Moratti: la SCALA ? l'ultimo dei miei pensieri

l'ultimo dei miei pensieriDa: Zecchillo (Messaggio originale) Inviato: 01/06/2006 18.21 CORAGGIOSE DICHIARAZIONI DEL SINDACO MORATTI:PRIMA CHE AL TEATRO ALLA SCALA DEVO PENSARE AL DISAGIO SOCIALE DELLA NOSTRA CITTA' Gentile Sindaco, ho letto la Sua intervista alla stampa e mi rallegro per le Sue idee.

05/giu/2006 15.18.00 Giuseppe Zecchillo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Da: Zecchillo (Messaggio originale) Inviato: 01/06/2006 18.21
CORAGGIOSE DICHIARAZIONI DEL SINDACO MORATTI:
PRIMA CHE AL TEATRO ALLA SCALA DEVO PENSARE AL DISAGIO SOCIALE DELLA NOSTRA CITTA'

Gentile Sindaco, ho letto la Sua intervista alla stampa e mi rallegro per le Sue idee. Le Sue frasi che mi hanno particolarmente colpito, sono queste: " La cultura non si fa solo nelle mostre e nei teatri; per me è cultura anche il recupero delle periferie, che vorrei trasformare in centri di vita sociale e associativa. Ho saputo che la Fondazione Teatro alla Scala ha fatto pressanti richieste di ulteriori sovvenzioni da parte del Comune; pur riconoscendo l'importanza della Scala, sinceramente, prima di dare un euro al teatro milanese, mi sento di pensare alla gente bisognosa, ai giovani e agli anziani". Tutto ciò che Lei ha detto le fa onore per lucidità e lungimiranza.
I sindaci che L'hanno preceduta - Albertini, Formentini, Borghini, Tognoli, per non parlare del defunto Aniasi - hanno dato fiumi di denaro alla Scala per promuovere il presenzialismo, la mondanità, fare le pubbliche relazioni e sponsorizzare la loro carriera, pur sapendo che la Scala è una vasca senza tappo, dove i soldi si perdono nello sperpero e nell'intrallazzo. Invece di divulgare la cultura musicale a vasto raggio per migliorare la comunità, i Suoi predecessori hanno preferito che questa cultura fosse riservata a una ristretta élite di privilegiati. In altre parole: un giocattolo per ricchi, pagato con i soldi dei poveri. Sono ben lieto quindi che Lei voglia cambiare questo sistema.
RinnovandoLe i complimenti per le Sue coraggiose dichiarazioni, Le auguro buon lavoro e La prego ritenermi a Sua disposizione per qualsiasi contributo io possa darLe.
Giuseppe Zecchillo - Segretario SNAAL e già consigliere di amministrazione del Teatro alla Scala

SE VOLETE SAPERE COSA SUCCEDE DIETRO LE QUINTE DEI TEATRI LIRICI VISITATE IL NOSTRO SITO>
DOVE TROVERETE ANCHE IL GRUPPO> ZECCHILLO IL ROMPISCATOLE





blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl