I dipendenti della Scala

23/feb/2006 06.43.03 Giuseppe Zecchillo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
I DIPENDENTI DELLA SCALA GUARDINO IN CASA PROPRIA PRIMA DI SOLIDARIZZARE CON I GUAI ALTRUI

Abbiamo appreso dai giornali che i dipendenti della Scala hanno solidarizzato con i colleghi del Teatro Regio di Torino, che protestavano contro le restrizioni finanziarie, imposte dal Governo, le quali metterebbero a rischio le retribuzioni e i posti di lavoro. Se i ministri competenti non si limitassero a tirare i cordoni della borsa, ma mandassero a casa tutti quei dirigenti che hanno gestito i teatri in modo irresponsabile, credo che si vedrebbe una schiarita nel tempestoso cielo della lirica, e i dipendenti potrebbero rasserenarsi.
La Scala dava i permessi di assentarsi agli orchestrali che lavorano nella Filarmonica, condizionando l'andamento del teatro; succedeva prima e succede ancora. Quando Lissner assunse l'incarico di sovrintendente, la prima cosa che facemmo fu di avvisarlo di questa anomalia che disturba la Scala, sia perché i professori si stancano con i doppio lavoro e quando suonano per il teatro sono già spremuti, sia perché la Filarmonica porta via gli sponsors alla Scala. Ma Lessner si è fatto un baffo del mio avvertimento.
Non si sono visti cambiamenti nella gestione della Scala, che da anni non gode di buona salute. Di tutti i mali che Lissner ha trovato, non ne ha estirpato neanche uno. Per garantire il posto di lavoro ai dipendenti si dovrebbero fare dei "pienoni", cioé recuperare una grandissima affluenza di pubblico. Non mi pare che la Scala abbia cominciato bene con un "Idomeneo" che, stante le evidenti carenze (dei cantanti, di scenografia e regia) non ha certo suscitato l'interesse della gente. Prima di dare la solidarietà, i dipendenti della Scala guardino cosa succede in casa propria e protestino contro ciò che non funzona a dovere e che - quello sì - mette a rischio il loro posto di lavoro.

Giuseppe Zecchillo - Segretario SNAAL e già consigliere di amministrazione del Teatro alla Scala

SE VOLETE SAPERE COSA SUCCEDE DIETRO LE QUINTE DEI TEATRI LIRICI
VISITATE IL NOSTRO SITO:
www.baritonozecchillo.us
DOVE TROVERETE ANCHE IL GRUPPO:
ZECCHILLO IL ROMPISCATOLE

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl