Zecchilllo entusiasta per il coraggio dei musicisti del Teatro alla Scala

02/dic/2006 19.49.00 Baritono Giuseppe Zecchillo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
ZECCHILLO ENTUSIASTA PER IL CORAGGIO DEI MUSICISTI SCALIGERI
Anche dai dipendenti della Scala vengono critiche a un'Aida troppo costosa

Alleluia! finalmente anche fra i dipendenti della Scala si è rotto il muro del silenzio di fronte alle astronomiche spese per la produzione dell'Aida inaugurale della stagione. Un gruppo di musicisti (che fanno parte dell'orchestra della Scala) ha inviato al Sindaco Moratti una lettera - che è stata pubblicata da quasi tutti i giornali - per chiedere se una tale linea di spese per una sola opera non "sfori" il massimale dettato dal governo, pena la revoca dei finanziamenti. Le millanterie e le bugie del sovrintendente Lissner, che proclama la Scala "in buona salute", non lo salvano dalla sua incapacità gestionale.
Forse pecchiamo di immodestia, ma ci sentiamo di dire che se non avessimo sollevato il problema dei costi paurosi di questa "Aida", molto probabilmente il gruppo di coraggiosi musicisti non avrebbe avuto l'opportunità di protestare. Tutti gli artisti lirici italiani sono solidali con i dipendenti scaligeri che hanno firmato la lettera al Sindaco, dimostrando così amore per la Scala.

Giuseppe Zecchillo - Segretario SNAAL e già consigliere di amministrazione del Teatro alla Scala
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl