Prima nazionale BAROKTHEGREAT Indigenous, VIE Festival Modena

BAROKTHEGREAT Indigenous 31 maggio - 1 giugno 2012, ore 19:00 Teatro Comunale Pavarotti, Modena VIE Scena Contemporanea Festival con: Dafne Boggeri, Francesco "Fuzz" Brasini, Giorgia Nardin, Leila Gharib, Sonia Brunelli Indigenous sta in un universo poroso.

Persone Leila Gharib, Giorgia Nardin, Dafne Boggeri, Sonia Brunelli Indigenous
Luoghi Lipsia
Argomenti linguistica, teatro, militare, politica

Allegati

11/mag/2012 14.31.09 BTGpress Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
BAROKTHEGREAT
Indigenous

Immagine in linea 1


31 maggio - 1 giugno 2012, ore 19:00
Teatro Comunale Pavarotti, Modena
VIE Scena Contemporanea Festival

con: Dafne Boggeri, Francesco 'Fuzz' Brasini, Giorgia Nardin, Leila Gharib, Sonia Brunelli 

Indigenous sta in un universo poroso. Il suo perimetro sfrangiato emerge per collassi atmosferici, schemi ritmici ostinati, cadenze schiette, figure mitiche, geometrie liquide e baleni. Il suo volume è assoggettato alla pressione, a una cadenza battente che non molla mai la presa. Produce resistenza. L’abito che indossa è quello della nostra cerimonia. La sua pronuncia fortifica il non-identico, la divisione, lo straniero interno, la differenza. La sua oscura pulsazione si compone per sottrazione di significati riconoscibili, brucia i lacci mimetici, smaglia le referenze comunitarie, si dissocia programmaticamente da immaginari rituali ai cui pure si richiama, per accedere al lato oscuro della mente. Il suo cuore è l’anamorfosi del reale affogato in un folklore barrato.

Indigenous si de-scrive in due atti musicali e corporei compiuti da musicisti e danzatori, facce di un medesimo nucleo che marca il territorio dell’Altro e contravviene le leggi strutturanti della cultura e del simbolico.

Stabilendo un continuum con il percorso creativo intrapreso, la nuova creazione di BAROKTHEGREAT, disinnesca il lavoro sull’unicità della figura in scena e ispessisce la presenza. Tiene ferma l’incessante relazione con l’ambiente sonoro che spazializza i corpi e ne rende visibile la densità. Questa performance per i sensi tiene stretta la relazione con la necessità biologica dell’impulso espressivo, aspira alla cattura di un linguaggio proprio e costruisce una percezione della durata nella relazione con lo spettatore.


 
+ Info 


-
Upcoming events: 
The Origin >> 26 giugno 2012 Schaubühne Lindenfels, Leipzig (D)
Indigenous >> 20 e 21 luglio 2012 Santarcangelo ’12 ’13 ’14 Festival Internazionale del Teatro in Piazza (I)




blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl