"Come un cammello in una grondaia", di Serena Sinigaglia (30 gennaio)

18/gen/2007 13.49.00 Teatro Comunale di Monfalcone Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Nuovo Teatro Comunale di Monfalcone

www.teatromonfalcone.it

 

 

STAGIONE DI PROSA / contrAZIONI. Nuovi percorsiscenici

COME UN CAMMELLO IN UNA GRONDAIA, di Serena Sinigaglia (30gennaio 2007)

 

La stagione diprosa del Teatro Comunale di Monfalcone prosegue martedì 30 gennaio, alle ore 20.45, con un nuovo appuntamento con contrAZIONI. Nuovi percorsi scenici.Si tratta di Come un cammello in una grondaia,uno degli spettacoli più importanti dell’ATIR Associazione Teatrale Indipendente per la Ricerca, cheannovera nel cast tutti gli attori storici del gruppo. A firmare la regia dellospettacolo è Serena Sinigaglia,anima del gruppo, fra le più originali e capaci giovani registe italiane mentrel’articolato percorso drammaturgico è stato elaborato dalla Sinigagliainsieme agli attori dell’ATIR.  

 

Liberomontaggio di brani, musiche, canti e parole ispirato alle “Lettere dicondannati a morte della resistenza europea”, Come un cammello in una grondaia deve il suo bizzarro titoload una canzone di Franco Battiato che inizia così: “Vivo come un cammelloin una grondaia in questa illustre e onorata società! E ancora sto aspettandoun’ottima occasione per acquistare un paio d’ali e abbandonare ilpianeta”.

Lo spettacolonasce dalla rilettura di queste lucide e al contempo struggenti lettere, dallariscoperta di parole – e contenuti – importanti come“lotta”, “libertà”, “amore”,“compagni”, scritte da gente diversa per età, estrazione sociale,cultura, nazione, fede ma accomunata da uno stesso nemico e dalla stessaconvinzione spirituale di fronte alla morte, in nome degli stessi ideali evalori.

 

Scrive, nell’ultima lettera alla moglie, Morand, 38anni, militante nei Franchi Tiratori Partigiani Francesi, fucilato senzaprocesso il 7 marzo 1944: “E tuttavia ti faccio questa cosa orribile, dilasciarti. Il fatto è che non ci siamo solo noi e il nostro amore a questomondo: c’è tutta una vita che può rendere felici o infelici noi e glialtri, ed è per quella felicità, più grande della nostra, ma che la comprende,che io sono partito… Dopo che a te, non ho creduto che a una cosa, ed èquella per cui muoio… Ero capace di essere uomo, con un ideale e un sensodel dovere. E’ duro, lo sai, ma io terrò il colpo, tu potrai essere fieradi me”.

 

Queste alcune riflessioni di Serena Sinigaglia: “[...]Scopriamo che l’urgenza e la fatalità, spesso casuale, di unascelta rendono l’uomo non solo ingegnoso ma, a conti fatti e col senno dipoi, eroe. Scopriamo che esistono periodi storici e momenti di una vita dove èpossibile pronunciare senza spavento e soprattutto senza vergogna paroleimportanti come lotta, libertà, amore, compagni… Scopriamo che asituazioni estreme corrispondono gesti e possibilità estreme e ci chiediamo sec’è bisogno di una guerra mondiale per rivelare negli uomini tantanobiltà d’animo, tanta universalità di intenti. [...] Come si fa aparlare di queste cose, a leggere queste lettere senza diventare retorici opatetici o presuntuosi o ideologici? Forse tutto sta nel non esprimere giudiziaffrettati, nell’ascoltare quelle parole con fiducia e fare e dire tuttoquello di cui abbiamo voglia, sia esso brutto che bello”.

 

martedì 30 gennaio2007 ore 20.45 / contrAZIONI

Come un cammello in una grondaia

liberamentetratto da “Lettere di condannati a morte della resistenza europea”,a cura di P. Malvezzi e G. Pirelli
regia di SerenaSinigaglia

con Mattia Fabris,Stefano Orlandi, Maria Pilar Perez Aspa, Arianna Scommegna, Irene Serini, Serena Sinigaglia, SandraZoccolan

ATIR AssociazioneTeatrale Indipendente per la Ricerca

 

Prevendita da sabato 20 gennaio
c/o Biglietteria del Teatro, dal lunedì al sabato, dalle 17 alle 19.

Prenotazione telefonica
Chi risiede fuori Monfalcone può prenotare telefonicamente (tel. 0481 790 470,dal lunedì al sabato, dalle 17 alle 19) al massimo due posti, a partire dalsecondo giorno di prevendita (informazioni più dettagliate sul sito del Teatro
).

Acquisto on line
Prenotazione e acquisto, tramite carta di credito, sul sito www.greenticket.it
.

 

 

Ufficio Comunicazione –Roberta Sodomaco (tel. 0481 494 369)

 

AVVERTENZA | Decreto Legislativo 196/2003art. 13. Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento didati personali. Gli indirizzi E-Mail presenti nel nostro archivio provengono darichieste di iscrizioni pervenute al nostro recapito o da elenchi e servizi dipubblico dominio pubblicati in Internet, da dove sono stati prelevati. I Vs. dati sono acquisiti,conservati e trattati nel rispetto del Decreto Legislativo 196/2003 art. 13. Iltitolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momento la confermadell'esistenza, la modifica o cancellazione come previsto dall'articolo 13.Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta ma può succedere che ilmessaggio pervenga anche a persone non interessate, in tal caso vi preghiamo disegnalarcelo scrivendo come indicato l'indirizzo di posta elettronica chedesiderate rimuovere dalla lista. Abbiamo cura di evitare fastidiosi inviimultipli; laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'ora invitandovi asegnalarcelo immediatamente.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl