lettera aperta al sindaco di Parma

Il metodo di Meli per farsi notare è estremamente pericoloso, ma è stato applicato ovunque Meli abbia lavorato.

18/nov/2005 10.54.13 Giuseppe Zecchillo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
LETTERA APERTA AL SINDACO DI PARMA, ELVIO UBALDI
(e per conoscenza alla stampa)


Egregio Sindaco, ho appreso, dal Corriere della sera, che Mauro Meli vorrebbe, in collaborazione con il M.o Muti,lanciare la Fondazione "Parma Capitale della Musica". Mauro Meli, pur essendo un semlice chitarrista, ha sempre dimostrato manie di grandeur. Quando dirigeva il teatro di Cagliari, ultimo nella scala delle sovvenzioni statali, Meli fece dei programmi miliardari, di cui si vanta, poiché scritturò addirittura il direttore d'orchestra Maazel - quasi 100-150 milioni di vecchie lire a recita - legato a una nota agenzia teatrale. Come tutti sanno, le note agenzie teatrali gonfiano i cachet degli artisti per trarne profitto.
Meli giunse a Cagliari con un curriculum di scarsa competenza in fatto di teatro lirico, per cui scritturava quelli che costano di più per fare bella figura e non essere tacciato di mediocrità. Ha fatto però un sacco di deficit di bilancio, che i cittadini cagliaritani hanno dovuto risanare di tasca propria. Il metodo di Meli per farsi notare è estremamente pericoloso, ma è stato applicato ovunque Meli abbia lavorato.
Contrariamente ai grandi artisti, come Toscanini, De Sabata ecc, che hanno gestito la Scala rendendola famosa in tutto il mondo, e che privilegiavano la qualità senza sforare il bilancio, Meli è convinto che ciò che costa di più sia il meglio. Invece non è detto che gli artisti che costano di più siano i più bravi, anzi...a volte è il contrario. Sta qui la validità di un dirigente, nel saper fare delle scelte adeguate ai mezzi economici e nello stesso tempo qualificate sul piano artistico.
Non vorrei, caro Sindaco, che tra qualche mese Lei si ritrovi con dei buchi paurosi di bilancio, che peseranno sui cittadini parmensi. Non si sa bene perché Meli dovette andare via dal teatro di Cagliari, senza parlare della sua uscita dalla Scala contestato dai dipendenti. Insomma un personaggio con molte ombre, perciò mi permetto metterLa in guardia da eventuali conseguenze.

Giuseppe Zecchillo Segretario SNAAL e già consigliere d'amministrazione del Teatro alla Scala

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl