Volterra: Butterfly per i Lions

Volterra: Butterfly per i Lions Domenica 18 aprile a Volterra PER I LIONS: MARIA SIMONA CIANCHI E' MADAMA BUTTERFLY AL P. FLACCO Il soprano fiorentino Maria Simona Cianchi, una delle artiste drammatiche di maggior spessore, nella nuova generazione delle voci liriche italiane, sarà protagonista domenica 18 aprile, alle ore 16,30, del capolavoro di Giacomo Puccini "Madama Butterfly", al Teatro Persio Flacco di Volterra.

09/apr/2010 16.01.48 Daniele Rubboli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
Domenica 18 aprile a Volterra
PER I LIONS: MARIA SIMONA CIANCHI
E' MADAMA BUTTERFLY AL P. FLACCO
Il soprano fiorentino Maria Simona Cianchi, una delle artiste drammatiche di maggior spessore, nella nuova generazione delle voci liriche italiane, sarà protagonista domenica 18 aprile, alle ore 16,30, del capolavoro di Giacomo Puccini "Madama Butterfly", al Teatro Persio Flacco di Volterra.
Lo spettacolo, aperto a tutti, è stato programmato dai Lions della Toscana che a Volterra tengono in quei giorni il loro congresso annuale e il ricavato sarà devoluto ai loro services.
Con la direzione di Luis Baragiola e la scenografia del pittore volterrano Luciano Nesi, lo spettacolo avrà la regia di Daniele Rubboli, che a Milano dirige il Laboratorio Lirico Europeo, il quale ha firmato anche il recente successo della "Sonnambula" prodotta dall'Associazione Primavera Volterrana.
Acclamata in vari teatri italiani come protagonista verdiana in opere quali "Nabucco" e "Ballo in maschera", e festeggiata interprete dei titoli piu' famosi degli autori toscani come "Tosca" di Puccini e "Cavalleria rusticana" di Mascagni, Maria Simona Cianchi si calerà nel difficile, contrastato ruolo di Cio Cio San, la "farfalla" giapponese che saluta l'amore con la leggerezza di un sogno, riuscendo poi a trasformarsi in aquila quando dovrà trovare la forza di abbandonare la vita per la felicità del proprio figlio.
Con lei l'emergente tenore pisano Giorgio Berrugi, che negli ultimi due anni ha raccolto trionfi in tanti teatri europei, dopo il successo nella "Bohéme" a Torre del Lago; l'inimitabile mezzosoprano milanese Elena Serra, altro astro nascente della nuova generazione dei cantanti lirici italiani, e ancora il baritono genovese (di Zoagli) Carlo Prunali, altro giovane artista di grandi potenzialità che Rubboli ha chiamato tra i protagonisti di questo evento .
Grazie ai Lions il Teatro Persio Flacco potrà rifarsi dei troppo modesti spettacoli lirici importati con le piccole compagnie di Roma e tornare ai fasti delle migliori produzioni firmate, sempre da Luciano Nesi, per la Primavera Volterrana.
--------------------------------------  
  
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl