I: OVAZIONI PER MONI OVADIA AL NUOVO TEATRO BLU

06/apr/2003 11.09.05 Daniele Rubboli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

OVAZIONI PER MONI OVADIA AL NUOVO TEATRO BLU

Ufficio Stampa Teatro Blu - Cronache - -
Il grande artista ebreo per la prima volta nella sua vita ha inaugurato un teatro - Il teatro dell'uomo per l'uomo nel messaggio che ha proposto al pubblico e al cast dello spettacolo Cinema Cinema Cinema raccoltosi attorno a lui -

Sabato 5 maggio 2003, ore 15,30 : è nata a Milano una nuova sala per lo spettacolo, il Teatro Blu di via Cagliero 26. Ad inaugurarlo un grande uomo della scena italiana, l'attore, cantante, scrittore e regista ebraico Moni Ovadia il quale, dopo 40 anni di professione, era la prima volta che teneva a battesimo un teatro.

Salito sul palco, dopo il taglio del nastro, circondato da tutto il cast dello spettacolo che inaugurava il cartelone, Moni Ovadia ha rivolto al pubblico un messaggio grondante umanità, a difesa e a sostegno dei valori del teatro e della necessità di viverlo sia da attori sia da spettatori.

Salutato da autentiche ovazioni, Ovadia ha poi abbracciato Daniele Rubboli, direttore artistico del Teatro Blu, lasciandogli la palla per la conduzione dello spettacolo "Cinema Cinema Cinema" che, replicato in serata alle 20,30, ha completato la giornata battesimale del Teatro Blu.

Sulla scena, per una coinvolgente storia del cinema raccontata attraverso le più belle canzoni da film, con la direzione musicale del Maestro Roberto Negri, pianista pirotecnico e senza confini alla versatilità ed alla fantasia musicale, improvvisazione compresa, si sono alternati gli artisti dell'Accademia Lirica del Rotary International che lo stesso Rubboli ha fondato e dirige a Milano.

Ricco di emozioni che hanno scatenato ilarità e commozione nel pubblico in un alternarsi palpitante di suggestioni, lo spettacolo si è avvalso della splendida eleganza del soprano milanese Tiziana Scaciga Della Silva, dalla magnetica presenza scenica, che negli oamggi a Anna Magnani, nella danza di Zorba e nel ricordo di Evita, pareva una giovane bellissima Callas ritrovata.

Il tenore Andrea Bragiotto, lui pure meneghino, ha testimoniato la sua sorprendente maturità artistica che oggi lo impone tra i giovani artisti lirici emergenti senza riserve: fascinose le sue cesellature di "Malafemmina" e di altre canzoni da film italiani scritte per Beniamino Gigli, Gino Bechi e Tito Schipa.

Imprevedibile e festeggiatissimo il giovane tenore livornese Marco Voleri che ha saputo rispolverare vecchie canzoni da film come "Mamma" e "Amapola" (questa in omaggio a Sergio Leone che l'utilizza nel film "C'era una volta in America") ed esaltare la platea con pagine dalla colonna sonora di un ben più recente film cult quale "The blues Broathers".

Semplicemente fantastica Yasuyo Takada, bellissimo soprano giapponese che ha dato il suo addio alle scene italiane prima di rientrare su quelle giapponesi, con struggenti interpretazioni da "Cenerentola" di Walt Disney e da "My fair Lady" e da scintillanti imitazioni delle sciantose napoletante con "Ninì Tirabuscioò" in omaggio a Monica Vitti.

Walter Rubboli ha poi saputo ritagliarsi un personalissimo successo con una serie di trascinanti interventi di grande forza carismatica da "My Mammy" prima canzone del primo film sonoro, a "Cabaret" e "New York New York", offrendo anche pagine da "Il Signore degli Anelli" e rendendo omaggio all'indimenticabile Gene Kelly.

Lo spettacolo ha poi voluto dedicare un particolare ricordo ad Alberto Sordi proiettando lo spezzone di un suo film, mentre Daniele Rubboli gli ha dedicato la struggente canzone di Dino Verde "Viale del Re".

Suite musicali per omaggi a Charlot e Nino Rota sono state eseguite da Roberto Negri tra le ovazioni di un pubblico che non ha perso occasioni per testimoniare il suo entusiasmo.

---------------------------------

da Ufficio Stampa Teatro Blu

info@pensieriecolori.it

dinoar@tin.it

Informazioni Dino Arenare sovrintendente Teatro Blu 02.69007396

                   Daniele Rubboli direttore artistico 02.2842836


Email inviata da 62.10.14.196-http://www.musicainteatro.it/news/visual.asp?num=90/news/email.asp-7.54.10-06/04/2003-62.10.14.196- MusicaInTeatro, www.musicainteatro.it/news sito dedicato alle nuove tecnologie.
Tutti i diritti agli autori. Powered by IusOnDemand
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl