I: MAsini

24/apr/2003 08.04.33 Daniele Rubboli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 

comunicato stampa
da Faenza Lirica , tel - fax 0546.29988
-----------------------------------------
 
A maggio per i cent'anni del Teatro Masini
 
FAENZA CON "LA TRAVIATA"
FESTEGGIA DUE ANNIVERSARI
 
-------------------------------------------------------------------------
 
Sabato 10 maggio, alle ore 21, per iniziativa di Faenza Lirica, con un'originale edizione della "Traviata", la capitale mondiale della ceramica artistica festeggia due compleanni.
Il 150° del capolavoro di Giuseppe Verdi (Venezia, La Fenice, 6 marzo 1853) e i 100 anni dell'intitolazione del teatro della città, opera di fine '700 dell'architetto Pistocchi, al più grande tenore romagnolo di tutti i tempi: Angelo Masini.
Figlio di povera gente, nato a Forlì il 28 novembre 1844, da genitori che si sposeranno solo 4 anni dopo, e cresciuto a Terra del Sole, allora territorio toscano, Angelo Masini grazie ad una voce angelicata, che pareva fatta di impalpabili pensieri ed emozioni, anche se riempiva i teatri, sfugge alla miseria che stava facendo di lui un ciabattino.
Trovata una buona fata nell'ex soprano forlivese Gilda Minguzzi Zoli, quel ragazzo dai capelli ribelli, quasi una confessione del suo carattere che fu bizzarro e geloso, tanto di rivaleggiare in divismo con l'imprevedibile Adelina Patti, debutta nel teatro di Finale Emilia (Modena) nell'aprile 1868 come Pollione in "Norma" di Bellini. La cosa non fa scalpore, ma è la prima pietra di una piramide di gloria senza fine che dal 1870, anno in cui a Ravenna interpreta "Don Sebastiano" di Donizetti, lo porta a vivere una trionfante carriera in ogni angolo della terra facendone anche per 27 stagioni l'idolo del Teatro degli Zar a San Pietroburgo e a partecipare, nel 1874, alla prima della "Messa da requiem" di Verdi in San Marco a Milano.
Eccellente tenore di grazia, sapeva piegare la sua voce al canto elegiaco e a una dolcissima mezza voce, creando anche momenti di magico virtuosismo.
A Faenza cantò tre volte nel 1883, nel 1891 e nel 1903 chiudendo qui le sue recite italiane, con titoli quali "L'Africana", "Cavalleria rusticana" e "Barbiere di Siviglia" nel '91, e quindi "Pescatori di perle" e "Traviata".
Conclusa la carriera a Parigi nel 1905, morirà a Forlì il 29 settembre 1926, dopo essersi fatto amare per le generose elargizioni ai poveri ed anche alla Casa di Riposo G. Verdi, di Milano, che ospitava i suoi colleghi meno fortunati.
Faenza dunque applaudì per l'ultima volta Angelo Masini in "Traviata" e con questo titolo ricorda il battesimo del teatro a suo nome tra poche settimane.
Sul podio ci sarà il M° Marco Berdondini, erede riconosciuto di tutta l'intera storia romagnola nel teatro della musica, come ha dimostrato nel crescendo costante della sua maturità artistica che lo ha portato a dirigere il grande repertorio operistico e sinfonico in tutta Europa ed anche oltre, mentre in Italia è più conosciuto per le riproposte di titoli rari che, con grande entusiasmo e rigore filologico, ripropone al pubblico delle nuove generazioni.
Con lui, nel ruolo di Violetta, sarà la tedesca Brigitte Jager, una giovane star europea dal luminoso futuro, affiancata dal tenore Rosario La Spina, un italo-australiano lanciato lo scorso anno dalla Scala di Milano dove ha frequentato l'Accademia di Canto, e dal magnifico baritono sardo Alberto Gazale, unico attuale degno successore di Renato Bruson e Leo Nucci.
Completano il cast, che favorisce un plotoncino di giovani artisti selezionati da Daniele Rubboli il quale, anni fa, fu il primo talent scout di Gazale che chiamò a Milano al suo Laboratorio Lirico Europeo dalla Sardegna, e sta ora promuovendo La Spina nel mondo musicale italiano, il messoprano milanese Elena Serra, il soprano bolognese Scilla Cristiano, il tenore livornese Marco Voleri, i baritoni Gabriele Nani di Bergamo e Dario Giorgelè di Verona, il basso coreano Park Taihwan.
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl