Merc 18, Giov.19, Ven.20 e Sab.21 @28DiVino Jazz for support28

17/giu/2014 14.55.49 28DiVino Jazz Club Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Comunicato: Live a sostegno del 28DiVino dal 18 al 21 Giugno. - GRAZIE

-----
Mercoledi 18 Giugno
ore 21.00 proiezione
ore 22.15 Live music
 
"UN PASSO AVANTI"
La storia di Roberta Escamilla Garrison come contributo alla relazione tra
Jazz e danza
Regia: Andrea Polinelli
 
a seguire (ore 22.00) il duo composto da
Paolo TOMBOLESI al piano
Andrea POLINELLI ai fiati

con la porta aperta a tutti i musicisti presenti a partecipare a questo
incontro musicale, dove l'arte dell'impovvisazione ha carta bianca, oppure
NO :-)

---
Giovedi 19 Giugno
ore 22.00
FILIPPO COSENTINO TRIO presenta il cd "Humam Being"
Filippo Cosentino, chitarra acustica e baritona, composizioni
Mauro Gavini, basso
Carlo Gaia, batteria
 
Dopo l’esordio discografico nel 2011 con “Lanes” (feat. Fabrizio Bosso), che ha suscitato paragoni importanti con la musica del “Pat Metheny più
ispirato” (Luciano Vanni, Jazzit) esce questo mese “Human Being”, il secondo album del chitarrista emiliano Filippo Cosentino, che guida
il trio a suo nome formato insieme al bassista Davide Beatino e al batterista Carlo Gaia. Composto nel 2011 e registrato nel 2012 al Tube
Studio di Fara Sabina, attraverso la musica il disco pone una domanda e una riflessione sul significato dell’essere umano, affrontata attraverso
gli 8 brani che costituiscono l’opera (“Message in a bible”, “Serendipity”, “Mantra”, la title-track “Human Being”, “Dance of the moon in love”,
“Luz”, “392”, “Letters from home”) e che Cosentino percorre alternando chitarra elettrica, acustica, classica e baritona.
Special guest dell’album, il sassofonista statunitense Michael Rosen, impegnato sia al sax soprano che al tenore. Il suo commento su questo
nuovo lavoro: “Filippo è un artista giovane e molto interessante che rappresenta un po’ un’anomalia sulla scena della musica italiana: in contrapposizione alla
corrente piuttosto “purista” del momento attuale nel jazz italiano, ha intrapreso una strada tutta sua, creando una musica allo stesso tempo
accessibile ed esotica, che incorpora una varietà di sonorità. (…)
Con il secondo cd, dimostra già di essere in possesso di una propria identità e, più importante ancora, di una notevole maturità del pensiero che seguiremo con molto
interessamento nei lavori a seguire.”

---
Venerdi 20 Giugno
ore 22.00
FOUR for "Twenty-eight"
Lucia Ianniello, tromba
Diana Torti, voce
Giuseppe La Spina, chitarra
Paolo Tombolesi, piano
 

Suoni e andamento eleganti per il Quartetto che il 28divino ospiterà venerdì 20 giugno. Se c'è una caratteristica che contraddistingue i musicisti non è proprio l'approccio muscolare o competitivo ma l'incedere un pò visionario alla ricerca di timbriche ed effetti sonori: sperimentazione e improvvisazione collettiva. Quattro identità che si intrecciano continuamente alla ricerca di un'espressione comune, democratica, contributiva. Un'estetica un pò aliena alla cultura dominante nella quale spesso si esaspera il "mors tua, vita mea".


---
Sabato 21 Giugno
ore 22.30
"THE GAME WE LIKE TO PLAY"
Giulia Salsone, chitarra
Luca SabatinI, piano
A dieci anni dalle prime collaborazioni, i due musicisti si ritrovano con entusiasmo e decidono di lavorare ad un nuovo progetto che racconta le loro esperienze in un gioco che unisce la chitarra e il pianoforte tra nuove composizioni e arrangiamenti originali.
Un dialogo dove il jazz raccoglie emozioni ed energie.

28DiVino Jazz - Via Mirandola, 21 - Roma
Ingresso live: 10 euro Musica & Drink incluso.
All info: www.28divino.com - tel 3408249718 dopo le 16.00
 
 




Questa e-mail è priva di virus e malware perché è attiva la protezione avast! Antivirus .


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl