CONCERTI D'INVERNO COL DUO DILLON - TORQUATI

12/feb/2009 23.18.26 AMICIdellaMUSICA MODENA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comunicato stampa

Modena - CONCERTI D’INVERNO AL TEATRO DELLE PASSIONI COL DUO VIOLONCELLO E PIANOFORTE. UN PERCORSO TRA IL ROMANTICO, IL NEO ROMANTICO E IL NOVECENTO STORICO

Modena - CONCERTI D’INVERNO COL DUO VIOLONCELLO E PIANOFORTE. UN PERCORSO TRA IL ROMANTICO, IL NEO ROMANTICO E IL NOVECENTO STORICO

 

 

Appuntamento al Teatro delle Passioni, domenica 15 febbraio alle ore 17.30, con la rassegna Concerti d’Inverno, realizzata dall’associazione Amici della Musica di Modena con il contributo dellaFondazione Cassa di Risparmio di Modena e il Comune di Modena.

Ospiti il duo FRANCESCO DILLON (violoncello) ed EMANUELE TORQUATI (pianoforte). Dillon, membro anche del Quartetto Prometeo, prossimo ospite dei Concerti d'Inverno, è uno dei più noti violoncellisti italiani e forma con Torquati un duo di grande affiatamento e qualità.

Il programma è assai particolare, con quattro composizioni di ampio respiro legate da fili talvolta evidenti, talvolta assai sottili: un romantico tedesco (Robert Schumann, Kinderszenen op. 15), un "neoromantico" tedesco dei nostri giorni (Wolfgang Rihm, Von Weit ), un altro contemporaneo, ma australiano (quindi di lingua inglese) trapiantato a Berlino (Brett Dean, Huntington Eulogy ) e, alla fine, un inglese del Novecento storico, (Benjamin Britten, Sonata op. 65  ).

L’associazione Amici della Musica di Modena propone prima del concerto un appuntamento con l’arte: alle ore 15 sarà possibile osservare l'evoluzione dell'arte incisoria a partire dalle illustrazioni silografiche del '400 fino alle acqueforti e acquetinte del '900 e conoscere le varie tecniche incisorie attraverso l'esame di fogli originali delle varie epoche di Maestri quali Durer, Rembrandt, Parmigianino. Prenotazione obbligatoria  Per informazioni tel. 059 372467.

FRANCESCO DILLON, violoncellista, accanto all'attività solistica svolge un' intensa attività cameristica con il Quartetto Prometeo in Italia e all' estero e nel campo della musica contemporanea con l'ensemble Alter-Ego suonando moltissime opere in prima esecuzione nei più importanti festival d’Europa e del Mondo e collaborando con importanti compositori e con celebri musicisti elettronici come Matmos, Pansonic, Scanner. Nel 1995 viene scelto da Giuseppe Sinopoli come violoncellista dei Solisti dell' Accademia Filarmonica Romana. Collabora abitualmente in varie formazioni di musica da camera con musicisti. Ha vinto la Rassegna di violoncello di Vittorio Veneto (1994) e, col quartetto,premi alla "Primavera" di Praga,ARD Munich,Bordeaux. Ha inciso per Aulos, Dynamic, Ricordi, Sonoris, Stradivarius e Touch.

EMANUELE TORQUATI, pianista, è vincitore di numerosi premi in Italia e all'estero, e suona regolarmente in Europa, Canada e Stati Uniti. La sua attività artistica é stata sostenuta da prestigiose istituzioni e i suoi progetti attuali includono una performance dei Klavierstücke di Stockhausen nell´ambito del progetto “The Innocence of the Ruins” di Susanne Linke, e collaborazioni con il Krater Ensemble (Spagna) e FontanaMIX. La sua passione per la musica contemporanea lo ha portato ad eseguire in prima esecuzione svariate opere cameristiche e per pianoforte solo dedicate a questo tipo di repertorio. www.amicidellamusica.info

 

 

Breve per radio e tv

Domenica 15 febbraio alle 17,30 appuntamento con Concerti d'Inverno, realizzati dall'associazione Amici della Musica di Modena col contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e il Comune di Modena. Prima del concerto, alle ore 15, guide professioniste accompagneranno il pubblico alla scoperta dello Studio d'Arte La Darsena, a Modena.  Alle 17.30 presso il Teatro delle Passioni, suoneranno il violoncellista FRANCESCO DILLON e il pianista EMANUELE TORQUATI, che propongono un repertorio che va dalle Kinderszenen op. 15 di Schumann a Huntington Eulogy di Brett Dean, passando per la Sonata op. 65 di Benjamin Britten e Von Weit di Wolfgang Rihm. Due compositori del passato e due dei nostri giorni. Dillon e Torquati son tra i più stimati solisti italiani e punti di riferimento sia per il repertorio tradizionale che moderno. Concerto e visita sono ad ingresso libero – info: www.amicidellamusica.info, tel 059372467.

 

 

 

 

 

 

Domenica 15 febbraio 2009 - ore 17.30

Modena - Teatro delle Passioni

Concerti d'Inverno - Musiche degli ultimi cent'anni                

FRANCESCO DILLON - violoncello

EMANUELE TORQUATI - pianoforte

Musiche di Schumann, Rihm, Britten, Dean

 

PROGRAMMA DETTAGLIATO

 

Domenica 15 febbraio 2009 ore 17.30

CONCERTI D'INVERNO - Musiche degli ultimi cent'anni

Modena - Teatro delle Passioni

 

FRANCESCO DILLON - violoncello

EMANUELE TORQUATI - pianoforte

 

 

PROGRAMMA

 

Robert Schumann

(1810-1856)

 

Kinderszenen op. 15 (versione di F. Grützmacher)

Von Fremden Ländern und Menschen

Kuriose Geschichte

Hasche Mann

Bittendes Kind

Glückes genug

Wichtige Begebenheit

Träumerei

Am Camin

Ritter vom Steckenpferd

Fast zu ernst

Fürchtenmachen

Kind im Einschlummern

Der Dichter spricht

 

Schumann (1952 -)

 

Von weit (1993)

 

Brett Dean

(1961 - )

 

Huntington Eulogy (2001) prima italiana

 

Benjamin Britten

(1913-1976)

 

Sonata op. 65 (1961)

Dialogo

Scherzo – pizzicato

Elegia

Marcia

Moto perpetuo

 

FRANCESCO DILLON

nato a Torino nel 1973. Si è diplomato con il massimo dei voti al Conservatorio "L. Cherubini" di Firenze sotto la guida di Andrea Nannoni . E' stato per tre anni prima parte dell'Orchestra Giovanile Italiana, Si è perfezionato in seguito con David Geringas, Mario Brunello e Amedeo Baldovino,ha frequentato masterclasses con M.Rostropovich e Anner Bylsma ed è stato allievo, per la composizione, di Salvatore Sciarrino. Accanto all'attività solistica (con l'Orchestra nazionale della RAI, l'Orchestra Sinfonica Siciliana, l'Orchestra Haydn di Bolzano,Accademia i Filarmonici di Verona fra le altre) svolge un' intensa attività cameristica con il Quartetto Prometeo in Italia e all' estero (tournées in Giappone, Polonia, Germania, Irlanda, Francia, Inghilterra, Belgio, Austria, Sudamerica, Albania) e nel campo della musica contemporanea con l' ensemble Alter-Ego suonando moltissime opere in prima esecuzione nei più importanti festival d’Europa e del Mondo (Stockholm New Music, MaerzMusik, Festival Archipel, Ircam, Holland Festival, Romaeuropa Festival,Ultima Festival di Oslo, Wien Modern, Gaida Festival, Huddersfield Festival, Nous Sons a Barcellona, Taktlos a Berna, Musica Electronica Nova a Wroclaw, Takefu ,Ilkhoom a Tashkent,Teatro S.Martin a Buenos Aires…) e collaborando con compositori tra i quali Gavin Bryars, Philip Glass, Vinko Globokar, Jonathan Harvey, Giya Kancheli, David Lang, Henri Pousseur, Steve Reich, Kaja Saariaho, Salvatore Sciarrino,John Zorn e con celebri musicisti elettronici come Matmos, Pansonic, Scanner. Nel 1995 viene scelto da Giuseppe Sinopoli come violoncellista dei Solisti dell' Accademia Filarmonica Romana. Collabora abitualmente in formazioni di musica da camera con musicisti come I.Arditti, M.Brunello, G.Carmignola, M.Campanella, P.Farulli, D.Geringas, V.Hagen, A.Lonquich, A.Lucchesini, E.Pace, R.Schmidt (quartetto Hagen), P.Vernikov. Ha vinto la Rassegna di violoncello di Vittorio Veneto (1994) e, col quartetto,premi alla "Primavera" di Praga,ARD Munich,Bordeaux. Ha inciso per Aulos, Dynamic, Ricordi, Sonoris, Stradivarius e Touch. Tra gli ultimi impegni discografici le prime incisioni della Ballata di Giacinto Scelsi e delle Variazioni di Salvatore Sciarrino con l’Orchestra nazionale della Rai e il debutto del progetto di improvvisazione BOWLINE in duo col musicista portoghese David Maranha. Insegna alla Scuola di musica di Fiesole.

 

EMANUELE TORQUATI

Nato a Milano nel 1978, ha portato a termine i suoi studi col massimo dei voti presso il Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze sotto la guida di Giancarlo Cardini. Si é specializzato in musica da camera con Franco Rossi prima, con il Trio di Trieste poi, presso la Scuola Superiore Internazionale di Duino, conseguendovi il Diploma di Merito. Parallelamente ha approfondito il repertorio solistico con Konstantin Bogino, lavorando inoltre con Alexander Lonquich, Yvonne Loriod-Messiaen, Nicholas Hodges, Ian Pace e Michael Wendeberg.

Vincitore di numerosi premi in Italia e all´estero, suona regolarmente in Europa, Canada e Stati Uniti, in centri musicali quali Vancouver, Boston, Lyon, Leipzig, Munich, Prague, Graz, Milano e Roma, e per Festival quali Concerti del Quirinale, Estate Fiesolana, Festival Pontino, Klangspuren, Darmstadt, Acanthes.

La sua attivitá artistica é stata sostenuta da prestigiose istituzioni, quali Accademia Musicale Chigiana, DAAD Bonn, Ambassade de France en Italie, Universität für Musik und Darstellende Kunst Graz, New England Conservatory, International Ensemble Modern Academy.

I suoi progetti attuali includono una performance dei Klavierstücke di Stockhausen nell´ambito del progetto “The Innocence of the Ruins” di Susanne Linke, e collaborazioni con il Krater Ensemble (Spagna) e FontanaMIX.

Nel marzo 2008 è stato artist in residence presso il Banff Centre con un programma interamente dedicato ad Olivier Messiaen nel centenario dalla nascita.

La sua passione per la musica contemporanea lo ha portato ad eseguire in prima esecuzione svariate opere cameristiche e per pianoforte solo, tra cui nell´anno in corso Between the Cherubim di James Newton e Manet di Alessandro Solbiati.

Ha lavorato intensamente con compositori di primo piano, ricordiamo tra gli altri Alessandro Solbiati, Sylvano Bussotti, Wolfgang Rihm, Kaija Saariaho, Beat Furrer, Jonathan Harvey, Brett Dean e con musicisti quali Michael Gielen, Roberto Fabbriciani, Liliana Poli, Francesco Dillon.

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl