I:

14/lug/2003 16.05.35 Daniele Rubboli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

 

comunicato stampa Accademia Lirica Rotariana 02.2842836
 
AL FESTIVAL FILIPPESCHI DI MONTEFOSCOLI
TRIONFANO SERENA DAOLIO IN "TOSCA"
E LUCIA NAVIGLIO IN "CAVALLERIA RUSTICANA"
Ovazioni e richieste di bis per tutti gli interpreti - Bella prestazione della Corale Valdera - Tra gli ospiti Giangiacomo Guelfi e Anna Filippeschi vedova del celebre artista piasano-
 
Serena Daolio, soprano di Carpi (MO), ha ottenuto un trionfale successo debuttando al Festival "Mario Filippeschi" organizzato a Montefoscoli e Peccioli dai Comuni di Palaia e di Peccioli, in provincia di Pisa, per onorare la memoria del grande tenore che su quelle colline ebbe i natali.
Giunta all'ottava edizione, questa manifestazione creata da Gianfranco Lazzareschi e realizzata con la direzione artistica di Daniele Rubboli, ha raccolto in due sere oltre 1000 presenze da tutta la Valdera, ed è orami un appuntamento al quale tutti i lirica club della zona partecipano con entusiasmo.
Presente Anna Filippeschi, vedova del tenore Mario, e l'ex baritono fiorentino Giangiacomo Guelfi che con Filippeschi ha cantato ben 172 recite!, è stata particolarmente festeggiata l'edizione della "Tosca" di Puccini che vedeva al debutto, nel ruolo della protagonista, il soprano modenese alla quale è stato chiesto il bis a scena aperta dopo il "Vissi d'arte" e ancora dopo il duetto "O dolci mani".
Diretta da Luis Baragiola con la regia di Daniele Rubboli, e l'intervento della Corale Valdera diretta da Auro Maggini, l'opera ha avuto come interpreti, oltre alla Daolio, un grande Rosario La Spina, il tenore italo australiano che si è formato all'Accademia della Scala e a quella del Rotary International, ed il baritono di Bologna Pierluigi Dilingite che si è confermato il miglior Scarpia tra i cantanti lirici dell'ultima generazione italiana.
Il Festival Filippeschi, che si è svolto sabato 12 luglio all'auditorium di Peccioli e domenica 13 nel suggestivo Chiostro della Fattoria Gaslini di Montefoscoli, ha la caratteristica di proporsi come autentica Maratona della Lirica.
Così, subito dopo "Tosca", è andata in scena "Cavalleria rusticana" di Pietro Mascagni con una eccellente Lucia Naviglio, soprano di Bari celeberrima nei teatri della Germania, ma in Italia poco conosciuta, anche se ne Natale scorso, al Comunale di Modena, ha registrato da vivo l'ultima edizione discografica italiana di questo stesso titolo.
Dotata di una vocalità bella e dirompente, Lucia Naviglio è artista di grande preparazione musicale ed ha creato autentici entusiasmi nel pubblico. Al suo fianco il tenore di Venezia Renato Zuin, un Turiddu senza confronti oggi in Italia tra gli artisti giovani o di mezza età, e ancora lo strepitoso baritono di Bologna, Pierluigi Dilingite (Compar Alfio).
Maria Luisa Pepi è stata una Lola assai gradevole e il violinista Enrico Bernini un solista assai apprezzato nell'"intermezzo" che ha dovuto bissare.
 
grazie per l'attenzione
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl