jazz&taste

jazz&taste

Allegati

05/apr/2006 05:45:54 jazzfriends Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Jazz Friends Association

 

 

 

in collaborazione con il Club di Papillon

e con il contributo del Comune di Milano - Settore Giovani

 

presenta
 etno JAZZ&TASTE fest

“l’ascolto del gusto…l’assaggio della musica”

a Milano, 5 appuntamenti dall’ 8 aprile al 5 maggio 2006

(8, 11, 20, 27 Aprile – 5 Maggio)

ingresso libero

per informazioni: www.jazzfriends.org

           

 

Un piccolo gioco di parole, l’ascolto del gusto, l’assaggio della musica, svela all’istante il programma dei cinque incontri, veri e propri happening del jazz e della buona tavola. Il link fra i due non ha bisogno di spiegazioni, non è un caso che per descrivere la musica si finisca sempre per utilizzare termini di origine sensoriale, e, perchè no, gastronomica, e viceversa, e nessuno avrebbe da ridire se definissimo “armonioso” un buon vino o un buon piatto.

Dall’ 8 aprile al 5 maggio, a Milano, in cinque diverse location, si svolgerà la prima edizione dell’ etno JAZZ&TASTE fest, dove all’ascolto della grande musica jazz verrà abbinata la possibilità di ottimi assaggi e degustazioni curate dal Club di Papillon.

 

Calendario

 

1° Appuntamento

8 aprile  2006

Sala bar del Teatro S.Ignazio  via Pisani Dossi 25

(Lambrate - mm Loreto + bus 55, bus 75)

 

ore 19.30  l’ascolto del gusto

 

JAZZ FRONTIERS Quartet

(3° class. Etno Music Competition 2004 – Verona)

Andrea Pimazzoni: sax tenore        Enrico Terragnoli: basso    

Paolo Zanella: piano                      Alberto Girardi: batteria        

Questo gruppo nasce nel 2002 con l'intento di approfondire la propria passione per il jazz nel contesto ristretto e impegnativo del quartetto. Inizia subito ad esibirsi in alcuni locali proponendo un repertorio dedicato interamente a Thelonius Monk per poi cimentarsi con l'arrangiamento di alcuni importanti standards e con la composizione di brani originali. Pimazzoni si è aggiudicato, nel settembre 2005, il premio Massimo Urbani. Terragnoli vanta la collaborazione con Paolo Birro, Billy Cobham, Mark Abhrams, Antonello Salis e Mauro Negri,  Zanella ha collaborato con Franco Cerri, Gianni Basso, Gianni Coscia e Francesco Bearzatti. Girardi si è formato con Massimo Manzi ed ha al suo attivo corsi di perfezionamento con John Riley, Billy Cobham e Vinnie Colaiuta.

 

Degustazioni guidate a cura del Club di Papillon

ore 21.30  l’assaggio della musica Teatro S.Ignazio

 

BOB SINGLETON & THE GOLDEN GOSPEL SINGERS

Deidre Valentinesoprano        Rose Simmons:alto

Christopher  Gales: tenore       Robert Singleton: baritono

Charles Beachum: tastierista    Jones Sherman: batteria

I Golden Gospel Singers di Harlem sono uno fra i gruppi gospel più conosciuti e amati in Europa. La formazione, creata e diretta dal genio di Bob Singleton, è composta da sei elementi di cui due strumentisti. Ciò che rende i Golden Gospel Singers diversi da tutti gli altri gruppi presenti in Italia è la loro capacità unica di 'accattivarsi' le simpatie di ogni genere di ascoltatore. Dopo i primi brani tutto il pubblico è in piedi che canta e applaude. Il bilancio dei loro concerti parla da sé: il 'tutto esaurito' accompagna di regola le loro esibizioni ed il successo di critica e pubblico è a dir poco eccezionale. "Pure", purezza, è il titolo del loro ultimo album che dimostra l'incredibile livello qualitativo che il gruppo ha raggiunto nel corso degli ultimi anni e che rappresenta la nuova svolta artistica da loro intrapresa: insieme ad originalissimi arrangiamenti del repertorio gospel e spiritual, la loro musica si avvicina, infatti, alle più moderne tendenze hip-hop e rap, ampliando ed arricchendo a dismisura il repertorio tradizionale.

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl