UNA NUOVA STELLA . . .

14/mag/2005 12.44.07 Daniele Rubboli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

DA Ufficio Stampa Centro Culturale Rosetum di Milano 02.48707203 -------------
 
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Il debutto a Milano di Cristina Martufi
 
UNA NUOVA STELLA NASCE
SULLE SCENE DEL ROSETUM
 
Cristina Martufi, 27 anni, soprano di La Spezia residente a Carrara, si è "laureata" come autentica rivelazione del 2005, debuttando sulle scene del Teatro Rosetum di Milano come Santuzza nella "Cavalleria rusticana" di Pietro Mascagni.
Uscita dalle selezioni del Concorso Rosetum del gennaio scorso, Cristina Martufi è stata immediatamente invitata da Daniele Rubboli a far parte del Laboratorio Lirico Europeo del Rosetum, divenendo subito la protagonista del Concerto per la Donna che l'8 marzo Rubboli ha portato a Chiavari.
Ieri sera il debutto in un ruolo di grande impegno artistico e musicale che Cristina Martufi ha superato di slancio suscitando clamorose ovazioni anche a scena aperta, con la sua fresca esuberante vocalità che, nonostante la giovane età, la impone tra i soprani drammatici di nuova generazione.
Dopo la modenese Serena Daolio, oggi maggiore star nei teatri di Barcellona e Madrid, e la milanese Tiziana Scaciga Della Silva che sta imponendosi anche sul mercato discografico con prima registrazioni mondiali, Cristina Martufi, allieva del M° Angelo Bertacchi di Modena, è la terza star che il Rosetum consegna, in questi ultimi tre anni, al palcoscenico operistico internazionale.
Con lei, in questa "Cavalleria rusticana", spettacolo definito "magico" dal folto pubblico intervenuto, un ottimo Luigi Frattola, tenore di grande maturità artistica, che ha confermato l'attuale stato di grazia. Perfettamente calibrato nel ruolo anche il baritono bolognese Pierluigi Dilengite, un Compar Alfio da manuale, e di buona efficacia la Lola di Se Jin Lee, altra debuttante. Assolutamente perfetta la Mamma Lucia del mezzosoprano Elena Serra, grande attrice, oltre che eccellente vocalista, la quale è stata anche protagonista della prima parte della serata dedicata all'edizione integrale dell'opera "Zanetto" pure di Mascagni.  Mai prima rappresentato al Rosetum, questo titolo, che ha visto nel ruolo di Silvia, la bella cortigiana fiorentina, la strepitosa performance della coreana Se Jin Lee, è stato accolto dal pubblico con un lungo applauso finale, che ha testimoniato la soddisfazione per questa "scoperta".
Il Coro Rosetum diretto dall'eccellente Debora Mori ha confermato la propria costante crescita artistica che avrà il suo apice nel doppio spettacolo previsto per il 2 giugno e nel grande recital che il coro darà in chiusura della prima parte del Cartellone 2005, il 10 giugno con un repertorio tutto rinnovato.
-------------------------------------------------------------------
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl