Meli deve mantenere le promesse fatte al maestro Abbado.è utile ricordare.

Meli deve mantenere le promesse fatte al maestro Abbado.è utile ricordare.MAURO MELI, DIRETTORE ARTISTICO E FUTURO SOVRINTENDENTE DELLA SCALA, DEVE MANTENERE LE PROMESSE FATTE AD ABBADO

12/gen/2005 17.14.55 Giuseppe Zecchillo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
MAURO MELI, DIRETTORE ARTISTICO E FUTURO SOVRINTENDENTE DELLA SCALA, DEVE MANTENERE LE PROMESSE FATTE AD ABBADO

Quando Mauro Meli non era ancora al vertice della Scala, ma dirigeva il teatro di Cagliari (l'ultimo in ordine alla distribuzione delle sovvenzioni) non perdeva occasione di dire che se si fosse trovato nello staff dirigenziale della Scala si sarebbe battuto fino all'ultimo respiro per far tornare Claudio Abbado nel teatro milanese. Mauro Meli è effettivamente arrivato alla dirigenza della Scala, e in una delle cariche più importanti, ma Claudio Abbado pare sia scomparso dai suoi pensieri.
Chissà come si è pentito, Mauro Meli, delle sue promesse, pubblicizzate quando non immaginava mai che, da uno dei teatri più piccoli, sarebbe stato catapultato addirittura alla Scala.
Si dice, corre voce, che Meli sia sotto l'ala protettrice di un noto comandante scaligero, e quindi - cogliendo questa fortuna inaspettata - Meli si guarderà bene dal proporre Abbado, altrimenti la fortuna potrebbe voltargli le spalle, facendogli perdere il posto.
Talvolta, Mauro Meli, guardandosi allo specchio, si domanderà quanto vale la sua parola? si domanderà se non faceva più bella figura a Cagliari, piuttosto che qui, dove la sua opinione, e quindi la sua dignità, sono soggette a qualcuno? Si porrà, il buon Meli, questi interrogativi?
Un dirigente, che ha rinunciato alle proprie idee, non potrà dare un incentivo, un impulso al grande teatro milanese. Non vorremmo che, sostituendo un dirigente importante con questo Meli, la Scala fosse caduta dalla padella nella brace.
Recentemente la giornalista Giuseppina Manin mi ha sorpreso per il suo coraggio, avendo pubblicato quasi un'intera pagina con fotografie sul "Corriere della sera", dove esalta giustamente tutte le doti artistiche, umane e sociali del grande direttore milanese, Claudio Abbado. Contrariamente a quanto successo in passato ai suoi colleghi, riuscirà Giuseppina Manin a fare servizi giornalistici alla Scala dopo avere elogiato Abbado? Mi permetto dubitarne. Non voglio essere indovino, ma - secondo me - sono in arrivo tempi duri per la valente giornalista.
Giuseppe Zecchillo

baritonozecchillo@email.it
www.baritonozecchillo.us

N.B. In seguito alla mia lettera di severa critica nei riguardi di Paolo Isotta, ho ricevuto decine di e.mail e di telefonate da tutto il mondo per complimentarmi di avere detto cose realistiche e veritiere, che nell'ambiente musicale tutti pensano, tutti sanno, ma nessuno osa esprimere così apertamente.




--
Email.it, the professional e-mail, gratis per te: http://www.email.it/f

Sponsor:
Trova il tuo lavoro con un click! Scopri aziende e posizioni aperte, clicca ora
Clicca qui: http://adv.email.it/cgi-bin/foclick.cgi?mid=2849&d=12-1

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl