ZECCHILLO: Lettera aperta alla MORATTI

29/ago/2006 14.41.00 Giuseppe Zecchillo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
LETTERA APERTA AL NUOVO SINDACO DI MILANO, LETIZIA MORATTI

ZECCHILLO: LA SCALA STA ANDANDO IN CRISI PER MANCANZA DI UN DIRETTORE ARTISTICO ALL'ALTEZZA DI UN GRANDE TEATRO

Il baritono Giuseppe Zecchillo, nella sua qualità di segretario dello SNAAL, ha inviato un appello al nuovo sindaco di Milano, Letizia Moratti, la quale - per legge - è anche presidente del Consiglio di amministrazione della Scala. Zecchillo fa presente che il doppio incarico di sovrintendente e direttore artistico, ricoperto da Stephane Lissner al vertice scaligero, ha dato risultati assolutamente inadeguati a un grande teatro, a partire dalla scorsa inaugurazione con un "Idomeneo" di Mozart, che ha deluso non solo il pubblico, ma anche la stragrande maggioranza dei critici italiani e stranieri. La programmazione organizzata da Lissner, inoltre, ha portato alla Scala cantanti non sufficientemente qualificati, alcuni addirittura stonati, regie e scenografie troppo sciatte, direttori d'orchesra sconosciuti, privi di talento, alcuni addirittura principianti, dimenticando che la Scala non è un punto di partenza per debuttanti, ma un punto di arrivo per i grandi artisti. Zecchill
o pertanto evidenzia al Sindaco-Presidente la necessità di tornare a scindere i due incarichi, facendo in modo che la Scala abbia un vero e proprio direttore artistico, capace e competente, quali furono - a suo tempo - Toscanini, De Sabata, Gavazzeni, Abbado e altri grandi musicisti, in grado di riportare il teatro milanese a quel ruolo internazionale che gli compete. Se questo cambiamento non avvenisse - conclude Zecchillo - la Scala decadrà ulteriormente e sarà poi più difficile e dispendioso riportarla a quel livello di prestigio che la città si aspetta.RImane comunque la domanda: il Sig. Lissner, che ha preteso in maniera arrogante - attraverso l'appoggio del miliardario Ermolli - i due incarichi (cosa che mai nessun artista, neppure se importante, ha mai preteso) si è messo a scritturare gente carente o addirittura squalificata perché incompetente o perché succubo di una certa agenzia teatrale molto nota e assai discussa a livello internazionale? Sia nell'uno che nell'a
ltro caso, è assolutamente necessario mettere a fuoco il problema e chiarire la situazione, perché i cittadini/contribuenti hanno il diritto di sapere.

Giuseppe Zecchillo - Segretario SNAAL e già consigliere d'amministrazione del Teatro alla Scala




--

Email.it, the professional e-mail, gratis per te: http://www.email.it/f



Sponsor:

Crea il tuo sito web dinamico con PHP e MySQL - VideoCorso professionale direttamente nel tuo computer. Trucchi e segreti

Clicca qui: http://adv.email.it/cgi-bin/foclick.cgi?mid=5142&d=29-8
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl