I: Giornalista modenese festeggia 50 anni di teatro a Milano

A Milano con Rotary e Lions

28/mag/2003 18.16.28 Daniele Rubboli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

dall'Ufficio Stampa Accademia Lirica del Rotary Inernational - tel. 02.2842836
 
comunicato stampa
con preghiera di pubblicazione
------------------------------------------------------------------
 
A Milano con Rotary e Lions
 
IL MODENESE DANIELE RUBBOLI
FESTEGGIA I 50 ANNI DI TEATRO
 
Il giornalista modenese Daniele Rubboli, residente dal 1980 a Milano dove è direttore artistico del Laboratorio Lirico Europeo e dell'Accademia Lirica del Rotary International, ha festeggiato al suo Teatro Rosetum di Milano, via Pisanello 1, i suoi 50 anni di Teatro. L'iniziativa è partita dai Rotary e dai Lions del distretto lombardo, da oltre un anno uniti nella Compagnia Teatrale "Le goccine" che, con spettacoli d'arte varia, stanno raccogliendo ingenti somme per vari services benefici.
Ieri sera infatti, durante lo show andato in scena nello storico teatro milanese inaugurato nel 1957 da Maria Callas, per raccogliere fondi pro l'Associazione per l'Assistenza al Bambino Cardiopatico, tutti gli artisti (professionisti rotariani e lionisti che alla sera smettono di essere architetti, commercialisti e medici per farsi cabarettisti e orchestrali di incredibili bands) hanno festeggiato Rubboli offrendogli una Coppa... di Piacenza, fatta apposta venire da Castellarquato, patria di Illica, librettista della "Bohéme" di Puccini.
Rubboli, che ha subtio diviso il prezioso omaggio con tutti i presenti, ha poi risposto con una sua applauditissima performance nel corso della quale ha recitato la poesia di D'Annunzio con la quale debuttò 50 anni fa al teatro di Finale Emilia senza smettere mai più di scendere dal palcoscenico.
Successivamente ha rivitalizzato un testo preso dalla mitica trasmissione radiofonica di Nizza e Morbelli "I 4 moschettieri" (1935) che nel 1966 aveva tradotto in un musical messo in scena allo Storchi di Modena e al Comunale di Carpi, ed ha concluso con una struggente canzone che Dino Verde aveva scritto per Alberto Sordi, il quale la passò a Elio Pandolfi che ne ha fatto omaggio a Rubboli: "Viale del re".
Rubboli, che a settembre uscirà con il suo 32° libro dedicato alla riscoperta del musicista e direttore d'orchestra Luigi Arditi, pioniere del melodramma italiano da Londra a New York, è atteso per una serie di altri festeggiamenti delle sue nozze d'oro con il teatro che in questi anni lo hanno visto attore e autore, regista e organizzatore, ma soprattutto talent scout di rango per quelli che lui amam chiamare "i ragazzi della lirica".
Domenica prossima "bis" nell'Oltrepò Pavese con una cena-spettacolo all'agriturismo Ca'del Monte, vicino a Cecima dove sarà festeggiato da numerosi artisti del Teatro alla Scala di Milano.
 
-----------------------------
DANIELE RUBBOLI ha debuttato a 9 anni, al Teatro Spinelli di Finale Emilia (MO), presentando, vestito da Arlecchino, uno spettacolo per il comprensorio scolastico scritto e diretto da suo padre Leo.
Nell'occasione recitò la poesia "I pastori" di D'Annunzio.
Da quella sera ha continuato a far teatro vivendo da protagonista, nella Modena degli Anni Sessanta, l'affermazione dei Nomadi e dell'Equipe '84; ha fatto cabaret tra Ferrara e Venezia fino al 1972 anno in cui ha concentrato i suoi interessi sul teatro musicale, operistico in particolare, diventandone un affermato e autorevole protagonista sia come autore di una vastissima saggistica sull'argomento, sia come divulgatore della cultura del melodramma italiano e di quanto da lui ne è derivato: operetta, commedie musicali, musical, canzoni d'autori, canzoni da film.
 
------------------------------------------------------------------------
 
Daniele Rubboli: per contatti 337.299585
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl