FESTA GRANDE A PAVIA PER FRASCHINI E LA MUZIO

10/ago/2010 12.24.27 Daniele Rubboli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
Al teatro comunale di Pavia
FESTA GRANDE PER FRASCHINI
E IL SOPRANO CLAUDIA MUZIO
Da giovedì 7 ottobre il tenore Gaetano Fraschini non è piu' un Carneade a casa sua. Pur avendo dato il proprio nome al Teatro Comunale, nessuno dei tanti che ogni giorno passano a Pavia per Corso Strada Nuova sapeva dire chi mai fosse quel tale. Da un recente sondaggio il 60 % ha detto che probabilmente era il nome di chi lo ha fatto costruire, il 38 % ha dichiarato di non averci mai pensato e solo il 2 % ha risposto: "forse era un cantante".
E ancor meno a Pavia si sapeva del mitico soprano Claudia Muzio, nata in questa stessa città.
Giovedì 7 ottobre, con un autorevolissimo Concerto di Gala, il presidente Alberto Campari dello storico circolo Pavia Lirica, ha presentato un "quaderno", ricco di notizie e splendide immagine, nonchè cronologia e discografia, scritto dal regista e musicologo Daniele Rubboli che racconta ai pavesi e a tutti i melomani attenti alla storia del melodramma, chi erano questo tenore tanto amato da Giuseppe Verdi, e questo soprano che spianò la strada alla rivoluzione interpretativa operata poi da Maria Callas.
La pubblicazione è stata presentata e offerta al folto pubblico intervenuto, nel corso di un Concerto di Gala condotto dallo stesso Daniele Rubboli, che ha portato sulle scene del Teatro Fraschini un quartetto di artisti di altissimo livello che hanno dato il meglio di sè in un'incalzante serie di duetti e romanze, accompagnati al pianoforte dall'esperta giapponese Sachiko Yanagibashi.
Semplicemente travolgente per espressività vocale e tensione drammatica la performance del mezzosoprano Anna Maria Chiuri, l'unica artista italiana che canta il repertorio di Wagner e Strauss in lingua originale e sta preparando anche il debutto in "Parsifal". La sua "forza" ha coinvolto anche i colleghi che hanno dato splendide emozioni come il tenore Francesco Medda, uno degli artisti piu' intelligenti e raffinati, per un repertorio che comprende gradi ruoli drammatici in opere come "Otelo", "Forza del destino", "Carmen" e "Pagliacci". Lo scaligero Silvio Zanon, che ha debuttato nel massimo teatro milanese proprio con la Chiuri, è stato lungamente applaudito ed a lui è andata la Targa Sipario d'Argento, prestigioso riconoscimento alla carriera che gli ha consegnato il presidente onorario di Pavia Lirica, cav. Ernesto Pacchiarini.
E meritati applausi sono andati anche al soprano ucraino Olga Zhuravel, da tempo stabilitasi in Italia, dove vive a Magenta.
Lo spettacolo era iniziato, in modo molto suggestivo, con un balletto sulla romanza "Casta diva" dalla "Norma" di Bellini, eseguito da Eleonora Piron su coreografia di Marilina Piemontese.
Il ricavato della serata è stato devoluto al Comitato Cittadino "Insieme per la Cattedrale" ed è stato un altro passo avanti nel restauro da troppi anni in corso per il Duomo di Pavia chiuso al culto in attesa che i lavori di consolidamento siano finiti.
--------------------------------------------------------------------------------------------------------
foto
  Il mezzosoprano Anna Maria Chiuri
il tenore Gaetano Fraschini
 il mitico soprano Claudia Muzio
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------  Dal Circolo Pavia Lirica - tel 337.299585
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl