Gigi D'Alessio e Aldo Masullo sul palco del San Gennaro day - domenica 21 settembre ore 20- sagrato del duomo di Napoli

20/set/2014 11.15.01 ragucci Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

DA ALDO MASULLO A GIGI D’ALESSIO

 

Sul palco del

 

SAN GENNARO DAY 2014

21 settembre ore 20

Napoli- sagrato del Duomo

direzione artistica GIANNI SIMIOLI

 

 

 

Nell'ambito del progetto IMAGO MUNDI promosso dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli e finanziato dall'Assessorato al Turismo della Regione Campania, dopo il grande successo della prima edizione, il 21 settembre torna la kermesse che, insieme alle celebrazioni religiose in onore del Santo Patrono, ha entusiasmato il popolo di san Gennaro. Tutto pronto dunque per il "SAN GENNARO DAY " prodotta dalla Jesce Sole   con la direzione artistica di Gianni Simioli che, anche quest’anno sarà “master of ceremonies” accogliendo e premiando grandi nomi della cultura, della musica, dello spettacolo,  imprenditori, associazioni di volontariato e cittadini sconosciuti al mondo del gossip ma meritevoli di grandi consensi. Dopo aver annunciato la presenza del filosofo, Aldo Masullo che, alle ore 20, aprirà la kermesse con una lezione aperta a tutti i cittadini, Gianni Simioli, svela la sorpresa che ha preparato  quest’anno. A  salire sul palco  “San Gennaro Day” ci sarà Gigi D’Alessio. Dopo aver vinto il disco di diamante e oltre cento dischi di platino, questa volta il cantante partenopeo non salirà sul palco in veste di premiato, ma sarà lui a consegnare il premio “San Gennaro day” all’ Associazione Pollici Verdi di Scampia, per l’impegno concreto di riqualificare un’area degradata della nostra città, ovvero quello di ridare vita agli spazi e ai giardini del Parco Corto Maltese di Scampia.

Nella prima edizione Gianni Simioli aveva fatto salire sullo stesso Palco Clementino e Liliana De Curtis, adesso ci riprova con un connubio decisamente originale: Aldo Masullo, il filosofo che l’Europa ci invidia e il popolarissimo  cantante partenopeo Gigi D’Alessio.

 

 “Per una festa di matrice fortemente popolare cercavo un testimone, un uomo  e un maestro di vita che venisse a parlare alla mia gente�“ spiega Gianni Simioli - anche quella che solitamente diserta le aule universitarie e i luoghi della cultura. Gli ho chiesto: Professore lei è l'unico che può farlo in un momento in cui intellettuali di professione e borghesia hanno perso occhi, orecchie e soprattutto voce!".  “Poi mi sono detto �“ continua Gianni Simioli �“ Napoli è anche tutta quella gente che al mattino accende la radio canticchiando le canzoni popolari mentre va a lavoro ( beati quelli che possono ancora andare a lavoro) o cerca di tirare avanti in questa situazione così difficile e allora sono queste le persone che vanno premiate per l’impegno più difficile di tutti, quello di non mollare mai. Ed ecco che ho pensato ad una sorpresa, una grande sorpresa: Gigi D’Alessio”.

 




 Ma saranno tanti i nomi che riceveranno il “San Gennaro Day”, la statuetta griffata Fratelli Scuotto della bottega d’arte “La Sarabattola” saranno: Franco Ricciardi, che ha vinto il David di Donatello per la miglior canzone per il cinema e che rappresenta il miracolo delle periferie (è nato a Scampia); Giampaolo Morelli, ispettore Coliandro, che con pochi soldi e tanta creatività ha registrato incassi record con il suo film "Song 'e Napule"; I Manetti Bros, i registi del film “Song ‘e Napue”,  Leopoldo Mastelloni che riceverà il San Gennaro Day alla carriera per i suoi 50 anni di attività artistica; i Sangue Mostro per il miglior disco rap dell’anno; Federico Salvatore; Angelo Schettino; Paolo Caiazzo;The Jackal; Gerardo Ausiello e Leandro Del Gaudio; Pascal Vicedomini, Ilenia Lazzarin;

 Lina Sastri, madrina dell'orchestra sinfonica dei Quartier Spagnoli impegnata nel progetto sociale di avviare i giovani  del quartiere alla musica.

Anche quest'anno a fare gli onori di casa insieme a Gianni Simioli ci sarà la musica degli Spaghetti Style.

 

E ancora tanti premi: la Sartoria Attolini per il film “La grande bellezza”; Tnc Gold; le eccellenze Campane; Mallardo; Pizzeria Oliva; l’Istituto delle povere figlie della visitazione di Maria; Servizio Turismo del comune di Napoli; inoltre la che  la Camera di Commercio premierà la  Feder Alberghi, un riconoscimento che premia l’ interna categoria degli albergatori impegnata a tenere vivo e rilanciare il mercato turistico napoletano che non vive di assistenzialismo pubblico e registra, anche quest’ anno, performance positive nonostante l impegno ancora insufficiente delle istituzioni locali. 

La manifestazione, fortemente voluta dai commercianti della zona di via Duomo, è  promossa e sostenuta dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo e dall’Assessorato al Lavoro e alle Attività produttive e organizzata dall'associazione culturale Jesce Sole, vuole valorizzare una delle zone di Napoli  che, con le sue strade e i suoi tesori nascosti è un serbatoio di cultura millenaria e che deve ricevere più attenzione da parte dei turisti, delle istituzioni e dai napoletani stessi. Una kermesse che, anno dopo anno, mira a diventare un vero e proprio  attrattore turistico  coinvolgendo anche per chi non è nato all’ombra del Vesuvio.

Anche quest’anno allora  l’appuntamento è il 21 settembre ore 20 sul sagrato del Duomo di Napoli per una grande serata di cultura, devozione popolare, musica, spettacolo e chissà se qualcuno troverà a Zazà. 

 

  UFFICIO STAMPA : Manuela Ragucci   manuela.ragucci@tin.it   338/3116674

 

 

 

 

 







blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl