Lissner,la prego annulli i permessi della Filarmonica.

06/mag/2005 20.20.15 Giuseppe Zecchillo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
LETTERA APERTA AL SOVRINTENDENTE STEPHANE LISSNER

ANNULLI I PERMESSI DELLA FILARMONICA
GLI ORCHESTRALI SI STANCANO NEI LORO CONCERTI PRIVATI E POI, QUANDO DEVONO SUONARE PER LA SCALA, NON RENDONO AL MEGLIO

Dal "Corriere della sera" del 5/5/05 ho appreso con stupore e meraviglia che l'Orchestra Filarmonica della Scala ha eseguito ben 57 concerti nel 2004, la maggior parte dei quali fuori sede. Tutti sanno che l'Associazione Filarmonica è composta dall' 85% dai professori dell'orchestra scaligera, mentre il restante 15% preferisce dedicare il tempo libero alla famiglia, allo studio e al perfezionamento. Teoricamente i concerti dovrebbero essere eseguiti nelle giornate libere dall'impegno con il teatro, mentre tutte le prove e le prove generali dei concerti stessi dovrebbero essere fatte dopo il lavoro alla Scala. Se ciò fosse vero, i componenti della Filarmonica, che hanno svolto l'intensa attività che comporta il duplice impegno di 57 concerti e della preparazione ed esecuzione delle opere scaligere, avrebbero lavorato 10-15 ore al gorno senza riposare mai. Sarebbero sovrumani, dovremmo considerarli dei Supermen.
La verità - a mio avviso scandalosa - è che questi orchestrali/Supermen si riposano, eccome! La stragrande maggioranza si dà ammalata nei giorni in cui dovrebbe lavorare per la Scala, dalla quale viene regolarmente stipendiata. Guarda caso, nessuno si ammala quando deve lavorare per la Filarmonica, perché - trattandosi di concerti privati - viene pagato profumatamente extra-Scala.
Tutto ciò crea danni enormi al teatro, che Lei oggi sovrintende. Danni culturali, artistici e anche economici.
Un'orchestra a mezzo-servizio (part-time) non può dare slancio a un grande teatro come la Scala. Infatti, a causa dell'orchestra che se ne va in giro per il mondo a titolo privato, la Scala è un teatro molto spesso chiuso, "in riposo". Inoltre la Filarmonica fa concorrenza alla Scala, portandole via molti sponsors e - per colmo di disgrazia - impedisce alla Scala di svolgere una regolare stagione sinfonica.
Ho letto, su "la Repubblca" del 5/5/05, una sua lunga intervista, dove Lei, fra le altre cose, dice che porterà "aria nuova" alla Scala e dichiara:" Credo che tutti i poteri debbano essere affidati a una sola persona, che abbia la capacità di gestire economicamente e socialmente il teatro con un chiaro progetto artistico. Quella persona sono io". Che Dio l'ascolti!
Bene Lei dice durante l'intervsta:" Arrivando qui non ho trovato una situazione difficile, ma catastrofica".
Immagino che con il termine "catastrofica" Lei si riferisse anche alla Filarmonica, che ammala e deteriora il teatro milanese.
Lei mi è piaciuto molto per le sue parole:" Quando mi hanno contattato non ero in cerca di una poltrona". Cò mi fa sperare che Lei abbia una personalità libera e coraggiosa e quindi saprà prendere provvedimenti in favore della Scala, che - come Lei ha detto in altre occasioni - ama tanto.
Chi le scrive è stato, per 18 anni, membro della Commissione Centrale Musica presso il Ministero dello Spettacolo, consigliere di amministrazione del Teatro Regio di Torino e del Teatro alla Scala, inoltre è da lungo tempo segretario del Sindacato degli artisti lirici maggiormente rappresentativo. Data la mia esperienza sono certo che Lei, da uomo di teatro, ha capito quali siano le anomalie che assillano la Scala e che abbia le idee per porvi rimedio. Tuttavia, muovendosi in questa direzione, potrebbe incontrare ostacoli forti, che forse minaccerebbero la sua permanenza alla Scala; malgrado questo, sono certo che Lei non si lascerà intimidire.

Giuseppe Zecchillo
Sindacato Nazionale Autonomo Artisti Lirici

baritonozecchillo@email.it



--
Email.it, the professional e-mail, gratis per te: http://www.email.it/f

Sponsor:
Migliaia di manuali e guide scaricabili su: Hacker, Reti, Webmaster, Windows e non solo...clicca qui
Clicca qui: http://adv.email.it/cgi-bin/foclick.cgi?mid=3412&d=6-5

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl