Mario Trevi: evento a Melito per i cinquant’anni di carriera

Mario Trevi: evento a Melito per i cinquant' anni di carriera Martedì 11 ottobre, in occasione dei cinquant'anni di carriera, il maestro Mario Trevi ritorna a Melito di Napoli, luogo che gli ha dato i natali, per una giornata all'insegna della canzone napoletana.

Persone Manuela Ragucci, Raul Casadei, Antonio Papa, Venanzio Carpentieri, Mario Trevi, Reginella
Luoghi Napoli, Melito di Napoli
Organizzazioni Orchestra Lunabianca, Marino Guarano, Immanuel Kant, Confcommercio
Argomenti musica, scuola, canto, balletto-danza

09/ott/2011 17.15.01 ragucci Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Mario Trevi: evento a Melito per i cinquant’ anni di carriera

Martedì  11 ottobre, in occasione dei cinquant’anni di carriera, il maestro Mario Trevi ritorna a Melito di Napoli, luogo che gli  ha dato i natali, per una giornata all’insegna della canzone napoletana. Una giornata ricca di appuntamenti e di emozioni che inizierà alle ore 11 nella Villa Comunale con un appuntamento che coinvolgerà i giovanissimi alunni del liceo scientifico “Immanuel Kant” e della scuola media “Marino Guarano” . Mr. Indifferentemente, accompagnato dal primo cittadino di Melito, Venanzio Carpentieri,  diventerà professore per un giorno  con una lezione sulla canzone partenopea in cui spiegherà alla giovanissima platea  il segreto del successo e dell’immortalità di brani come “Reginella” e “Tammurriata nera”.

 Nel pomeriggio, accompagnato da Antonio Papa, presidente della Confcommercio di Melito, il maestro si concederà una passeggiata per le vie del centro storico incontrando i  i negozianti di via Roma.

 Alle ore 21, 30, sempre nella Villa Comunale di Melito, si terrà il concerto-spettacolo di Mario Trevi e i Lunabianca. Con i dieci giovani componenti dell’Orchestra Lunabianca, Mario Trevi proporrà i successi della canzone classica napoletana riarrangiati in chiave turbo-folk, rinvigoriti grazie al ritmo accelerato, quasi raddoppiato e proposti non più come romantiche serenate, ma come musica che fa muovere i piedi e i fianchi e fa smuovere le piazze.

A metà strada tra l’Orchestra Italiana di Arbore e la musica solare di Raul Casadei, il veterano dei Festival di Napoli canterà capolavori come “’O sole mio” in versione rap,  “Reginella” rinnovata  dal suono  graffiante di una  chitarra elettrica e l’allegria di una fisarmonica.  La malinconia di “Tu can un chiagne” si scioglierà nella lacrima del Pierrot che danza sul palco insieme ad  un coloratissimo arlecchino, mentre l’irriverenza di “Scapricciatiello” si presterà per un sensuale duetto delle voci e dei corpi dei giovani cantanti che accompagnano il maestro. Uno spettacolo che non è solo musica ma anche danza e soprattutto sorpresa, con la partecipazione dei Bottari di Stany Roggiero, si potrà ascoltare una coinvolgente versione di “Tammurriata nera” al ritmo di botti, falci e tini. Non mancherà nella scaletta il cavallo di battaglia di un’intera carriera, “Indifferentemente” in una nuova versione che stupirà il pubblico.

Lo spettacolo di canzone napoletana ha raccolto un tale successo tanto da diventare un progetto discografico “Napoli turbo folk” uscito lo scorso marzo e disponibile in tutti i negozi di dischi.

Appuntamento martedì 11 ottobre a Melito di Napoli  per festeggiare i cinquant’anni di carriera di Mario Trevi!

 

 

Ufficio stampa:  Manuela Ragucci

manuela.ragucci@tin.it

Tel. 338/3116674









blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl