E' UDINESE L'EREDE DI SCHIPA E KRAUS

06/mag/2006 07.26.02 Daniele Rubboli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
Nel "Werther" al Teatro Rosetum
 
TRIONFO A MILANO
DEL TENORE FRIULANO
FEDERICO LEPRE
 
Federico Lepre, trentenne tenore di Udine con vasta esperienza scaligera, ha confermato ieri sera a Milano di essere l'unico tenore italiano in grado di raccogliere l'eredità degli storici interpreti di Werther, quali Tito Schipa e Alfredo Kraus, e di poter riportare questo assoluto, affascinante capolavoro di Massenet nei nostri teatri.
Lepre ha infatti debuttato al Teatro Rosetum di Milano, celebre sede del Laboratorio Lirico Europeo diretto da Daniele Rubboli, il grande ruolo del poeta romantico inventato da Goethe, ottenendo un autentico trionfo con ovazioni continue del pubblico a scena aperta e poi ben dodici chiamate alla fine dello spettacolo.
Il tenore friulano ha vinto questa sfida con il mito dei suoi celebri predecessori non solo con una impeccabile esecuzione musicale e vocale, ma soprattutto con la capcità di trasfigurazione nell'eroe romantico, consunto dalla pena d'amore, trasognato di fronte alla donna che ama, annientato moralmente e fisicamente per l'impossibilità di realizzare il proprio sogno.
Un trionfo raro che gli è stato attribuito da un pubblico di raffinati melomani accorsi da ogni parte per godere un titolo da oltre vent'anni assente a Milano nei cartelloni della Scala, e mai prima di ieri programmato al Rosetum.
Al suo fianco un'altra personalità artistica vincente, quella del giovane mezzosoprano Elena Serra, che ha sorpreso e convinto anche grandi artisti del passato intervenuti all'evento organizzato da Daniele Rubboli, che ne ha firmato anche la regia, come Carmen Gonzales giunta appositamente da Perugia.
Negli altri ruoli hanno fatto a gara a mantenere alto il livello della produzione il soprano turco Pervin Cakar, il baritono Carlo maria Cantoni (autorevolessimo Albert), il tenore Andrea Bragiotto, il baritono Andrea Ponassi, il basso russo Daniel Golossov e, nei ruoli minori, Valeria Falini e Paolo Saccaggi.
bene anche il coro di voci bianche del Rosetum di Silvana Bonafini.
Intensa e appassionata la direzione musicale di Luis Baragiola.
------------------------   
allegata foto tenore Federico Lepre
 
da Ufficio Stampa Teatro Rosetum di Milano
02.48707203
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl