Entusiasmo per “Il cappello di paglia di Firenze”

Ormai sempre più raramente assistiamo a spettacoli che entusiasmano ma siamo stati decisamente fortunati nell'aver assistito a questa riuscitissima produzione del Maggio Musicale Fiorentino del Cappello di Paglia di Firenze di Nino Rota, per la prima volta in scena al Teatro Comunale.

Persone Francesca Morosi, Sergio Alapont, Irene Favro, Saverio Bambi, Roberto Jachini, Anna Maria Sarra, Romina Tomasoni, Francesco Verna, Mauro Bonfanti, Lavinia Bini, Salvatore Salvaggio, Filippo Adami, Lorenzo Cutuli, Andrea Cigni, Nino Rota, Achille, Felice, Elena, Emilio, Adele
Luoghi Firenze
Argomenti spettacolo, teatro, cinema

22/lug/2011 11.42.16 Opera live Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Ormai sempre più raramente assistiamo a spettacoli che entusiasmano ma siamo stati decisamente fortunati nell’aver assistito a questa riuscitissima produzione del Maggio Musicale Fiorentino del Cappello di Paglia di Firenze di Nino Rota, per la prima volta in scena al Teatro Comunale. Punti di forza di quest’opera, sono stati la regia di Andrea Cigni, intelligente ed originale, grazie alle pur semplici, ma belle scenografie e costumi di Lorenzo Cutuli; ottima la compagnia di canto, fresca di gioventù e molto affiatata, in cui spiccano, il tenore Filippo Adami nel ruolo di Fadinard, conquista il pubblico con i suoi acuti e con il suo talento da vero mattatore e l’ irresistibile Nonancour del basso Salvatore Salvaggio, voce morbida e proiettata e da intelligente artista riesce a far sorridere restituendo anche umanità a un personaggio spesso visto monocorde; precisa vocalmente Lavinia Bini nel ruolo di Elena, da al personaggio la giusta semplicità di sposina all’antica, timida e ingenua; il baritono Mauro Bonfanti convince più come attore che come cantante ma è stato un Boupertuis che nell'insieme ci è piaciuto ugualmente; completavano brillantemente la compagnia Francesco Verna (Emilio), Romina Tomasoni (Baronessa) Anna Maria Sarra (Adele), Roberto Jachini (Vezinet) Saverio Bambi (Achille e Felice), Irene Favro (modista). A capo dell’orchestra del Maggio Fiorentino il giovane e carismatico direttore Sergio Alapont dal gesto chiaro e preciso, da alla partitura il giusto brio e intensità; ottima la prova del coro sempre puntuale, molto applaudita la scena delle modiste. Il pubblico si è divertito e ha decretato il successo per tutti gli artisti alla fine dello spettacolo.

 

Francesca Morosi

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl