Brancaleoni 10 giorni al vertice della classifica di iTunes

L'album aveva raggiunto anche la 25esima posizione, addirittura nei 200 dischi più venduti su iTunes, ora collocato attorno L 30° posto addirittura sopra due colossi come il "Crazy Love" di Michael Bublè (alla posizione n. 77) e "Handful of Soul" di Mario Biondi (alla posizione 106).

11/mar/2010 18.34.37 Cpress Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

MATTEO BRANCALEONI

Il "crooner" milanese n.1 su iTunes da 10 giorni ha superato Michael Bublè nei 200 album più venduti

 

Primo nella classifica jazz di iTunes grazie a Facebook, torna ad esibirsi al Blue Note il 24 marzo


Il nuovo album "Live in Studio" di Matteo Brancaleoni, 28 anni, crooner milanese,  è rimasto per 10 giorni  n. 1 nella classifica degli album jazz più venduti su iTunes (Italia). 

L'album aveva raggiunto anche la 25esima posizione, addirittura nei 200 dischi più venduti su iTunes, ora collocato attorno L 30° posto addirittura sopra due colossi come il "Crazy Love" di Michael Bublè (alla posizione n. 77) e "Handful of Soul" di Mario Biondi (alla posizione 106). 


"Live in Studio", è arrivato nella classifica dei 200 dischi più venduti su iTunes, e nella Top 10 degli album jazz, solo tre giorni dopo la sua uscita nella distribuzione digitale.

 Sconosciuto al grande pubblico, ma con un grande seguito nel mondo del jazz, per chi non lo conosce e cerca su Google o sul suo sito, scopre presto che Matteo Brancaleoni ha lavorato con grandi jazzisti come Franco Cerri, Fabrizio Bosso, Stefano Bollani, è stimato da personaggi come Renzo Arbore, Fiorello e addirittura Michael Bublè ed ha addirittura ottenuto diversi SOLD OUT nel tempio del jazz italiano il BLUE NOTE di Milano. Ma nonostante questo sembrava impossibile poter entrare in una classifica al primo posto e per più di una settimana, non con un singolo, ma con un intero album, superando dei nomi come quelli di Michael Bublè e Mario Biondi, tanto meno al primo posto e senza un adeguata campagna stampa o martellanti apparizioni televsive o radio. 

Un risultato davvero incredibile,  Matteo Brancaleoni, cantante pop-jazz alla Sinatra, Bublè & Co per intenderci, è riuscito ad ottenere grazie al Social Network Facebook che in Italia raduna più di 13 milioni di persone. 

Ma non solo. Nella classifica jazz dei brani singoli più scaricati Brancaleoni si è piazzato per una settimana intera al 2° ed al 4° posto rispettivamente con More (brano di Riz Ortolani colonna sonora del film Mondo Cane) e con Moon River,  e arrivando anche nella classifica generale al 27° posto fra i 50 dischi più scaricati.

Il disco, disponibile solo nella versione digitale, pubblicato su iTunes il 26 febbraio, dopo la pubblicazione della notizia su Facebook e Myspace, in meno di 4 giorni, ha incominciato ad entrare in classifica salendo di posizioni giorno dopo giorno. Un caso che fa riflettere sull'impiego di risorse da parte delle case discografiche in campo promozionale, e su quanto i nuovi mezzi di comunicazione siano sempre più un canale alternativo determinante per raggiungere migliaia di persone. Un caso che forse non lo è,  avendo Brancaleoni quasi 1200 amici su Facebook e più di 80mila visite su Myspace.

"E' un assoluta sorpresa- dice il giovane cantante - il disco era nato per il pubblico dei concerti. Abbiamo poi deciso venendo incontro alle richieste di molti nostri affezionati che non avrebbero trovato il disco nei negozi, di mettere l'album unicamente nella distribuzione digitale a partire da iTunes. Un modo come un altro per rispondere alla domanda "Dove trovo il disco?" "Da casa tua basta che ti colleghi a iTunes! Di certo non ci aspettavamo un risultato del genere!"

Il disco "LIVE in STUDIO", autoprodotto, è un album dal vivo in cui Brancaleoni affronta 13 classici del repertorio dei crooner come The Way You Look Tonight, Moon River, Fly me To The Moon, ma anche brani italiani come Tu Si 'Na Cosa Grande e Ciao Ciao Bambina. "L' abbiamo registrato tutto di fila come fosse un concerto, per mantenere omogeneità nel sound e per tentare di ricreare l'atmosfera "dal vivo"". Il disco è registrato insieme a Nino La Piana (piano) Luca Allievi (chitarra) Carlo Bellotti (batteria), Roberto Chiriaco (basso) Paolo Gambino (tastiere).

Brancaleoni aveva debuttato nel 2007 con il disco Just Smile insieme a leggende del jazz come Renato Sellani e Gianni Basso, ottenendo apprezzamenti da critica e pubblico. Fiorello lo aveva trasmesso più volte su Viva Radio 2. Si è esibito in Italia, Svizzera, USA e Canada. ALL MUSIC gli ha dedicato un servizio definendolo il Bublè Italiano. Premiato come "Nuovo Talento" ad Elba Jazz nel 2008 (l'anno prima il riconoscimento era andato a Giovanni Allievi) ha partecipato a numerose trasmissioni televisive fra le ultime quella in diretta su Raiuno ad Unomattina dove si è esibito l'11 settembre 2009 in tributo delle vittime di quel giorno del 2001 ed alla città di New York. 

Mercoledì 24 marzo, tornerà ad esibirsi, per la sesta volta, al Blue Note di Milano,  per presentare il suo nuovo album.

www.matteobrancaleoni.com - www.bluenotemilano.com

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl