiche vocali e strumentali di area tedesca.

TREBANTIQUA - Musica Antica nell'Alta Valle dell'Aniene (dir.artistica: Giuseppe Schinaia)
Trevi Nel Lazio (FR) - ITALY
Martedi 14 agosto, ore 21
Castello Caetani

Irene Morelli, soprano
Alessandro Mancuso, violino
Nicola Paoli, violoncello
Giuseppe Schinaia, clavicembalo

G.F.Händel: "Singe Seele, Gott zum Preise" HWV 206, aria per soprano, violino e basso continuo
G.Muffat: Sonata in re maggiore (1677) per violino e basso continuo (adagio, allegro, adagio, allegro, adagio)
P.Hellendaal: Sonata in re maggiore op.5 n.2 per violoncello e basso continuo (adagio, allegro, affettuoso, rondo)
G.F.Händel: "Künft'ger Zeiten eitler Kummer" HWV 202, aria per soprano, violino e basso continuo
H.Albicastro (J.H. von Weissenburg): Variazioni sulla Follia di Spagna, op.5 n.6 per violino e basso continuo
G.F.Händel: "Meine Seele hört im Sehen" HWV 207, aria per soprano, violino e basso continuo

Irene Morelli
Nell’Anno accademico 2010-2011 si laurea con  lode in Musicologia e beni musicali presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.
Nel 2011 vince il Primo premio (Sezione Musica da camera con  la pianista Jiyoung Choe) al Concorso Internazionale Vincenzo Scaramuzza.
Nel 2009 consegue il Fellowship Diploma in Chamber Vocal Music rilasciato dal National College of Music and Arts di Londra. Nel 2008 si diploma presso il Conservatorio L. Refice di Frosinone sotto la guida del M° Teresa Rocchino.
Si specializza con i Maestri: Elizabeth Norberg-Schultz, Hyo Soon Lee, Paolo Subrizi (Masterclasses 2008 – 2009 Crotone in Musica), Pietro Spagnoli (Masterclass 2008 - I Laboratorio di Arte Scenica).  Debutta in Giannetta ne L’Elisir d’amore, Barbarina ne Le Nozze di Figaro, la Prima Conversa in Suor Angelica. Nel 2012 debutta il ruolo di Suor Genovieffa in Suor Angelica.
Attiva soprattutto in ambito concertistico, ha partecipato a diverse manifestazioni e rassegne musicali, esibendosi in numerose sale da concerto  e teatri come  la Fondazione  Arts Accademy, il Palazzo Apostolico Lateranense, Accademia d’Ungheria ed Istituto Germanico di Roma,  il Teatro La 60esima Strada di Frosinone, Teatro Antares di Ceccano, Teatro Politeama  di Alatri,  Teatro7, Teatro San Genesio  e  Teatro G. Oberdan di Roma, esibendosi anche nell’ambito dei 40 Concerti nel Giorno del Signore, l’Officina Musicale dell’Altopiano delle Rocche “Giuseppe Scotese”, Il Festival Severino Gazzelloni, Matinée concerts del F.Liszt Memorial Museum and reasearch centre (Budapest). Ha partecipato in più occasioni al progetto Musica negli Ospedali, ideato dal M° Giuseppe Sinopoli.
Nel 2011 è stata solista nello spettacolo teatrale Grande Soirèe (tesi di R. Marzullo e S. Gravina, musiche Lehàr, Buzzi-Peccia, Verdi, Rossini Chabrier) rappresentato presso il Teatro 7 di Roma e ha preso parte allo spettacolo La Bella Epoque a Villa Torlonia (scritto e diretto da Michele la Ginestra) in occasione de La notte dei musei 2011.
Nel 2010 ha cantato nello spettacolo teatrale L’Ombra di Ares (di G. Colangelo), rappresentato  al Parco Tarantini di Maratea. Nello stesso anno è stata protagonista della pièce teatrale-musicale I Fantasmi di Mozart  (di. A. Lineri e I. Morelli) andata in scena al Teatro 7 di Roma. Nel 2011 ha cantato nello spettacolo teatrale Canto al Dio nascosto (di G. Colangelo) presso la Sala Comunale di Trecchina.
Collabora con l’Harmonia Musicae per la riscoperta e l’esecuzione di Opere Rare, scritte a cavallo tra ‘600 e ‘700.

Alessandro Mancuso
Ha cominciato a studiare violino e viola con il padre. Giovanissimo, ha vinto una borsa di studio al Festival Internazionale di Sorrento per perfezionarsi con Salvatore Accardo, ed è stato premiato alla Rassegna Nazionale di Vittorio Veneto. Al Conservatorio di S.Cecilia in Roma ha studiato musica da camera con Dino Asciolla, e si è diplomato con il M° Arrigo Pelliccia. Ha frequentato il seminario su Beethoven tenuto da Henryk Szeryng per l'Accademia Nazionale di S.Cecilia. Ha vinto il I Concorso Nazionale di Pescara, dove è stato premiato anche nella sezione duo violino e pianoforte con il fratello Stefano. Ha insegnato al Conservatorio di Firenze, ed è stato I violino del Quintetto Italiano d'Archi e dell'International Chamber Ensemble. Ha studiato violino barocco con Enrico Casazza ai corsi dell' Accademia del Ricercare.
Suona un 'Francesco Ruggeri detto il Per' del 1673.

Nicola Paoli
Nicola Paoli, nato a Genova nel 1988, ha iniziato a sei anni lo studio del violoncello con R. Rebaudengo, e si è diplomato nel 2009 presso il Conservatorio N. Paganini di Genova sotto la guida di M. Ronchini. Si esibisce in concerti solistici, cameristici, sinfonici, opere liriche, registrazioni per dischi, colonne sonore di film e documentari. Col pianista Emanuele Delucchi ha avviato un progetto di approfondimento sul repertorio per violoncello e pianoforte.
Dal 2009 studia anche violoncello barocco con G. Nasillo presso le Scuole Civiche di Milano, dove ha potuto seguire masterclass con Charles Rosen, Diego Fratelli, Barthold Kuijken, e suonare in concerto con Stefano Montanari, Paolo Rizzi, Antonio Frigé, Shari Rhoads, Roberto Balconi, Marcello Gatti, Alfredo Bernardini, Lorenzo Ghielmi, Carlo De Martini, Maurizio Croci, Gianni De Rosa, Willem Jansen, Pieter van Dijk, spesso come violoncello principale o anche come solista.
Ha frequentato corsi di perfezionamento con Federico Guglielmo, Stefano Bagliano, Francesco Galligioni, inoltre segue ormai regolarmente anche i corsi estivi di musica antica “Manuel De Falla” a Granada, con Jaap Ter Linden, Corrado Bolsi, Catherine Manson e Wilbert Hazelzet.
Collabora con svariati gruppi e artisti, tra cui Cinzia Barbagelata con ”Arcantico Ensemble”, Marco Zambelli, Luca Franco Ferrari con il “Concento Ecclesiastico”, Michele Benuzzi con “Arcomelo”, Il “Cimento degli Affetti”, “Il Convitto Armonico”, “Baschenis Ensemble”. È inoltre il violoncellista dell'Abchordis Ensemble, recentemente costituito con alcuni giovani musicisti provenienti dall'Italia e da altri paesi; il gruppo ha vinto due résidences per il 2012 (Pavia e Ambronay) nell'ambito dei progetti dell'Académie Baroque Européenne d'Ambronay, e ed è stato invitato a esibirsi in eventi prestigiosi tra cui il Festival d'Ambronay 2012 e  il Festival "Les Riches Heures de Valère” a Sion (Svizzera).

Giuseppe Schinaia
Ha iniziato a Roma lo studio del pianoforte con Umberto De Margheriti e lo studio della teoria musicale e dell'armonia con il direttore d'orchestra Roberto Cagiano. Successivamente ha proseguito gli studi di composizione presso il Conservatorio di Musica "S. Cecilia" in Roma con Nazario C. Bellandi e quelli di pianoforte con Lya De Barberiis. Contemporaneamente ha iniziato ad occuparsi di musica antica e di antichi strumenti a tastiera, studiando organo e clavicembalo. Nei primi anni '80 è stato animatore e membro di uno dei primi gruppi romani di musica antica con i quali ha effettuato pubbliche esecuzioni di composizioni rare o inedite del '600 italiano (F. Cavalli, G.F. Sances e altri). Successivamente ha frequentato corsi di specializzazione e masterclass come solista e come continuista con Claudia Ferrero, Bob van Asperen, Pierre Hantaï, Antonio Frigè e Christophe Rousset. Ha fondato l'associazione di musica antica "Harmonia Musicae" che, con varie formazioni, si dedica all'esecuzione di musiche del periodo barocco, con particolare attenzione alla musica vocale. Recentemente è stato nominato direttore artistico di TREBANTIQUA, rassegna internazionale di musica antica, che si svolgerà nell'estate 2012 a Trevi nel Lazio (FR).
Recenti apparizioni includono concerti solistici (organo, lautenwerk e clavicembalo) e in ensemble, sia negli Stati Uniti (Boston, Chicago, New York, St. Louis) sia in Italia (Roma, Torino, Brescia, Perugia, Viterbo, Terni, etc.), collaborando variamente con musicisti quali Diego Cantalupi, Francesca Cassinari, Cristina Paolucci, Gianluigi Ghiringhelli ed altri nell'esplorazione del repertorio antico, vocale e strumentale.
In qualità di teorico e musicologo svolge attività di ricerca ed analisi musicale, con particolare attenzione al periodo barocco; recentemente ha curato edizioni critiche di musicisti francesi per le edizioni Armelin Musica e Musedita, mentre altre sono in preparazione. Giuseppe Schinaia è anche autore di musiche vocali e strumentali eseguite in Italia e negli Stati Uniti ed è docente di statistica presso la "Sapienza", Università di Roma, dove svolge attività di ricerca scientifica anche nel campo dell'analisi musicale quantitativa.
Per i suoi meriti artistici e scientifici, Giuseppe Schinaia è stato inserito nel 2001 nell'annuario internazionale Who'sWho® in the World.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl