I: VINCITORI CONCORSO ROSETUM 2003 A MILANO

I: VINCITORI CONCORSO ROSETUM 2003 A MILANO

19/gen/2003 11.15.07 Daniele Rubboli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 
Concorso Rosetum 2003
 
IL PREMIO SIMONE NEGRI
AD UN BARITONO NAPOLETANO
 
Vincitrice assoluta un'artista Ucraina dell'Accademia Lirica di Osimo - Gli altri premi -
 
Il Premio "Simone Negri", istituito dal maestro Roberto Negri del Teatro alla Scala di Milano per onorare la memoria del figlio tragicamente scomparso nell'autunno scorso, ha premiato il baritono napoletano Vito Priante, 23 anni, la vera rivelazione di questa edizione dello storico Concorso Rosetum per voci liriche.
Alto, bello, con una voce di baritono chiara uguale in tutti i registri, pur denunciando la necessità di "crescere", Vito Priante ha dimostrato di avere potenzialità straordinarie.
Anche per questo Daniele Rubboli, direttore artistico del concorso, gli ha offerto la scrittura per debuttare nella prossima edizione di "Pagliacci" nel ruolo di Silvio, e gli ha consegnato una borsa di studio per l'Accademia Lirica del Rotary International.
Vincitrice assoluta del concorso è stata invece la bella ed elegante Sofia Soloviy, soprano ucraino, che ha staccato il gruppo degli immediati inseguitori con l'impeccabile esecuzione della splendida aria di Halka dall'omonima opera del polacco Stanislav Moniuszko.
A lei anche il Premio Scarampi Crivelli, ex aequo, offerto da Maria Candida Morosini.
La Soloviy attualmente è al secondo anno di perfezionamento all'Accademia Lirica di Osimo (AN).
 
La giuria, presieduta dal M° Giuseppe Montanari del Teatro alla Scala di Milano, ha poi assegnato il secondo premio assoluto al soprano coreano Lee Hyun-Sook, 31 anni, residente a Piacenza dove studia in quel conservatorio, alla quale è pure andato, ex aequo, il Premio Scarampi Crivelli.
Terzo classificato il tenore coreano Lee Jae Wook, 32 anni, residente a Milano, che ha guadagnato anche una scrittura per la prossima edizione della "Lucia di Lammermoor" nel ruolo di Edgardo.
Al tenore coreano Hong Sung Hoon, è andata invece la scrittura per il ruolo di Ismaele nel "Nabucco" previsto per il 5 dicembre prossimo.
A pari merito gli altri finalisti; i soprani Rena Granieri dell'Azerbaigian, Kim Se-Ah coreana, Gianna Queni di La Spezia, Gioconda Vessichelli di Benevento; e il baritono Joung-Min Park coreano ..
Il pubblico ha lungamente applaudito i vincitori confermando le scelte della giuria.
----------------------------
dal Laboratorio Lirico Europeo del Rosetum di Milano
02.48707203
 
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl