LECCO: simon boccanegra

CON PREGHIERA DI PUBBLICAZIONE Per la prima volta a Lecco SABATO AL TEATRO CENACOLO IN SCENA "SIMON BOCCANEGRA" Carlo Maria Cantoni, Jago al Cenacolo di Lecco, torna nel ruolo di Simon Boccanegra Per la prima volta nella storia degli spettacoli lirici ospitati Lecco vede in cartellone uno dei capolavori verdiani piu' nobili: "Simon Boccanegra".

02/gen/2011 12.21.09 Daniele Rubboli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 
CON PREGHIERA DI PUBBLICAZIONE
 
Per la prima volta a Lecco
SABATO AL TEATRO CENACOLO
IN SCENA "SIMON BOCCANEGRA"
 Carlo Maria Cantoni, Jago al Cenacolo di Lecco, torna nel ruolo di Simon Boccanegra
Per la prima volta nella storia degli spettacoli lirici ospitati Lecco vede in cartellone uno dei capolavori verdiani piu' nobili: "Simon Boccanegra".
Andrà in scena in una nuova produzione al sabato 5 febbraio, ore 21, al Teatro Cenacolo di Lecco con la direzione d'orchestra di Paolo Volta e la regia di Daniele Rubboli, direttore artistico della stagione d'opera e operetta di questo teatro lombardo che meriterebbe l'Oscar del Coraggio. Ma si accontenterebbe anche di una maggior attenzione da parte degli enti locali che continuano a peccare di miopia nei suoi confronti.
Da 10 anni infatti il Teatro Cenacolo Francescano di piazza Cappuccini 3, regala alla città di lecco un primato regionale invidiabile: è l'unico teatro della Lombardia, dopo la Scala di Milano, a produrre in proprio tutti gli spettacoli della sua stagione: 4 opere e due operette, con scenografie costruite in teatro, Orchestra Sinfonica di Lecco, balletto Arte Danza di Lecco, coro Mayr di Bergamo preparato da Salvo Sgrò della Scala. Gli artisti poi sono del prestigioso Laboratorio Lirico Europeo di Milano vivaio che ha dato voci liriche a tutti i teatri ndel mondo, essendo una fucina di professionisti del teatro musicale che non ha paragoni  tra le iniziative private nazionali. Così, mentre tutti gli altri teatri della Lombardia, parcheggiano gli spettacoli lirici confezionati dall'Aslico, ente a sovvenzione statale, il Cenacolo di Lecco produce in proprio grazie alla forza del volontariato che va a braccetto con la passione.
Con "Simon Boccanegra" sabato 5 febbraio Daniele Rubboli, che da questa stagione gode dell'assistenza alla regia della coreografa e danzatrice Corinna De Paoli, di Pavia, ha schierato un gruppo di artisti giovani ma ampiamente collaudati come il baritono Carlo Maria Cantoni, residente a Como, che rientra in Italia per l'occasione essendo impegnato in varie produzioni nei teatri tedeschi. Sempre artista di Como è Gianluca Alfano che veste i panni del perfido Paolo, mentre il basso bolognese Luca Gallo, attualmente impegnato a Catania nelle recite di "La fanciulla del West", sarà Fiesco. Torna poi a Lecco il tenore pesarese Enrico Giovagnoli (Gabriele Adorno), personaggio televisivo, tante volte applaudito anche sul piccolo schermo, mentre nel ruolo di Maria/Amelia sarà ancora ospite del Cenacolo il soprano milanese Daniela Stigliano.
 il tenore Enrico Giovagnoli
Completano il cast il bravo Diego Bellini nel doppio ruolo di Pietro e Capitano dei Balestrieri; il soprano Rosalba Zanga artista del Coro Mayr, questa volta nel ruolo di Ancella di Amelia, mentre le comparse, indispensabili per realizzare questo complicato spettacolo sono attori della affermata compagnia filodrammatica del Cenacolo.
Tutti gli spettacoli delle stagioni d'opera e operetta del Cenacolo sono disponibili in DVD, ed il teatro ricorda che il "libretto" di ogni opera scorre in sovrimpressione durante gli spettacoli, sopra la cornice del boccascena.
-------------------------------  
da Uff. Stampa Laboratorio Lirico Europeo -
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl