com. stampa, concerto straordinario a salso, 30 dicembre

Dieci anni fa nasceva dalla volontà di un musicista triestino, Igor Coretti-Kuret, l'orchestra sinfonica che dal 2004 ha nome CEI Youth Orchestra (Orchestra giovanile dell'Iniziativa Centreuropea).

26/dic/2008 13.32.30 cei press Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
comunicato stampa: 

Tra i molti anniversari festeggiati nell'arco del 2008, uno è stato di particolare rilevanza perché è l'anniversario di un sogno realizzato. Dieci anni fa nasceva dalla volontà di un musicista triestino, Igor Coretti-Kuret, l'orchestra sinfonica che dal 2004 ha nome CEI Youth Orchestra (Orchestra giovanile dell'Iniziativa Centreuropea).

E' un sogno, un'utopia, quasi un'impresa donchisciottesca quella di creare un'orchestra sinfonica composta da ragazzi compresi tra gli undici e i diciotto anni, provenienti da un'area geografica in perpetuo movimento qual'è quella compresa tra l'Albania e la Macedonia a sud e la Bielorussia e l'Ucraina a nord. Il sogno di assemblare davanti a un unico spartito etnie talvolta contrapposte, culture e lingue diverse e farlo non con musicisti professionisti o con “bambini-prodigio” ma con studenti di normali licei che frequentano gli istituti musicali delle loro città. Ragazzi dotati o molto volenterosi che, in molti casi, mai avrebbero pensato di poter suonare un giorno in un complesso sinfonico, magari alla Konzerthaus, la mitica casa dei Berliner o al Parlamento Europeo di Bruxelles come avvenuto nel 2008 e in molte altre sale europee non meno prestigiose.

L'idea portante della CEI Youth Orchestra è la convinzione circa il potere della musica e del suonare insieme come mezzo per il superamento delle barriere mentali e dei nazionalismi. La convinzione circa lo straordinario valore unificante della musica. I circa ottanta adolescenti che due, talvolta tre, volte all'anno per venti giorni si trovano e danno vita alla CEI Orchestra non costituiscono un gruppo stabile: per dare l'opportunità a più giovani di usufruire dell'esperienza, il ricambio è continuo, la ricerca di musicisti non si interrompe in nessuna stagione dell'anno. Per loro si tratta di una esperienza umanamente e artisticamente unica. Il resto lo fanno la sapiente bacchetta del direttore e degli assistenti che istruiscono le varie sezioni orchestrali.

Il valore del progetto, ovviamente, non riguarda il solo aspetto ideale; il livello musicale dell'orchestra è indubbio ed è confermato dai successi di critica e pubblico riportati durante le tourné che suggellano il lavoro preparatorio.

L'Unione Terre Verdiane, sensibile allo straordinario valore etico-artistico di questo progetto, è tra i suoi fattivi sostenitori. Un'occasione imperdibile è quindi quella 30 dicembre, alle ore 20.45,, presso le Terme Berzieri di Salsomaggiore; un “aspettando San Silvestro”, con un programma che comprende musiche di Rossini, Verdi, Mozart, Fauré, Beethoven, Tchaikovskij e Johann Strauss jr. (i dettagli in locandina).

www.ceiyouthorchestra.eu

334 9752517

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl