"Terra di Tutti"

24/gen/2011 11.45.37 Victoriano Papa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Giovedì 27.1.2011, ore 18:30, presso Fonoteca (via Morghen n. 31 C/F, Napoli), live showcase di “Terra di Tutti”, primo cd di inediti di ROCCO DI MAIOLO. A esibirsi con il sassofonista Paolo Sessa alla tastiera, Dario Spinelli al basso, Giuseppe Spinelli alla chitarra e Carmine Napolitano alle percussioni. Featuring Antonio Onorato alla chitarra. Modera l’incontro Gennaro Pasquariello. Venerdì 28.1.2011, a partire dalle 22:00, all’Around Midnight (via Bonito n. 32/a, Napoli. Infoline: 081/7423278, 333/7005230, 347/7049777), Rocco Di Maiolo in concert presenta i brani del suo nuovo cd “Terra di Tutti”. Sul palco con lui Paolo Sessa al piano, Dario Spinelli al basso, Giuseppe Spinelli alla chitarra e Carmine Napolitano alla batteria. Otto brani originali e una rielaborazione di un classico popolare per il debutto discografico di Rocco Di Maiolo con il suo “Terra di Tutti”, in uscita a gennaio 2011 per la Smile Records, distribuito da Tv-Be, e attualmente acquistabile anche su iTunes. Un racconto sonoro omogeneo in 9 tappe segna il cd d’esordio del sassofonista partenopeo, da tempo dedito a una ricerca etnomusicale, volta a sposare il sostrato jazz con diverse influenze della musica folk campana e non solo. Staccandosi dal paradigma del cosiddetto ‘jazz mediterraneo’, definizione quanto mai abusata, il progetto musicale di Di Maiolo è piuttosto un recupero, se non originale di sicuro tecnicamente equilibrato, della ricca tradizione di world music, non solo da rivisitare in chiave jazzistica, ma da far convivere con una matrice spiccatamente jazz, sino a fondersi in un sound contemporaneo. Miscela in cui possano coesistere diverse componenti: il ricordo del classico jazzistico, le radici dell’etnico, le intuizioni e le sfumature pop, specie per quel che riguarda l’aspetto melodico, il tutto sempre supportato da una costante di fondo: la delicata piacevolezza dell’ascolto. A ciò si alternano echi di tango, ouverture di piano, ottimi assoli di chitarra, atmosfere sonore spagnoleggianti, virtuosismi di un sax potente e vibrante, un mix di sapori non solo latini ma anche arabeggianti, con in più una vigorosa sezione ritmica. Il disco, registrato da Lello de Luca c/o il “Blue Megaride Studio” e missato da Massimo Aluzzi, vede, oltre a Rocco di Maiolo al sax soprano e tenore, e quale arrangiatore e autore, la collaborazione di illustri jazzisti: Antonio Onorato, Pietro Condorelli ed Enzo Amazio alle chitarre, Dario Deidda al basso, Francesco Nastro al piano, Piero De Asmundis rhodes, Peppe Fiscale tromba, Alberto D’Anna batteria e Gianfranco Campagnoli tromba e flicorno. Una narrazione musicale che non solo adotta una sintassi sonora ampia, ma che intende essere anche una sorta di ponte tra diverse realtà culturali ed etniche, proprio a partire dalle loro differenti tradizioni musicali. Un trait d’union che assembla varie declinazioni ritmiche in una geografia armonico-melodica che, partendo dalla riscoperta, valorizzazione e diffusione del patrimonio musicale dell’entroterra napoletano, in particolar modo del basso nolano, conduce il vecchio accanto al nuovo, sperimentando forme ed esiti ibridi, tenuti insieme dal fil rouge del jazz. “Terra di Tutti”, pur entro i toni ‘acerbi’ di un esordio discografico, si muove a metà strada tra l’estro versatile e mobile, tipico dell’improvvisazione jazz, e una chiara marca etnica, carica di suggestioni e atmosfere evocative. I toni morbidi del suo sound, difatti, riescono a miscelare bene una tecnica raffinata con la solarità schietta e spontanea, propria della cultura musicale popolare. Track-list: 1) Terra di tutti (Rocco Di Maiolo). Musicisti: Alberto D’Anna, batteria; Dario Deidda, basso; Antonio Onorato, chitarra acustica; Pietro Condorelli, chitarra solo; Francesco Nastro, pianoforte; Piero De Asmundis rhodes; Peppe Fiscale, tromba. 2) Alba metropolitana (Rocco Di Maiolo). Musicisti: Dario Deidda, contrabbasso; Alberto D’Anna, batteria; Francesco Nastro, pianoforte; Gianfranco Campagnoli flicorno; Rocco Di Maiolo, sax soprano. 3) Controtempo (Rocco Di Maiolo). Musicisti: Alberto D’Anna, batteria; Dario Deidda, basso; Enzo Amazio, chitarra; Gianfranco Campagnoli, tromba; Francesco Nastro, piano; Piero De Asmundis, rhodes; Rocco Di Maiolo, sax tenore e soprano. 4) A-R vomero (Rocco Di Maiolo e Antonio Onorato). Musicisti: Antonio Onorato, chitarra solo e acustica; Francesco Nastro, pianoforte; Dario Deidda, contrabbasso; Alberto D’Anna batteria, Piero De Asmundis, rhodes; Rocco Di Maiolo, sax soprano. 5) Momenti distratti (Rocco Di Maiolo). Musicisti: Alberto D’Anna, batteria: Francesco Nastro, pianoforte; Enzo Amazio, chitarra acustica; Piero De Asmundis, rhodes; Rocco Di Maiolo, sax soprano. 6) Oriental (Rocco Di Maiolo). Musicisti: Alberto D’Anna, batteria; Dario Deidda, basso; Antonio Onorato, chitarra acustica; Pietro Condorelli, chitarra; Gianfranco Campagnoli, tromba; Peppe Fiscale, tromba; Rocco Di Maiolo, sax tenore e soprano. 7) Oriental II parte (intro pianoforte Francesco Nastro). 8) Biricchinata: rielaborazione in chiave moderna di un vecchio motivo popolare. Siti web di riferimento: www.myspace.com/roccodimaiolo, http://www.myspace.com/accademiadellamusica
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl