nadia vezzu' vince il Rosetum 2005

23/gen/2005 11.00.05 Daniele Rubboli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 
da Ufficio Stampa Centro Culturale Francescano Rosetum di via Pisanello 1 - Milano tel. 02.48707203-
---------------------------------------------------------------------------
 
Nadia Vezzù di Verona al Concorso Rosetum
DEDICA AL RICORDO DELLA MAMMA
LA SUA TRAVOLGENTE AFFERMAZIONE
 
Nadia Vezzù, giovane artista padovana residente a Verona, non aveva piu' cantato in pubblico dopo la recente scomparsa della mamma.
Iscrittasi al Concorso Rosetum di Milano per avere una occasione di superare l'angoscia del doloroso strappo, si è aggiudicata il primo premio assoluto della decina edizione dello storico concorso milanese organizzato da Daniele Rubboli con la collaborazione degli addetti ai lavori dei grandi teatri italiani e stranieri.
Tra oltre 200 concorrenti provenienti da tutto il mondo, la Vezzù, che proprio nel 2004 aveva ottenuto la consacrazione alla propria professionalità come protagonista di una produzione al Festival di Martina Franca, ha sbaragliato l'agguerrita concorrenza soprattutto dei soprani, ed ha vinto di slancio questa competizione.
In lacrime, al momento della proclamazione, ha dedicato alla mamma questo suo trionfale ritorno alle scene.
Al secondo posto si è classificata Clara Polito, soprano di Palermo, per la quale di schiude un futuro di grandi soddisfazioni che la rivedrà a Milano nelle prossime produzioni del Laboratorio Lirico Europeo diretto da Daniele Rubboli.
Al terzo posto ancora un soprano italiano, Cristina Baggio di Vicenza, già impegnata in recite operistiche a Philadelphia dove è subito rientrata per onorare impegni che la terranno negli USA fino al 14 maggio prossimo.
Due premi speciali sono stati consegnati da Mario Castiglioni presidente della Pro Cultura di Bressanone a Nadia Vezzù ed al baritono coreano Lee Dong Myung che il 12 e 13 febbraio saranno protagonisti di due concerti a Brunico e Bressanone, assieme al altri artisti della Isea Arts, la giovane società di produzioni musicali che ha sponsorizzato la decima edizione del Concorso Rosetum il cui monte premi, dedicato alla memoria della famiglia Scarampi Crivelli, è stato offerto da Maria Candida Morosini.
Altri premi sono stati messi in palio da Elsa Geiger Ariè in memoria del marito, il celebre basso Raffaele Ariè.
Tutti i dieci finalisti saranno coinvolti, nei prossimi 12 mesi, nelle produzioni operistiche del Teatro Rosetum.
La giuria di questa edizione è stata presieduta da Giuseppe Montanari del Teatro alla Scala di Milano, affiancato da Sergio Segalini direttore artistico della Fenice di Venezia, Roberto Negri della Accademia della Scala, Armando Garcia del Teatro Principal di Palma di Majorca, Silvia Casarin Rizzolo direttrice d'orchestra del Teatro Dicapo di New York, da Lucia Mencaroni e dal mitico M° Romano Gandolfi della direzione artistica dell'Orchestra Sinfonica G. Verdi di Milano, oltre allo stesso Daniele Rubboli direttore artistico del Concorso.
Alla finale erano presenti numerosi operatori musicali e tra questi anche Luca Targetti della Direzione Artistica del Teatro alla Scala.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl