LECCO ANNA MARIA CHIURI DEBUITTA L?ITALIANA NIN ALGERI

LECCO ANNA MARIA CHIURI DEBUITTA L?ITALIANA NIN ALGERI.

Persone Salvo Sgrò, Luigi Ripamonti, Corinna De Paoli, Mattia Denti, Isabel De Paoli, Barbara Fasol, Giuseppe Fumagalli, Angelo Cesana, Cassandra Evento, Daniele Rubboli, Stefano Seghedoni, Simone Tansini, Gianluca Pasolini, Walter Franceschini, Anna Maria Chiuri, DEBUITTA, Richard Wagner, Elvira, Isabella, Domenico, Gioacchino Rossini, Lindoro, Taddeo
Luoghi Pusteria, Alpi, Italia, Milano, Modena, Lombardia, Parma, Piacenza, Trento, Bergamo, Lecco, Algeri
Organizzazioni Mayr, Associazione Culturale Cenacolo Francescano
Argomenti teatro, spettacolo, musica

04/feb/2012 12.24.23 Daniele Rubboli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Sabato 18 febbraio al teatro Cenacolo di Lecco
ANNA MARIA CHIURI PER LA PRIMA VOLTA
DEBUTTA "L'ITALIANA IN ALGERI" DI ROSSINI
Con il celebre mezzosoprano altoatesino debutta nel ruolo di Mustafà il baritono Walter Franceschini di Trento - Gianluca Pasolini debutta  Lindoro e altrettanto Simone Tansini in Taddeo - Dirige l'Orchestra Sinfonica di Lecco Stefano Seghedoni di Modena - Regia di Daniele Rubboli
 
  Anna Maria Chiuri 
 
  qui è Cassandra
  Evento storico per il Teatro Cenacolo di Lecco, l'unica sala della Lombardia e forse d'Italia che, a gestione privata, e senza ricevere alcuna sovvenzione da enti locali o nazionali, da 8 anni realizza una intensa stagione d'opera e operetta con grande orchestra, coro e balletto, avendo a rotazione una prestigiosa presenza di direttori d'orchestra in carriera internazionale.
Un esempio di come si può esorcizzare la crisi e si possono allestire autorevoli spettacoli operistici senza utilizzare valanghe di denaro pubblico.
A Lecco infatti firmano questo miracolo due volontari dell'Associazione Culturale Cenacolo Francescano: Angelo Cesana ( ottimo scenografo) e Giuseppe Fumagalli (economo), con la collaborazione di Daniele Rubboli come regista e direttore artistico.
Sabato 18 febbraio, per la prima volta al Teatro di Piazza Cappuccini, e forse per la prima volta a Lecco negli ultimi 50 anni, andrà in scena un autentico evento: "L'italiana in Algeri" di Gioacchino Rossini.
Un evento perchè il cast è composto da affermati artisti lirici che per la prima volta affrontano questo spartito e hanno scelto Lecco per debuttarlo grazie alla antica amicizia che lega ciascuno di loro a Daniele Rubboli.
Protagonista, nel ruolo di Isabella, sarà così il celebre mezzosoprano Anna Maria Chiuri, nata in Alta Val Pusteria, a Inniken, la quale dopo aver mosso i primi passi nel teatro musicale come soprano (con Rubboli ha debutatto come Mimì nella Boheme), è poi passata ai ruoli di mezzosoprano imponendosi nei grandi teatri e festival europei come una Carmen di assoluto valore, ma anche una delle pochissime artiste italiane in grado di interpretare Wagner.
Questa volta la Chiuri affronta un'opera buffa che da anni in molti le hanno chiesto e che solo adesso si è decisa a mettere in repertorio.
Sempre dalle Alpi viene l'affermato baritono Walter Franceschini, di Trento, già applaudito al Cenacolo di Lecco anni fa, che debutta nel ruolo di Mustafà.
E per la prima volta si cala nei panni di Lindoro anche il tenore riminese Gianluca Pasolini, altro artista impegnato in tutto il mondo.
Altrettanto faranno il baritono Simone Tansini di Piacenza che debutta come Taddeo, il soprano Barbara Fasol di Milano che bedutta come Elvira, il mezzosoprano Isabel De Paoli che affronta il ruolo di Zulma e il basso Mattia Denti di Parma (Haly) che nel 2010 ha piu' volte cantato alla Scala di Milano.
Completa il cast, come mimo, nel ruolo di una Schiava, Corinna De Paoli che da due anni è l'aiuto regista di Rubboli.
A dirigere l'Orchestra Sinfonica di Lecco sarà Stefano Seghedoni di Modena. direttore d'orchestra e compositore ben noto negli ambienti musicali internazionali, il quale "debutta" sul podio del Cenacolo.
Al Calvicembalo sarà Luigi Ripamonti dell'Orchestra Verdi di Milano, mentre le parti corali sono affidate al Coro Mayr di Bergamo diretto da Salvo Sgrò, altro artista di vasta esperienza scaligera.
La regia è di Daniele Rubboli il quale, come sempre, garantendo fedeltà alla partitura e al libretto, saprà dare a Rossini tutti gli smalti della sua infinita voglia di sorridere.
-----------------------------------------------
informazioni Lecco: 0341.365401
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl