NdP comunicato stampa DOMENICA 1 NOVEMBRE Concerto col Quintetto fiorentino / ore 15 visita abbazia (con allegati)

29/ott/2009 12.05.11 AMICIdellaMUSICA MODENA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Vi chiediamo di sostenerci nel dare diffusione alle nostre proposte culturali. Vi siamo gradi per quanto avete fatto e potrete fare.

Gli addetti (giornalisti, curatori di rubriche, ecc..) della stampa, radio, tv ed ogni mezzo di comunicazione sono graditi ospiti ad ogni nostra iniziativa.

Per confermare presenza 3311065994 o mail@amicidellamusica.info

 

Responsabile relazioni esterne ed organizzazione

Anna Maria Vandelli

 

 

 

COMUNICATO  STAMPA - Domenica 1 novembre 2009

 

QUINTETTO  FIORENTINO/AMICI DELLA MUSICA DI MODENA - NOTE DI PASSAGGIO

 

UN ENSEMBLE DI FIATI PER  NOTE DI PASSAGGIO

 

Domenica 1 novembre prosegue a Nonantola la rassegna Note di Passaggio curata dagli Amici della Musica di Modena col contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e il Comune di Nonantola.

Ospite il QUINTETTO FIORENTINO, un ensemble di fiati i cui componenti sono considerati tra i migliori esecutori del panorama musicale italiano. Singolarmente vantano collaborazioni con diverse formazioni cameristiche, con importanti orchestre nazionali ed internazionali e con famosi artisti e direttori d’orchestra.  La loro qualità è anche testimoniata dalle numerose musiche a loro dedicate da numerosi compositori  contemporanei.

Per Note di Passaggio, Massimo Mercelli al flauto, Fabio Bagnoli all’ oboe, Riccardo Crocilla al clarinetto, Paolo Carlini al fagotto e Paolo Faggi al corno presentano un programma la cui prima parte è dedicata ai grandi autori del classicismo tedesco, come Haydn (Divertimento in sib magg.) Mozart (Serenata in do min. kv388) e Danzi (Quintetto in sib magg. op.56).  La seconda parte offrirà musiche di due autori del Novecento francese:  il Trio per oboe  clarinetto e fagotto di Georges Auric  e i “Trois pièces brèves” per quintetto di fiati di Jacques Ibert

Il concerto è alle ore 17.00 presso il Teatro M. Troisi di Nonantola. Ingresso gratuito.   Sono aperte le adesioni socio AdM2010,  l’associazione offre molti servizi ai soci, quest’anno anche la possibilità di prenotare il posto ai concerti della stagione.

Alle ore 15.00 è prevista la visita all’Abbazia di Nonantola, esempio di romanico, e alla  cripta dove la luce penetra a malapena tra le 64 colonnine che portano bellissimi capitelli antichi databili tra il IX e il XIII secolo. Per informazioni e prenotazioni  www.amicidellamusica.info 3311065994.

 Sponsor della nuova stagione dell’associazione Gruppo Hera e CirFood.

 

 

Per radio (sintesi)

Domenica 1 novembre prosegue la rassegna Note di Passaggio curata dagli Amici della Musica di Modena. Ospite il Quintetto Fiorentino, un ensemble di fiati formato da alcuni tra i migliori esecutori italiani, in un programma piacevole e raffinato.In concerto è alle ore 17.00 presso il Teatro M. Troisi di Nonantola.  Ingresso gratuito. I soci AdM2010 hanno la possibilità di prenotare il posto.

Alle ore 15.00 è prevista la visita all’Abbazia di Nonantola. Per informazioni e prenotazioni www.amicidellamusica.info 3311065994

 

 

01/11/2009 domenica - ore 17:00

Nonantola- Teatro M. Troisi

Note di Passaggio – Autunno Musicale Nonantolano

QUINTETTO FIORENTINO

Massimo Mercelli – flauto

Fabio Bagnoli – oboe

Riccardo Crocilla – clarinetto

Paolo Carlini - fagotto

Paolo Faggi – corno

Musiche di Haydn, Mozart, Danzi, Auric, Ibert

Un quintetto di fiati formato da alcuni tra i migliori esecutori italiani e un programma piacevole e raffinato.

 

ore 15 visita Abbazia di Nonantola

 

Franz Joseph Haydn  1732 - 1809

Divertimento in sib magg. per quintetto a fiato " Chorale 
st. Antoni "
- allegro con spirito-andante quasi allegretto-menuetto-rondo 
allegretto


Wolfgang Amadeus Mozart 1756 - 1791

Serenata in do min. kv388 (versione per quintetto a fiato )
- allegro-andante-menuetto-allegro



Franz Danzi
1763-1826

Quintetto in sib magg. op.56 n.1
- allegretto-andante con moto-menuett-allegro

Georges Auric 1899 - 1983

Trio per oboe, clarinetto e fagotto
- décidé-romance-final


Jacques François Antoine Ibert 1890 - 1962

Trois pièces brèves per quintetto di fiati
- allegro-andante-allegro scherzando

Questo programma avrà una durata di circa 75 - 80 minuti.




MASSIMO MERCELLI. Allievo dei celebri flautisti Maxence Larrieu ed André Jaunet, MASSIMO MERCELLI a diciannove anni diviene primo flauto al Teatro La Fenice di Venezia, vince il “Premio Francesco Cilea”, il “Concorso Internazionale Giornate Musicali” e il “Concorso Internazionale di Stresa”. Suona regolarmente nelle maggiori sedi concertistiche del mondo: Carnegie Hall di New York, Herculessaal e Gasteig di Monaco, Teatro Colon di Buenos Aires, Concertgebouw di Amsterdam, Auditorium RAI di Torino, Victoria Hall di Ginevra, San Martin in the Fields e Wigmore Hall di Londra, Parco della Musica di Roma, Filarmonica di San Pietroburgo, Filarmonica di Varsavia, e nei Festival di Ljubljana, Berlino, Santander, Vilnius, San Pietroburgo, Bonn, Festival Cervantino, Reihngau, Jerusalem, Warsaw, collaborando con artisti quali Yuri Bashmet, Jean-Pierre Rampal, Krzsystoff Penderecki, Philip Glass, Massimo Quarta, Ennio Morricone, Luis Bacalov, Peter-Lukas Graf, Maxence Larrieu, Aurele Nicolet, Anna Caterina Antonacci, Federico Mondelci, Jan Latham Koenig, Patrizia Tassini, Catherine Spaak, Susanna Mildonian, e con orchestre come i Moscow Soloists, i Wiener Symphoniker, i Solisti della Scala, i Virtuosi Italiani, i Salzburg Chamber Soloists, la Moscow Chamber Orchestra, i Filarmonici del teatro comunale di Bologna.
Direttore artistico e fondatore dell’EMILIA ROMAGNA FESTIVAL, dal 2001 fa parte del direttivo della European Festival Association. Nel 2006 ha eseguito la premiere di “Facades” di Philip Glass col compositore al pianoforte, si è esibito alla Wigmore hall di Londra e alla grande sala del Mozarteum di Salisburgo e ha tenuto una masterclass per la Rostropovich Fondation; l’11 settembre 2006 ha tenuto un importante concerto commemorativo presso l’auditorium dell’ONU, a New York.

Nella stagione 2008 ha suonato alla Filarmonica di Berlino e alla sala grande del conservatorio di Mosca in un galà con Yuri Bashmet e Gidon Kremer ed ha eseguito la prima mondiale di “Vuoto d’anima piena” di Ennio Morricone sotto la direzione del maestro stesso e partecipato, alla Filarmonica di Varsavia, al festival dedicato ai 75 anni di Krszystoff Penderecki.

 Nella stagione 2009-10 suonerà al Teatro Nazionale di Praga con Denice Graves, in Cina con Krzsystoff Penderecki, al MiTo festival di Milano, al MusikVerein di Vienna ed effettuerà la prima esecuzione mondiale del concerto per flauto ed orchestra di Michael Nyman a lui dedicato.

 

FABIO BAGNOLI. Diplomato in oboe nel Conservatorio Statale "G. B. Martini" di Bologna, si è perfezionato presso l’Accademia Europea Musicale d’Erba con Pietro Borgonovo e presso l’Accademia di perfezionamento per solisti di Villa Salina (Bologna) con Han De Vries.  Ha collaborato come primo oboe con l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano, l’Orchestra “G. Verdi” di Milano, l’Orchestra della Toscana, l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma, l’Orchestra da Camera di Siena ed inoltre con I Fiati di Parma e i Filarmonici Romani.  Dal 1995 al 2003 ha ricoperto il ruolo di primo oboe presso l’Orchestra Regionale del Lazio. Si è esibito come solista e come camerista nelle più importanti istituzioni concertistiche Italiane come il Festival Nuova Consonanza di Roma, l’Unione Musicale Torino, gli Amici della Musica di Palermo, Musicainsieme di Bologna, I Concerti di Roma, la Stagione Concertistica dell’Università la Sapienza Roma, il Centro Studi Musicali “Ferruccio Busoni”, la G.O.G. di Genova, l’Associazione Amici della Musica di Trieste, la Società del Quartetto di Vercelli etc.  È stato finalista in concorsi internazionali quali l’ARD di Monaco di Baviera e quello di Praga. Al suo attivo vi sono inoltre registrazioni con le più importanti radio europee e con le etichette discografiche BMG e ARTS.

RICCARDO CROCILLA, premio ' Galileo 2000 ' quale giovane promessa del concertismo italiano, è il primo clarinetto solista dell’orchestra del Maggio Musicale Fiorentino.

Ha collaborato con prestigiose orchestre quali: l’orchestra Filarmonica della Scala, l’Orchestre de chambre de Lausanne, l’Orchestra dell’Accademia di S.Cecilia sotto la direzione di Z.Mehta, l. Maazel, R. Muti, C. Abbado, S. Ozawa.

Parallelamente all'attività d'orchestra, è spesso impegnato in formazioni cameristiche a fianco di importanti esecutori come M. Damerini, C. Rossi, A.Pestalozza, il 'Trio di Parma',K.Thunemann e A.Schiff , nelle stagioni concertistiche dell’ Accademia Chigiana di Siena, la GOG di Genova, l’Accademia Filarmonica di Bologna, Amici della musica di Pistoia, Amici della musica di Vicenza, Società del Quartetto di Milano, Accademia Filarmonica Romana,Amici della Musica di Firenze, Festival di Lucerna,Verbier Festival, Weimar Kunst Fest, Mozart Woche Salzburg.

Ha inciso per le etichette ARTS, Bongiovanni, Discantica.

Da segnalare l’esecuzione del concerto di Mozart per clarinetto e orchestra nel giugno 2002 a Firenze e la Sinfonia Concertante di Mozart per fiati solisti al Musikverein di Vienna nel 2007 sotto la direzione di Z.Mehta e l’orchestra del Maggio Musicale Fiorentino.

Suona clarinetti Yamaha.

 

 

PAOLO CARLINI. Diplomatosi con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio di Ferrara, si perfeziona con M. Costantini e K. Thunemann. Primo fagotto solista dell’Orchestra della Toscana dal 1987, ha collaborato in tale ruolo con le orchestre: del Teatro alla Scala di Milano, l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma, l’Orchestra Sinfonica della Rai di Roma, l’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia, l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, l’Orchestra Filarmonica della Scala e con direttori quali: Claudio Abbado, Riccardo Muti, Myung Whu Chung, Rafael Frubech de Burgos, Eliahu Inbal, Esa Pekka Salonen, Daniel Harding, Jeffrey Tate, Eduardo Mata, Frans Bruggen, Neville Marriner ecc…

Solista nel repertorio per fagotto e orchestra in concerti diretti da: Hubert Soudant, Peter Maag, Gabriele Ferro, Donato Renzetti, Alexander Schneider, Lu Jia, Lior Shambadal, Yeruham Scharowsky, Zsolt Hamar, Moshe Atzmon, Luca Pfaff, mentre nella musica da camera ha collaborato con: M. Quarta, P. Vernikov, A. Meunier, J. Rachlin, M. Sirbu, J. Jansen, F. Petracchi, H. Schellenberger, A. Pay, A. Specchi, P. De Maria. Ha effettuato tourneé in Europa, Stati Uniti, Sud America, Israele, Cina, Giappone e concerti presso Carnegie Hall di New York, Mozarteum di Salisburgo, Teatro Colon di Buenos Aires, Teatro Municipal di San Paolo, Festival “Open Air” di Monaco di Baviera, Auditorium del Conservatorio di Tel Aviv, Auditorium Nacional di Madrid, Festival “Le Nuits Musicales de Nice”Nizza, City Mnunicipal Hall di Tokio, Concert Hall di Honk-Kong.

La sua attività nella musica contemporanea ha determinato un significativo ampliamento del repertorio solistico per fagotto, come testimoniano le opere a lui dedicate dai compositori Marco Betta, Matteo D’Amico, Nicola Campogrande, Luca Mosca, Nicola Sani, Carlo Boccadoro, Alessandro Solbiati, Giancarlo Cardini, Gaetano Giani Luporini, Giorgio Colombo Taccani, Dimitri Nicolau; da segnalare inoltre le collaborazioni con Luciano Berio, Sylvano Bussotti, Jean Francaix, Sofia Gubaidulina, Ludovico Einaudi.

Numerose sono le sue incisioni discografiche in veste solistica per le etichette: Sony Classical, Chandos, CPO, Naxos, Fonè, Frame, Bongiovanni, Tactus, Maso, Diapason, Edipan  regolarmente trasmesse dalle più importanti emittenti europee e statunitensi: Radio France, ORF, Bayerisches Rundfunk, Rundfunk Berlin-Brandeburg, Deutschlandfunk, Radio Swiss Classic, CBC Radio Canada, Radio Nuova Zelanda, Australia National Network, Birmingham Public Radio, Radio: Oklahoma, Florida, Texas, Michigan, Ohio, Minnesota, Boston, Detroit, Pittsburgh, Cincinnati. Ha registrato per Rai Radio 3 il Concerto K 191 e la Sinfonia Concertante K 297b di W. A. Mozart.

Invitato a tenere numerosi corsi di perfezionamento e master class: Conservatorio Nazionale Superiore di Lione,New York University, CEI Youth Orchestra, Orchestra Giovanile Italiana, Conservatorio di Pesaro,Conservatorio di La Spezia, Corsi Internazionali di Portogruaro è docente di fagotto presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “P. Mascagni” di Livorno.

 

PAOLO FAGGI Diplomato con pieni voti al Conservatorio "L.Cherubini" di Firenze, si è perfezionato con David Bryant, Radovan Vlatkovic e Hermann Baumann. Dal 1982 occupa la posizione di Primo Corno Solista presso l'ORT-Orchestra della Toscana, collaborando, nello stesso ruolo, con ensamble come l'Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, la Filarmonica della Scala , la Gustav Mahler Chamber Orchestra, Orchestra sinfonica di Cannes, English Baroc Solists, Filarmonica del Teatro Comunale di Bologna, Synphonica Toscanini (…).  Tra i direttori con i quali ha collaborato citiamo nomi quali Chung, Metha, Muti, Abbado, Kurt Masur, Berio, Maazel, Harding, Pretrè, Mata, Chailly, Maag, Inbaal, Kuhn, Pesko, De Burgos, Sir Gardiner, Marriner, effettuando numerose tourneè in tutta Europa oltre al Giappone, Cina, Israele, Lituania, Nord e Sud America. Vincitore del Primo Premio “F.Marcacci” per strumenti a fiato e del Premio “Giovani Concertisti di Roma” è molto attivo nella musica da camera. E' membro di complessi come il Quintetto a Fiato del '900, Quartetto Italiano di Corni, Echoduo con Fausto Nardi, Ensemble Italiano di Fiati, Harmoniemusik, Quintetto Fiorentino, Solisti Italiani, Controquintetto, Soundingbrass, Ottoni della Toscana, Contempoartensemble, incidendo, tra l’altro, le Sonate a Quattro di G.Rossini, Ricorrenze -works for wind instruments- di Luciano Berio, due CD dedicati agli autori del ‘900 e due alla musica da film. Tra le sue produzioni discografiche spicca quella del Concerto per due Corni e Orchestra di Antonio Vivaldi con l'Orchestra Modo Antiquo che gli ha fruttato una “nomination” al celebre festival discografico statunitense “Grammy Haward” e un Cd (French Horn in Italian Music), dedicato a concerti per Corno e Orchestra di Veracini, Cherubini, Boccherini, Donizetti, Bellini e Rossini.   E' docente della cattedra di Corno Moderno e Antico presso la Scuola di Musica di Sesto Fiorentino.

 

 

 

 

____________________________

Associazione Amici della Musica Mario Pedrazzi di Modena Onlus

via Bacciolani 25 / 41124 Modena /

Segreteria tel. 059 372467/ 3311065994

www.amicidellamusica.info / facebook: AmicidellaMusica Di Modena

5x1000: codice 80011550367

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl