I: TOSCA

01/dic/2002 10.01.20 Daniele Rubboli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 
Dal Laboratorio Lirico Europeo del Rosetum di Milano
02.48707203
 
PER LA TOSCA DEL LABORATORIO EUROPEO
E' INTERVENUTA LA PROTEZIONE CIVILE !
 
Successo senza precedenti quello dell'ultima edizione di "Tosca" di Giacomo Puccini realizzata dal Laboratorio Lirico Europeo diretto da Daniele Rubboli al Centro Culturale Francescano Rosetum di Milano.
Presentata al teatro di via Pisanello 1 della metropoli lombarda, l'opera è stata replicata al CTS Olmi di Baggio dove la folla, sollecitata dal successo della <prima>, ha letteralmente preso d'assalto il teatro ed è stato necesario l'intervento degli uomini della Protezione Civile per chiudere le porte e rimandare a casa almeno 150 persone, mentre all'interno il pubblico aveva occupato anche i gradini della immensa arena coperta del CTS.
Un trionfo giustificato dal cast assolutamente d'eccezione che ha visto protagonista il soprano di Padova Silvia Rampazzo, tornata finalmente ad affrontare un ruolo da protagonista in un'opera lirica, dopo la forzata assenza dalle scene causa una lunga malattia oggi brillantemente superata.
Con le fisique du role perfetto per vestire i panni di Floria Tosca, la Rampazzo - nonostante la comprensibile emozione - ha risolto al meglio anche l'impegno vocale impreziosito da un'autorevole verve scenica.
Con lei il tenore italo-australiano Rosario La Spina, il miglior artista di questa corda espresso dall'Accademia Lirica della Scala da quando è nata.
Da sempre collaboratore di Daniele Rubboli che l'ha scoperto all'ultima edizione del defunto concorso internazionale Cascinalirica (-un cadavere culturale in più sulla coscienza degli enti pubblici -), Rosario La Spina sta vivendo un momento di grazia che gli consente di affascinare le platee di tutta Italia: prima di questa "Tosca" si è fatto acclamare nel "Rigoletto" al Persio Flacco di Volterra, e domani sarà Rodolfo nella "Boheme" del teatro Siracusa a Reggio Calabria.
Il terzetto dei protagonisti prevedeva anche il baritono Silvio Zanon, ex gondoliere di Venezia: un gigante nella possanza fisica e nella voce, con una maturità scenica e interpretativa che fanno di lui, allievo dell'ex britono veronese Scandola, uno dei più interessanti artisti emergenti di questo 2002.
Completavano il cast Andrea Bragiotto, Antonio Cumini, Ruggero Lopopolo, Mizuho Sudo, Antonio Peloso, Alessandro Genova con il Coro Rosetum diretto da Umberto Balestrini e la direzione musicale di Luis Baragiola.
Regia di grande effetto nel sapiente gioco di luci, di Daniele Rubboli.
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl