LECCO AL CAVALLINO BIANCO

05/gen/2012 09.34.21 Daniele Rubboli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Domenica 8 gennaio al Teatro Cenacolo di Lecco
ATTESA RIPRESA DELLA STAGIONE LIRICA
CON L'OPERETTA " AL CAVALLINO BIANCO "
Tiziana Scaciga Della Silva e Walter Rubboli tornano a Lecco dopo i personali trionfi nei teatri
 di Malta dove hanno contratti fino al 2014 - Nuova produzione della mitica operetta viennese
prima della programmazione di "La danza delle libellule" di Franz Lehar a febbraio -  Tiziana Scaciga Della Silva      Walter Rubboli
 
Ore 15,30 di domenica 8 gennaio, il sipario del teatro Cenacolo di Lecco (piazza Cappuccini 3) si riapre sul Cartellone d'Opera e Operetta 2011-2012, con un titolo molto atteso dal grande pubblico: Al Cavallino Bianco di Benatzky e Stolz.
Una attesa doppia giustificata sia dal titolo teatrale, sia dal ritorno sulle scene di Lecco della insuperabile coppia vincente formata dall'avvenente soprano Tiziana Scaciga della Silva e dal funambolico cantante e attore Walter Rubboli, appena rientrati da un travolgente successo nei Teatri di Malta dove la stampa locale ha dedicato intere pagine agli spettacoli che questa coppia di artisti italiani ha presentato nei teatri di La Valletta e di Gozo, che li hanno confermati fino al 2014. 
Il titolo dello spettacolo è di per sè di grande interesse perchè "Al Cavallino Bianco", nome che porta anche un bellissimo Hotel di Inniken (San Candido) in alta val Pusteria, è certamente l'ultima operetta europea, ma quasi certamente anche la prima "rivista" del nuovo teatro leggero che dopo quel 1930 doveva iniziare la sua breve ma intensa storia soprattutto in Italia.
In questa nuova produzione, sempre curata da Daniele Rubboli che vi ha aggiunto anche due nuovi personaggi : Leo, villeggiante, e Rose, figlia della proprietaria dell'Hotel, l'accompagnamento sarà orchestrale grazie all'arrangiamento e alla orchestrazione di Debora Mori che dirigerà l'ensemble della Orchestra Sinfonica di Lecco.
Le scene sono opera del talento di Angelo Cesana che con Giuseppe Fumagalli riesce a perpetuare il miracolo della sopravvivenza di questo teatro che, unico in Lombardia, riesce a produrre in proprio una stagione di 4 opere e due operette con grande orchestra, balletto e coro, nonchè cantanti di assoluto prestigio.
Il cast, oltre a Tiziana Scaciga Della Silva (Gioseffa) e a Walter Rubboli (Leopoldo) che firma anche la regia, vede impegnato lo stesso direttore artistico della stagione Daniele Rubboli nei panni dell'industriale veneziano Zanetto Pesamenole, accompagnato dalla figlia Ottilia, la soubrette Daniela Tessore, altra beniamina del pubblico di Lecco.
Il tenore Marco Ferrari, artista stabile all'Arena di Verona, è l'Avv. Giorgio Bellati, mentre il tenore Filippo Pina Castiglioni che ha appena concluso una produzione operistica al Teatro di Catania, veste i panni del bel Sigismondo che sulla scena fa la corte a Claretta, l'attrice milanese Anna Maria Giovanelli. L'ottimo attore Paolo Angelini, premiato nel novembre scorso in Campidoglio a Roma, per la sua attività artistica, sarà il sognante prof. Hinzelmann, mentre Leo Rubboli (figlio di Walter e nipote di Daniele) sarà... Leo Hinzelmann. L'attore Giovanni Mezzogori con la moglie Betty Angelini saranno in scena anche in questa produzione per caratterizzare con la loro irresistibile verve, i ruoli dell'Arciduca e della vivace cameriera Kati.
L'ottima e fantasiosa Cristina Romano ha creato le coreografie che saranno eseguite dal prestigioso Balletto Arte e Danza di Lecco.
------------------------------------------  
informazioni tel: 0341.365401
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl