Fw: ARDITI

rivalutato soprattutto come pioniere della direzione d'orchestra e come tale

12/ott/2003 14.12.25 Daniele Rubboli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

comunicato stampa    da Accademia Lirica del Rotary Milano Sud Ovest  02.2842836
 
CRESCENTINO DI VERCELLI
RITROVA IL SUO LUIGI ARDITI
 
Davvero una festa della musica quella al nuovissimo Auditorium di Crescentino di Vercelli, ha riconsegnato alla sua città natale il musicista Luigi Arditi.
In occasione del centenario della morte del violinista e direttore d'orchestra, ancora ricordato come compositore del delizioso valzer Belle Epoque "Il bacio", il sindaco di Crescentino Fabrizio Greppi ha voluto cancellare l'ignoranza che ha afflitto, ingiustamente, la memoria di questo personaggio.
Così, con il concreto aiuto del Dott. Follis, presidente del Rotary di Santhià-Crescentino, è stato dato l'avvio ad una serie di iniziative editoriali che non consentiranno più a nessuno di chiedersi: Arditi? chi era costui?.
Così a Crescentino il musicologo rotariano Daniele Rubboli, direttore artistico dell'Accademia Lirica del R.C. Milano Sud Ovest, ha presentato, con un Concerto di musiche inedite di Luigi Arditi, la biografia del musicista vercellese da lui scritta per Nomos Edizioni di Luigi Mariani, altro rotariano del Gruppo Olona.
Il libro, in ricchissima veste tipografica, ripercorre l'avventurosa vita di Arditi che, secondo Rubboli, va rivalutato soprattutto come pioniere della direzione d'orchestra e come tale autentico messia del teatro operistico italiano in tutto il mondo, dall'Avana a New York, da Londra a San Pietroburgo.
Il volume, impreziosito da un CD realizzato nel giugno scorso con giovani artisti del vivaio di Rubboli, propone poi per la prima volta una indagine completa sulla produzione musicale di Arditi autore di Opere, Musica da Camera e Romanze da Salotto.
Ma anche EuroArt del musicista rotariano di Como Ennio Cominetti, si è aggiunta alla resurrezione di Arditi editando per la prima volta al mondo un album con tantissime romanze inedite  di Luigi Arditi dando così a tutti la possibilità di suonarle e cantarle.
Crescentino ha affollato l'auditorium per riappropriarsi del proprio figlio, salutando con intense ovazioni le interpretazioni dei brani per pianoforte solo interpretate da Debora Mori di Milano, che poi ha accompagnato la performance del soprano Tiziana Scaciga Della Silva e del tenore Andrea Bragiotto che oltre a servire al pubblico pagine di Arditi hanno anche eseguito romanze dei suoi colleghi italiani che, dopo di lui, hanno trovato a Londra il modo di meglio esprimere la propria creatività, come Luigi Denza di Napoli e Francesco Paolo Tosti di Ortona.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl