Breve storia del Concorso Città di Bologna

Breve storia del Concorso Città di Bologna Breve storia del Concorso Città di Bologna Il Concorso Città di Bologna nasce nel 2007 da un'idea di Paolo Coni, Roberta Pedrotti e Cristiano Cremonini con una formula originale che offre ai finalisti un percorso completo comprensivo di uno stage di perfezionamento artistico in preparazione del concerto finale.

14/gen/2011 15.15.15 Teatro Guardassoni Bologna Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Breve storia del Concorso Città di Bologna

 

 

Il Concorso Città di Bologna nasce nel 2007 da un’idea di Paolo Coni, Roberta Pedrotti e Cristiano  Cremonini con una formula originale che offre ai finalisti un percorso completo comprensivo di uno stage di perfezionamento artistico in preparazione del concerto finale. I finalisti e gli eventuali uditori o idonei vengono ospitati gratuitamente a Bologna per tutta la durata dello stage e verranno poi coinvolti nelle iniziative musicali del teatro Guardassoni e delle istituzioni che collaborano alla realizzazione del concorso. A questo scopo nel 2008 è stato inaugurato il progetto Un palcoscenico per giovani talenti, che ha portato cantanti emersi nel concorso a debuttare in opere quali la rara Savitri di Gustav Holst o La traviata di Verdi al fianco di artisti affermati quali il basso Lorenzo Muzzi o il baritono Mario Cassi. Vincitori, finalisti e altri artisti selezionati fra i numerosissimi ascoltati in audizione si sono esibiti anche in concerti sempre presso il Teatro Guardassoni, nello storico Collegio S. Luigi di Bologna, e sono stati coinvolti nelle diverse collaborazioni attivate negli anni proprio per favorire la valorizzazione dei nuovi talenti più meritevoli. A tale scopo nel 2011 è stata anche inaugurata una collaborazione speciale con il Concorso Benvenuto Franci di Pienza, l’Anselmo Colzani di Budrio e il Maria Caniglia di Sulmona.

 

Nelle prime quattro edizioni sono stati ascoltati oltre 400 candidati provenienti da tutti i cinque continenti, dall’Italia, dalla Francia, dalla Spagna, dall’Inghilterra, dall’Irlanda, dalla Grecia, dal Belgio, dall’Olanda, dalla Germania, dall’Ucraina, dalla Lituania, dall’Albania, dall’Armenia, dalla Russia, dalla Polonia, dalla Repubblica Ceca, dalla Cina, dalla Corea, dal Giappone, dalla Thailandia, dall’Australia, dall’Argentina, dal Brasile, dal Messico, dagli Stati Uniti, dal Sud Africa, ecc.

 

Nel corso degli anni alle lezioni individuali di interpretazione vocale, agli approfondimenti teorici e al lavoro con i pianisti preparatori si sono affiancate anche lezioni di arte scenica tenute nel 2008 e nel 2009 dall’attore e regista Carlos Branca, nel 2010 dal tenore e regista Davide Livermore, una delle firme emergenti e più apprezzate del teatro non solo musicale italiano. Nel 2011 gli incontri dedicati all’arte scenica verranno curati da un altro artista di altissimo livello, il baritono Pietro Spagnoli, di recente applaudito Figaro rossiniano al Covent Garden di Londra sotto la direzione di Antonio Pappano.

 

Dal 2010 il soprano Cinzia Forte succede a Paolo Coni come direttore artistico e docente principale.

 

Fra i giurati nelle varie edizioni, oltre ai nomi già citati, si sono segnalate le presenze di importanti personalità della cultura musicale italiana e bolognese, quali il prof Loris Azzaroni (docente dell’Università di Bologna e presidente dell’Accademia Filarmonica bolognese), il prof. Marco Beghelli (docente dell’università di Bologna), la dott.ssa Vittoria Fontana (teatro Comunale), la dott.ssa Maria Pia Jacoboni (Associazione Clavicembalistica bolognese), il dott. Fulvio Macciardi (Teatro Comunale), il prof. Piero Mioli (docente del Conservatorio G.B. Martini e accademico filarmonico), il dott. Alberto Triola (attualmente direttore della Scuola dell’Opera del Comunale), il prof. Carlo Vitali (Centro Studi Farinelli), il dott. Luigi Verdi (Centro Studi Farinelli), il m° Mauro Trombetta (già direttore artistico del Teatro dell’Opera di Roma), il m° Claudio Chiavazza del Coro Ruggero Maghini di Torino e il m° Giovanni Columbro, direttore artistico del Festival barocco di Viadana. Particolarmente significative e prestigiose anche le presenze del mezzosoprano Gloria Banditelli, celebrata interprete soprattutto del repertorio seicentesco e settecentesco, come presidente per la sezione barocca nel 2008, e, nell’edizione 2010, del grande tenore e oggi direttore d’orchestra Giuseppe Sabbatini come presidente della giuria, ruolo che nel 2011 verrà ricoperto dal giornalista e regista teatrale Michele Mirabella.

 

Il concorso Città di Bologna è promosso in collaborazione con l’Area Cultura del Comune di Bologna.

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl