SAN SEVERO 23 MARZO - JOHN ABERCROMBIE TRIO

Antonio Tarantino JOHN ABERCROMBIE TRIO CAFFE' TRA LE RIGHE - S.SEVERO VENERDI 23 MARZO ORE 22,00 Info e prenotazioni: Associaz.

Persone Danilo Rea, Enzo Pietropaoli, Enrico Pieranunzi, Paul Bley, Mal Waldron, Phil Markowitz, Dewey Redman, Steve Lacy, Lee Konitz, Adam Nussbaum, George Mraz, Mark Feldman, Kenny Wheeler, Joe Loano, Ralph Towner, Peter Erskine, Marc Johnson, Dave Holland, Jack DeJohnette, Jan Hammer, Manfred Eicher, Billy Cobham, Brecker, Chico Hamilton, Fabrizio Sferra, Piero Leveratto, Paola Marino, Antonio Tarantino, John Abercrombie, San Severo
Luoghi Europa, Stati Uniti d'America
Organizzazioni WINTER
Argomenti musica

09/mar/2012 18.16.54 Caffè tra le righe - Spazio off & Assoc.Amici Ja Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

CAFFE' TRA LE RIGHE & ASSOCIAZIONE AMICI JAZZ SAN SEVERO

WINTER JAZZ 2012 - Rassegna Artistica Internazionale

Art Dir. Antonio Tarantino

 

JOHN ABERCROMBIE TRIO

 

 CAFFE' TRA LE RIGHE - S.SEVERO VENERDI 23 MARZO ORE 22,00


Info e prenotazioni:

Associaz. Amici Jazz San Severo - Antonio Tarantino 348. 04 22 174

Caffè Tra Le Righe Spazio Off      - Paola Marino         342. 10 38 402

----------------------------------------------------------------------------------------------------------

JOHN ABERCROMBIE - guitar

PIERO LEVERATTO - bass

FABRIZIO SFERRA - drums

----------------------------------------------------------------------------------------------------------

Siamo indubbiamente di fronte ad uno dei più importanti, e conosciuti chitarristi al mondo.

Nato nel 1944, con un lungo periodo di studi alla Berklee, John Abercrombie è da diversi decenni uno dei più significativi chitarristi jazz attivi sulla scena mondiale. In possesso di voce e personalità uniche, Abercrombie è un artista che è riuscito a coniugare l'evoluzione delle tecniche sonore e strumentali con il significato autentico dell'espressione jazzistica, da lui attraversata con consumata sapienza strumentale ed espressiva in una moltitudine di collaborazioni e di proprie formazioni che lo hanno visto suonare accanto a molti protagonisti del jazz moderno nei due continenti. Prima negli USA, accanto a Gil Evans, Chico Hamilton, Gato Barbieri,i fratelli Brecker, Billy Cobham e tanti altri, e poi dalla metà degli anni ’70, in Europa, quando il produttore Manfred Eicher lo incontra al festival di Montreux e lo fa incidere per la sua etichetta, la prestigiosa ECM. Il risultato sarà l'album "Timeless", che vede la partecipazione di Jan Hammer e Jack DeJohnette, un lavoro di grande successo di critica e pubblico, cui segue alla fine del 1975 l'album "Gateway", l'avoro che segna l'inizio della collaborazione di Abercrombie con Dave Holland e Jack DeJohnette e sarà emblematico di tutta l’attività futura . Eicher intuì che le prerogative del chitarrista – un suono che teneva conto dell’evoluzione tecnica dello strumento, ma che non si allontanava dal significato più vero dell’espressione jazzistica – ben si adattavano alle sue produzioni, basate sempre su incontri audaci e innovatori.

I lavori saranno parecchi, da quel momento, e spesso insieme con altri musicisti della medesima scuderia in trio per diversi anni con Marc Johnson e Peter Erskine e poi con Ralph Towner, ,Joe Loano, Kenny Wheeler, Mark Feldman, George Mraz, Adam Nussbaum, Ralph Towner e tanti altri. 

John ha radici ben saldate nella tradizione, anche se osservata da una prospettiva “distorta”, e lo dimostrerà alla meraviglia questo recente trio italiano dove figurano due eccellenti ritmi che tutti gli appassionati conoscono, capaci come pochi di seguire il solista fin nelle alture più impervie e rilanciare idee in un rapporto dialogico sempre vivo ed emozionante:  

Piero Leveratto, uno dei contrabbassisti italiani piu' creativi ed eclettici, già al fianco tra gli altri di Lee Konitz, Sal Nistico, Art Farmer, Steve Lacy, Dewey Redman e Phil Markowitz, e l'eccellente Fabrizio Sferra alla batteria, musicista di grande esperienza che nel corso di una brillante carriera ha collaborato tra gli altri con Chet Baker, Lee Konitz, Mal Waldron e Paul Bley, oltre ad avere fatto parte di due dei gruppi di maggior rilievo del jazz italiano: lo Space Jazz Trio, con Enrico Pieranunzi ed Enzo Pietropaoli, e successivamente il Doctor 3, con Danilo Rea ed Enzo Pietropaoli.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl