Sassuolo (MO) TRIONFO DEL CONCERTONE CON I GIOAVNI TALENTI DELLA LIRICA

26/ott/2010 12.31.48 Daniele Rubboli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
Al Teatro Carani di Sassuolo
ISABEL DE PAOLI E MATTEO MACCHIONI
INFIAMMANO I LIRICA CLUB DELL'EMILIA
Consegnata la preziosa Piastrella d'Oro a Daniela Dessì-Assente Fabio Armiliato  il mezzosoprano Isabel De Paoli di Pavia
 
Il 31° Concertone del teatro Carani di Sassuolo ha visto quest'anno protagonisti assoluti i giovani artisti lirici presentati dai Lirca Club dell'Emilia e Romagna, in uno spettacolo che ha segnato pure il ritorno di una "magnifica coppia": il pianista e direttore d'orchestra Leone Magiera, e il regista e presentatore Daniele Rubboli che ha festeggiato la sua 30a partecipazione a questa orami classica manifestazione che lui stesso, con l'amico Roberto Costi, ideò nel 1979.                         In tutte le scorse edizioni protagonisti acclamati erano stati i big della lirica premiati con la preziosa Piastrella d'Oro, ma quest'anno che si premiava la splendida coppia Daniela Dessì-Fabio Armiliato, lui è rimasto a Genova, ancora sofferente per i postumi della faringite che gli ha fatto cancellare le recite di "I vespri siciliani" a Parma, lei non ha potuto cantare perchè ancora troppo stanca per l'impegno al Festival Verdi, e in partenza per altri contratti di lavoro che già dal giorno dopo l'avrebbero vista in prova. Così la parte del leone è spettata ad un'altra coppia, incontratasi per la prima volta pochi minuti prima sulle scene del Carani: il mezzosoprano Isabel De Paoli giovane, bella e bravissima, che ha conquistato il pubblico sfoggiando una imperiale personalità; e il tenore Matteo Macchioni di Sassuolo, giovanissimo, disinvolto, gradevole e con quel giusto piglio di moderno artista del palcoscenico lirico che gli ha dato la vittoriosa partecipazione alla trasmissione "Amici" e il debutto a Salerno con Oren in "Elisir d'amore".
   il tenore Matteo Macchioni di Sassuolo
 
Molto interessanti e giustamente festeggiati dal pubblico i bassi Mattia Denti e Massimiliano Catellani, e tanti applausi anche per i mezzosoprani Erika Zanaboni e Catia Pizzi, il giovane basso palermitano Claudio Levantino, il soprano Yoko Otani e il baritono Daniele Giacometti.
Un momento particolarmente suggestivo quello dell'a solo al pianoforte del magnifico Leone Magiera il quale ha eseguito la prima ballata di Chopin, quella in Sol Minore, dedicata al Barone Stokausen e ispirata al poema del suo amico polacco Adam Mickiewicz.
Al 31° Concertone hanno partecipato i Lirica Club di Bagnara di Romagna, Modena (2), Parma, Sassuolo, Casalgrande, Castellarano, Rovereto di Carpi, e il Laboratorio Lirico Europeo di Milano.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl