MA COS'E' QUESTA CRISI ?

02/apr/2006 05.51.38 Daniele Rubboli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
Venerdì 7 marzo a Modena
 
" MA COS'E' QUESTA CRISI ? "
 IN SCENA PER I LIONS EMILIANI
 
La storia della rivista e dell'avanspettacolo da Anna Fougez a Carlo D'Apporto, da Petrolini a Wanda Osiris al Teatro Sacro Cuore nell'ultimo spettacolo di Daniele Rubboli - Una iniziativa di tutti i Lions per raccogliere fondi a favore dei disabili -
 
Venerdì 7 marzo i Lions di Modena e Bologna si danno appuntamento al Teatro Sacro Cuore di Modena (Vle Storchi) dove, alle 20,30, va in scena l'ultimo spettacolo scritto e raccontato dal giornalista e musicologo modenese Daniele Rubboli, che a Milano dirige il prestigioso Laboratorio Lirico Europeo e presiede la società Isea Arts.
In cartellone "Ma cos'è questa crisi?", storia della rivista e dell'avanspettacolo italiani che daranno occasione a Rubboli di citare tanti ricordi anche personali dalla storia dei teatri Duse di Bologna e Storchi di Modena, templi mitici del teatro del sorriso italiano.
Un appuntamento aperto naturalmente a tutti e destinato a raccogliere fondi per le iniziatrive a favore delle associazioni che assistono i disabili nella regione Emilia-Romagna.
In scena un terzetto prestigioso di cantanti-attori iniziando da Walter Rubboli, figlio di Daniele, che resusciterà i cavalli di battaglia di Gabrè, Macario, De Sica, Spadaro, De Angelis e Rascel, mentre il tenore Ennio Bellani rievocherà mitici fini-dicitori o cantanti di voce, come si leggeva nelle locandine Anni venti, riproponendo le creazioni di Del Pelo, Pippo Barzizza, Gino Franzi, Armando Gill.
Al celebre soprano Tiziana Scaciga Della Silva, che alterna il tour italiano di questo spettacolo con gli impegni operistici dell'anno mozartiano, il compito di rievocare Wanda Osiris e Milly, Anna Fougez e Gea Della Garisenda.
Una mitragliata di battute storiche di D'Apporto e dei fratelli De Rege, come di vari altri comici della rivista italiana, darà sale e spezie alla dinamica di questo spettacolo che ha trovato in un giovanissimo pianista pavese, Paolo Marconi, un miracoloso restauratore delle musiche di quel periodo storico che coinvolgerà il pubblico in una apoteosi di splendide memorie.
----------------------------------------------------   
si allegano 2 foto
 
da Ufficio Stampa
ISEA ARTS
società di produzioni musicali di Piacenza e Milano
02.2842836
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl