Sassuolo: GRANDI OPERISTI ITALIANI PER I 40 ANNI DEL CIROLO LIRICO

29/giu/2010 19.18.55 Daniele Rubboli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
Giovedì 1 luglio a Sassuolo
GRANDI OPERISTI ITALIANI
AL PALAZZO DUCALE
PER I 40 ANNI DEL LIRICA CLUB
Era il 1970, cadeva il Governo Rumor e Mike Bongiorno presentava Rischiatutto in TV; ci sono le prime elezioni amministrative per le Regioni e a Milano le BR compiono il primo attentato; in tutta Italia viene applicata la teleselezione e a Roma fallisce il golpe di Valerio Borghese. In quegli stessi giorni a Sassuolo, già capitale della piastrella, nasce il Lirica Club grazie all'intraprendenza del direttore del Teatro Carani, Roberto Costi.
Si costruiscono così 40 anni di promozioni musicali, concerti, allestimenti operistici, nascita di eventi che hanno fatto storia come il mitico "Concertone", tutti realizzati in gran parte con la collaborazione del musicologo modenese Daniele Rubboli, che poi a Milano fonda il Laboratorio Lirico Europeo che ancor oggi dirige.
Tutto questo, e molto altro ancora, viene celebrato giovedì 1 luglio alle ore 21, al Palazzo Ducale di Sassuolo con uno spettacolo voluto da Roberto Costi che nel frattempo ha lasciato la presidenza del Circolo al piu' giovane Giovanni Gandolfi, e affidato all'inossidabile Daniele Rubboli Daniele Rubboliper il quale inizia a Sassuolo una caldissima estate musicale che già il 2 luglio lo porta a inaugurare l'opera Festival di  Venezia-Marghera con altro suo spettacolo, per essere domenica 4 nuovamente in Emilia Romagna a Rocca San Casciano dove conduce il Premio Cappelli e così via fino al 31 agosto dalla Liguria alla Toscana.In particolare Daniele Rubboli sarà il 23 luglio a Torre del Lago per presentare il suo ultimo libro sui 100 anni dell'opera "La fanciulla del West".
Lo spettacolo di Sassuolo si presenta pirotecnico.
Per le voci ospiti e per le idee che animano l'evento.
Intanto si celebrano quattro giganti del teatro operistico italiano come Rossini , Donizetti, Verdi e Puccini, a ciascuno dei quali è dedicata la selezione da due titoli di grande popolarità. Poi si evidenzierà l'apporto culturale all'Unità d'Italia che la musica lirica ha dato nel tempo. Infine si applaudiranno talenti emergenti del buon canto italiano a partire dall'eccellente artista fiorentina Maria Simona Cianchi, il soprano drammatico italiano piu' interessante uscito in questi ultimi 5 anni.Soprano Maria Simona Cianchi
 
La Cianchi, che prossimamente sarà in Germania con il teatro Goldoni di Livorno, per una serie di spettacoli dedicati a Mascagni, riprende da Sassuolo i suoi impegni italiani, avendo appena concluso, domenica scorsa, una sua applauditissima tournèe in Francia, conclusasi con festeggiatissime serate in Provenza.                                                                                        Con lei la bellissima Isabel De Paoli, mezzosoprano di Pavia, il tenore cremonesi Luca Bodini solidissimo artista dalla carriera internazionale, il brillante baritono pavese Enrico Marabelli, altro artista che svolge la sua carriera soprattutto nei teatro d'Europa, il soprano leggero pugliese Gabriella Stimola, e il bolognese Pierluigi Dilengite baritono ben noto al pubblico di Sassuolo, attualmente impegnato nelle produzioni dell'Arena di Verona.
Al pianoforte il funambolico maestro argentino Luis Baragiola.
Ospite d'onore è atteso a Sassuolo per l'occasione anche il grande tenore italiano Nicola Martinucci.
  Luca Bodini e Maria Simona Cianchi al Festival Filippeschi 2009
 
inviato da Ufficio Stampa Laboratorio Lirico Europeo di Milano tel 02.2842836
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl