Stagione di prosa e concerti 06/07 - MARZO/APRILE

12/feb/2007 16.49.00 Teatro Comunale di Monfalcone Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Nuovo Teatro Comunale di Monfalcone

www.teatromonfalcone.it

 

 

Stagione di prosa e concerti 2006-2007 / Appuntamenti di marzo e aprile

 

venerdì2 marzo 2007 ore 20.45

SergejKrylov violino

In programma musiche di Eugène-Auguste Ysaÿe,Sergej Prokof’ev, Luciano Berio, Niccolò Paganini

Natoa Mosca da una famiglia di musicisti, Sergej Krylov inizia lo studio delviolino a cinque anni e all’età di dieci debutta con l’orchestra;nel 1989 vince il Concorso Internazionale “R. Lipizer” e dopo unperiodo di perfezionamento con Salvatore Accardo si aggiudica il Concorso“A. Stradivari” di Cremona e il “F. Kreisler” diVienna. Suona nelle più prestigiose sale tra cui Auditorium de Radio France aParigi, Philharmonie di Berlino e di Monaco, Musikverein e Konzerthaus diVienna, Suntory Hall di Tokio, Scala di Milano. Ha collaborato con orchestre,tra cui Vienna Symphony Orchestra, English Chamber, Camerata AcademicaSalzburg, Orchestra “Giuseppe Verdi” di Milano e con direttoriquali Vladimir Ashkenazy, Jutaka Sado, Zoltan Kocsis, Ralf Gothoni, FranzWelser-Möst e Mstislav Rostropovich. Tra i partner nella musica da camerafigurano Yuri Bashmet, Maxim Vengerov, Nabuko Imai, David Geringas e Lilya Zilberstein.

Prevendita dal 21febbraio

 

domenica 4 marzo 2007 ore 20.45 / contrAZIONI

John e Joe

di AgotaKristof

regia di Pietro Faiella

con MassimoOlcese e Adolfo Margiotta

Lo spettacolo cuidanno vita gli inimitabili Olcese e Margiotta è la prima messinscena italianadi John e Joe, intrigante piècescritta nel 1972 dalla scrittrice ungherese Agota Kristof (autrice de La trilogia della città di K.), testoburlesco ed inquieto che sembra tessuto sulle aggressive modalità espressive esul linguaggio surreale tipici del duo comico. Imprigionati in un non-luogo, unessenziale bistrot con tavolini e sedie all’aperto, John e Joe, mossi dalbisogno e dal desiderio, dialogano, si scontrano ed entrano in conflitto per ilpossesso di una vincita al lotto, attaccandosi ferocemente, addiritturadenunciandosi e finendo in prigione, in un crescendo costantemente in bilicofra apparente idiozia e gusto dell’assurdo.

John e Joe siscambiano gli abiti, le vite, i destini perché, in fondo, nessuno dei due puòrinunciare all’altro. Nell’arco di tre giornate, i due amicicompiono sulla propria pelle un vero e proprio percorso cognitivo, scoprendoche solo donando fiducia, scambiando amore con amore, l’uomo è veramenteuomo.

Prevendita dal 22febbraio

 

venerdì9 marzo 2007 ore 20.45 / contrAZIONI

Nel fango del dio pallone. La storia maledetta di CarloPetrini, centravanti di serie A

di AlessandroCastellucci e Giulio Baraldi

regia di Giulio Baraldi

con AlessandroCastellucci

Tratto dal bestseller Nel fango del dio pallone,autobiografia di Carlo Petrini, lo spettacolo si snoda attraverso il raccontodi un ex-calciatore, uno che forse, in carriera, ha conosciuto da vicinoPetrini.

Ma chi è CarloPetrini? E’ uno che giocava nel Milan del 1968, ai tempi di Trapattoni eRivera. Ma è anche uno che hanno voluto cancellare dalla storia del calcio.Petrini fu tra i primi a sperimentare sostanze illegali dopanti e negli anniSettanta fu mediatore e artefice di diverse partite truccate. Poi, nel 1980,fra numerosi responsabili, fu uno dei pochi a pagare pertutti.   

Oggi è un uomo che,pagate sportivamente e penalmente le sue colpe, non ha più paura di raccontarele tante verità del calcio: i pareggi concordati, le partite vendute, glieccessi fuori dal campo, il doping e gli espedienti per eludere i controlli, isoldi in nero. Uno che non ha paura perché il calcio gli ha dato ma,soprattutto, gli ha tolto tutto.

In tantissimi hannoletto il libro di Petrini ma lui non ha ricevuto alcuna denuncia perdiffamazione. E’ perché ormai non conta più nulla o perché le sueaffermazioni non possono essere smentite?

Macrò Mauditracconta una vicenda scottante, che ha per protagonista un uomo forte econtraddittorio, e ci ricorda, anzi conferma, quanto lontano sia il mondo delcalcio dai più puri e sani ideali sportivi.

Al termine dello spettacolo, il calciatore Carlo Petriniincontrerà il pubblico.

Prevendita dal 27febbraio

 

lunedì12 e martedì 13 marzo 2007 ore 20.45

Delitto e Castigo

da Fëdor Dostoevskij

versione, riduzione teatrale e regia di Glauco Mauri

con GlaucoMauri, Roberto Sturno

“L’uomo è un misterodifficile da risolvere. Io voglio cercare di comprendere questo mistero perchévoglio essere un uomo”. Così scriveva nel 1839, a soli 18 anni, ilgiovane Dostoevskij: già sapeva che avrebbe dedicato la sua vita e la sua artea comprendere l’essere umano.

Delittoe Castigo venne definito dal suoautore “resoconto psicologico di un delitto” ma si tratta di moltodi più. Il dramma di Raskolnikov e la solitudine misteriosa di Porfirij, infatti,ci fanno scoprire verità che tutti abbiamo sepolte in noi.

La versione teatrale elaborata da GlaucoMauri racconta la discesa negli abissi dell’uomo concentrandosi sulnucleo originale del romanzo: il resoconto psicologico di un delitto, unracconto di sconvolgente attualità sull’insensatezza – la stessadell’uomo di oggi – del delitto di Raskolnikov.

Scrive lo stesso Mauri, regista,interprete ed autore di questo suggestivo adattamento teatrale: “il teatro ha bisogno difavole da raccontare agli uomini e l’appassionante cammino, dal delittoal castigo, di Raskolnikov è una di quelle grandi favole che chiedono di essereraccontate perché possono aiutare l’uomo a meglio comprendere sestesso”.

Prevendita dal 2marzo

 

venerdì16 marzo 2007 ore 20.45

London Baroque

Emma Kirkby soprano

In programma musiche di Henry Purcell, Georg Friedrich Händel, Giovan BattistaPergolesi, Johann Sebastian Bach, Johann Christian Smith

Il periodo tra Sei eSettecento è ancora una volta protagonista, nella voce cristallina di EmmaKirkby e nelle corde del London Baroque Ensemble: punto di forza delle lorointerpretazioni sono la gioia dell’espressione dal vivo el’affiatamento nel nome della purezza di un repertorio raffinato etoccante.

Il London Baroquenasce nel 1978 e si afferma ben presto a livello internazionale con unaprestigiosa attività di oltre cinquanta concerti l’anno e moltiimportanti titoli discografici (musiche di Corelli, Händel, Purcell, C.P.E.Bach e tanti altri). Emma Kirkby annovera tra le sue incisioni un repertoriovastissimo: dalle sequenze di Hildegard di Bingen, ai madrigali delRinascimento inglese ed italiano, da cantate ed oratori di tutto il barocco,alle opere di Haydn e Mozart. Con il Baroque Ensemble la cantante ha inciso,tra gli altri, nell’autunno del 2000,i Mottetti di Händel e diverse pagine di Bach e Scarlatti.

Prevendita dal 6marzo

 

martedì27 marzo 2007 ore 20.45 / contrAZIONI

Pasolini. Un mistero italiano

di e con Carlo Lucarelli

Pasolini, un mistero italiano, coraggioso esempio diteatro-inchiesta, porta in scena il dibattito aperto sulla controversa morte diPier Paolo Pasolini, poeta, regista, scrittore e intellettuale che qui,nell’ultimo atto di una vita sempre non conforme, è visto al centro di un“mistero italiano”, al confine fra delitto politico e fattaccioborgataro.

Un misterofra i tanti del costume nazionale, incline agli insabbiamenti, ai depistaggi,alle rimozioni finali.

Lontanodallo scandalismo provocatorio e da ogni tentazione puramente“giallistica”, lo spettacolo rimette in fila con rigore i fatti,rivede le indagini svolte e, soprattutto, quelle mai eseguite e fa riaffiorarequalche imprevista sorpresa.

A condurrela narrazione è Carlo Lucarelli, volto noto della televisione (“Blunotte”) ma anche scrittore graffiante e lucida coscienza critica dellanostra oscura e labirintica storia.

Prevendita dal 17marzo

 

giovedì29 marzo 2007 ore 20.45

Henschel Quartett

In programma musiche di Felix Mendelssohn-Bartholdy, Erwin Schulhoff,Alban Berg

“Sostenutoda un brio e da un’audacia che raramente si riscontrano”,“vicinissimo alla perfezione” sono solo alcuni dei commenti chesulla stampa ha suscitato il Quartetto Henschel. Nato dalla volontà deifratelli Henschel nel 1994, l’ensemble è attualmente riconosciuto a livellointernazionale per aver vinto tre dei più importanti concorsi cameristici(Evian, Banff e Salisburgo). La sua attività concertistica è nota nelleprincipali istituzioni musicali di tutto il mondo (dal Festival di Tanglewoodnegli Stati Uniti, alla Schubertiade di Feldkirch, dal Concertgebouw diAmsterdam al Tivoli di Copenhagen) e da sempre i quattro musicisti trovano laloro cifra caratteristica nella particolare brillantezza sonora enell’impatto emotivo delle loro esecuzioni.

Conl’incisione dei Quartetti di Mendelssohn si sono guadagnati importantipremi da parte della critica specializzata tedesca, ed hanno al loro attivol’incisione per la Deutsche Grammophon di molte pagine di Erwin Schulhoff.

Prevendita dal 19 marzo

 

venerdì30 e sabato 31 marzo 2007 ore 20.45

Don Chisciotte. Frammenti di un discorso teatrale

regia di Maurizio Scaparro

con PinoMicol, Augusto Fornari

musiche di Eugenio Bennato

“Il Teatro è così perché cimette davanti uno specchio in cui si riflettono le azioni della vita umana, enon c’è nessun altro evento che rappresenti ciò che siamo e ciò chevogliamo essere più del teatro e degli attori”. A proferire queste parolenon è un uomo di teatro, un drammaturgo o un regista ma Don Chisciotte, forseil più celebre personaggio letterario di tutti i tempi, le cui picarescheavventure hanno entusiasmato i lettori di tutto il mondo. Con Don Chisciotte. Frammenti di un discorso teatrale Scaparroriprende la ricerca intorno al capolavoro di Cervantes che lo impegna da tempoe racconta, in uno spazio atemporale, l’itinerario del leggendariocavaliere – interpretato da Pino Micol – mettendo in scena ilparticolare percorso drammaturgico elaborato insieme a Rafael Azcona, notosceneggiatore cinematografico, e a Tullio Kezich. Le musiche di Eugenio Bennatoed i pupi siciliani della grande tradizione dei Cuticchio rendono lo spettacoloun evento dalle tante anime artistiche, dal quale emerge la figura di un uomo“in bilico tra passato e futuro, che vive in un’età del ferro e sognal’età dell’oro, esattamente come capita all’uomo oggi”.

Prevendita dal 20marzo

 

martedì3 aprile 2007 ore 20.45

Katia & Marielle Labèque pianoforti

Mayte MartÍn cantora

"Flamenco"

“Mayte Martín è nata per cantare e il giorno che ha iniziato èstato con il Flamenco: l’ha appreso senza pianificarlo e senza altristrumenti che il suo cuore”. Così citano le prime righe della biografiadella grande cantaora:compositrice e chitarrista, oltre che cantante, Mayte Martín trova la suaispirazione nella tradizione popolare, a cui adatta il proprio stile intenso,fatto di sobrietà e grande calore. Dedita a diversi stili (oltre al flamenco,fa proprio anche il bolero ed altre forme popolari), trova nel sodalizio con lesorelle Labèque un veicolo di straordiaria forza espressiva. Il duo pianisticovanta una sbalorditiva carriera fondata sulla collaborazione con le piùprestigiose orchestre del mondo e sulla scelta volutamente anticonformista diun repertorio immenso, eclettico ed originale: con geniale e travolgentedisinvoltura, infatti, le due sorelle si muovono attraverso tutta la storiadella musica, da Bach alla realtà contemporanea dominando ogni scelta musicalecon inconfondibile personalità.

Prevendita dal 24 marzo

 

 

Ufficio Comunicazione: Roberta Sodomaco – ClaraGiangaspero (tel. 0481 494 369)

 

AVVERTENZA | Decreto Legislativo 196/2003 art. 13. Tutela delle persone e dialtri soggetti rispetto al trattamento di dati personali. Gli indirizzi E-Mailpresenti nel nostro archivio provengono da richieste di iscrizioni pervenute alnostro recapito o da elenchi e servizi di pubblico dominio pubblicati inInternet, da dove sono stati prelevati. I Vs. dati sono acquisiti, conservati e trattati nelrispetto del Decreto Legislativo 196/2003 art. 13. Il titolare dei dati potràrichiederne in qualsiasi momento la conferma dell'esistenza,la modifica o cancellazione come previsto dall'articolo13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta ma può succedere cheil messaggio pervenga anche a persone non interessate, in tal caso vi preghiamodi segnalarcelo scrivendo come indicato l'indirizzodi posta elettronica che desiderate rimuovere dalla lista. Abbiamo cura dievitare fastidiosi invii multipli; laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'ora invitandovi a segnalarcelo immediatamente.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl