Volterra: soprano fiorentino in trionfo al Lions Day

19/apr/2010 08.40.00 Daniele Rubboli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
Al Teatro Persio Flacco di Volterra
IL SOPRANO FIORENTINO MARIA SIMONA CIANCHI
FESTEGGIATA IN MADAMA BUTTERFLY AL LIONS DAY
 
 
http://1.bp.blogspot.com/_zXfTcU7ImIU/S4w9hMLSt6I/AAAAAAAAAag/O0XOZ6bZHs4/s320/cianchi-maria-simona.jpg Il soprano fiorentino Mario Simona Cianchi attualmente residente a Sarzana

Domenica 18 aprile, in occasione della Giornata Mondiale del Lions, la Toscana ha scelto di celebrare l'evento a Volterra rendendo omaggio all'opera lirica (unica arte originale italiana nata a Firanze alla fine del Rinascimento) ed al piu' grande compositore toscano:Giacomo Puccini.
Per questo, con le splendide e ricche scene del pittore volterrano Luciano Nesi, che fa farte del Lions Club di Volterra, è andata in scena una "lettura" di "Madama Butterfly" scritta e raccontata da Daniele Rubboli con protagonista il soprano fiorentino Maria Simona Cianchi.
Questa artista, che da anni abita a Sarzana, ha colto un successo personalissimo facendosi applaudire a scena aperta e raccogliendo lunghe ovazioni al termine dell'opera, nonchè lunghe code davanti al suo camerino.
Se l'entusiasmo porterebbe a dichiarare che "mai" si era ascoltata una Cio Cio San di tale levatura ( ed erano in molti a giurarlo anche tra gli abbonati del Maggio Musicale), in realtà va detto che Maria Simona Cianchi ha da alcuni anni trovato, nel repertorio drammatico, la sua piu' autentica dimensione. La sua vocalità si stende dalle note gravi agli estremi acuti con morbidezza, senza mai cedere ad asperità, in una rotondità di suono che fanno della sua preziosa fonazione un "unicum" raro sia nel panorama attuale dei soprani drammatici, sia in quello del passato.
Donna di grande sensibilità e intelligenza musicale, Maria Simona Cianchi sa identificarsi con ogni nota del compositore e trasmette al pubblico uno scambio intenso di emozioni rapendoli davvero nel sogno.
E qui sta la differenza tra questa artista italiana e le tante, troppe Cio Cio San dagli occhi a mandorla che magari camminano meglio con i passettini giapponesi, ma emotivamente comunicano ben poco. Per non parlare poi dei sopranoni slavi, georgiani e ucraini in primis, tutto suono e niente pathos.
Con lei superbamente anche il mezzosoprano milanese Elena Serra la quale, pur molto giovane, è un'affermata specialista del ruolo. Il pubblico di Volterra le ha tributato un entusiastico applauso quando lei stessa, prendendo il violino, ha eseguito il Coro a Bocca Chiusa, creando una magia irripetibile che nessun coro avrebbe saputo donare.
Fragorosi e convinti oltrechè meritati gli applausi all'ottimo tenore pisano Giorgio Bellugi, la piu' bella voce di tenore lirico italiano uscita negli ultimi due anni il quale, dal prossimo mese, è costretto a prendere residenza a Dresda perchè i gradni teatri se lo litigano, mentre quelli italiani gli chiudono le porte perchè le agenzie, dovendo salvare i propri tenori in gran parte piu' modesti di lui, gli fanno una guerra senza quartiere.
Con successo anche il debutto del giovanissimo baritono genovese Carlo Prunali che ha tratteggiato un Sharpless molto elegante, al quale ha dato autenticità di sentikmenti, bella presenza scenica ed una chiara dizione sillabica che lo mettono tra le belle nuove realtà della lirica italiana.
Magistrale l'accompagnamento di Luis Baragiola al pianoforte e di forte emozione il racconto di Daniele Rubboli che ha messo a confronto la "Butterfly" di Puccini con "Madame Chrysanteme" di Messager e dato notizie sulle vera storia della ragazza giapponese raccontata da Luther Long, tradotta in dramma da Belasco e poi in musica da Puccini. Una storia mai finita perchè la vera Butterfly non riuscì a suicidarsi, venne salvata da quel suo estremo tentativo, si posò con un giapponese, ebbe figli ed i suoi eredi sono stati anche recentemente ospiti al Festival di Torre del Lago.
--------------------------------------
 
Il Laboratorio Lirico Europeo di Milano ringrazia per l'attenzione: tel 02.2842836
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl