I: TOSCA

prodigioso baritono veneziano Silvio Zanon, un ex gondoliere che, proprio con la

28/nov/2002 08.03.10 Daniele Rubboli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 
ATTENZIONE !
SILVIA RAMPAZZO E' ARTISTA DI    PADOVA  !!!!
SILVIO ZANON E' UN EX GONDOLIERE DI VENEZIA residente a Noale   !!!!
ROSARIO LA SPINA E' NATO IN AUSTRALIA DA GENITORI SICILIANI !!!!
ANTONIO CUMINI, BASSO DEBUTTANTE, E' DI UDINE   !!!
 

Da Ufficio Stampa Laboratorio Lirico Rosetum (MI)
responsabile RODOLFO ROTA tel. 02.48707203 fax 02. 40092195
con preghiera di cortese ospitalità -----------------------------------
 
Questa sera al Teatro Rosetum di Milano
 
"TOSCA" DI PUCCINI
SALUTA IN RITORNO
DI SILVIA RAMPAZZO
Con lei l'ex gondoliere Silvio Zanon (Scarpia) e il
tenore Rosario La Spina dell'Accademia della Scala
 
Questa sera, venerdì 29, alle ore 20,30, al Teatro Rosetum di via Pisanello 1, a Milano, va in scena la nuova produzione di "Tosca" di Giacomo Puccini realizzata da Daniele Rubboli con gli artisti del suo Laboratorio Lirico Europeo.
Il capolavoro del musicista lucchese vede il ritorno alle scene operistiche del giovane soprano padovano Silvia Rampazzo pienamente ristabilitasi dopo una tormentata malattia che l'ha tenuta alcuni anni fuori dalla carriera trionfalmente iniziata alla fine del secolo scorso, nei teatri di tutta Europa.
Un Calvario che Silvia ha sopportato con grande forza tornando con caparbietà allo studio del canto subito dopo aver risolto i problemi di salute.
Milano festeggia la sua "rinascita" teatrale con questa interpretazione vibrante e vocalmente autorevole che rilancia Silvia Rampazzo tra le voci liriche emergenti del teatro musicale italiano.
Al suo fianco la lussureggiante luminosa vocalità del tenore italo-australiano Rosario La Spina, la migliore realtà espressa negli ultimi due anni dall'Accademia Lirica della Scala; e il prodigioso baritono veneziano Silvio Zanon, un ex gondoliere che, proprio con la trionfale interpretazione di "Tabarro" e "Gianni Schicchi", nel mese scorso sempre al Rosetum di Milano, ha avuto la sua definitiva consacrazione nazionale come rivelazione assoluta del 2002 tra i giovani baritoni italiani, ottenendo immediatamente scritture in ben sette diversi teatri d'Europa.
Completano il cast, con la direzione musicale di Luis Baragiola e la regia di Daniele Rubboli, Antonio Cumini, Ruggero Lopopolo, Mizuho Sudo, Alessandro Genova, Antonio Peloso e il Coro Rosetum diretto da Umberto Balestrini.
--------------------------------------------------------------------------------
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl